Vaccino anti-Covid

A un anno dalla scoperta del virus, è disponibile un vaccino da utilizzare su larga scala. L’obiettivo della campagna di vaccinazione anti-Covid è raggiungere il prima possibile l'immunità di gregge. I vaccini saranno offerti a tutta la popolazione, secondo un ordine di priorità che tiene conto di diversi fattori: rischio di malattia, tipi di vaccino e disponibilità.

Nel recepire il Piano strategico nazionale per la vaccinazione, la Regione ha definito un modello di intervento istituendo una Cabina di regia regionale e Nuclei operativi aziendali, al fine di assicurare un supporto tecnico-scientifico, pianificare le azioni e monitorare l'andamento della campagna.

Nella prima fase, che parte il 31 dicembre 2020, le vaccinazioni sono riservate al personale che opera in ambito sanitario e sociosanitario di strutture pubbliche e private e agli ospiti delle Rsa. Sono inclusi i lavoratori che operano nel campo sanitario per enti o istituti pubblici come INPS, INAIL, Forze Armate, Forze dell'Ordine, Sanità Marittima, agenzie ed enti di ricerca con contratto sanità. Quanto alle strutture private può aderire tutto il personale sanitario, compresi medici odontoiatri, odontotecnici, assistenti di studio odontoiatrico, farmacisti e biologi. L'adesione prioritaria è prevista anche per gli operatori sanitari in pensione o inoccupati.

In attesa del sistema informativo nazionale in allestimento per la prenotazione, registrazione e report delle vaccinazioni, le suddette categorie possono aderire compilando il modulo online della Regione Puglia.