Ingressi in Puglia dall'estero

Per l'ingresso da Paesi esteri occorre consultare le misure nazionali e il sito Viaggiare sicuri.

Ingressi dalla Cina

Fino al 31 gennaio 2023 per le persone che dalla Cina fanno ingresso negli aeroporti pugliesi sono previste misure di prevenzione per evitare il pericolo di nuove varianti di SARS-CoV-2 nel territorio. 

È disposto:

  • obbligo di presentazione dell’attestato di esito negativo del test molecolare eseguito nelle 72 ore precedenti o del test antigenico rapido eseguito nelle 48 ore precedenti l'ingresso;
  • obbligo di sottoporsi al test rapido in aeroporto o, entro 48 ore, presso l’ASL di riferimento;
  • in caso di esito positivo al test rapido eseguito all’ingresso, è necessario sottoporsi immediatamente ad un test molecolare ai fini del successivo sequenziamento e ad isolamento fiduciario.
    I passeggeri non provvisti di mezzo autonomo devono essere trasferiti al proprio domicilio con trasporto protetto, nel caso invece di persone in transito e non domiciliate in una delle province della Puglia è necessario garantire l’ospitalità presso Covid-hotel per il rispetto del periodo di isolamento.
  • al termine del periodo di isolamento, è obbligatoria l’esecuzione del test antigenico rapido o molecolare per accertare la guarigione.

Queste misure non si applicano, salvo insorgenza di sintomi, ai minori di 6 anni, ai membri dell'equipaggio e al personale viaggiante dei mezzi di trasporto di persone e merci, ai funzionari e agli agenti, comunque denominati, dell'Unione europea o di organizzazioni internazionali, agli agenti diplomatici, al personale amministrativo e tecnico delle missioni diplomatiche, ai funzionari e agli impiegati consolari, al personale militare, compreso quello in rientro dalle missioni internazionali, e delle Forze di Polizia, al personale del Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica e dei Vigili del fuoco nell'esercizio delle loro funzioni.

Mascherine

È obbligatorio, a termine dell’isolamento, l’uso di mascherine FFP2 fino al decimo giorno dall’inizio della sintomatologia o dal primo test positivo (nel caso degli asintomatici), ed è comunque raccomandato di evitare contatti con persone ad alto rischio o ambienti molto affollati. Queste precauzioni possono essere interrotte in caso di negatività a un test antigenico o molecolare.

È raccomandato in ogni caso l’utilizzo di dispositivi di protezione individuale negli aeroporti e nei luoghi al chiuso e in tutte le circostanze che non consentano il distanziamento interpersonale.

Contatti stretti

A coloro che hanno avuto contatti stretti con persone con l'infezione provenienti dalla Cina deve essere applicato il regime dell’autosorveglianza, durante il quale è obbligatorio indossare mascherine FFP2 al chiuso o in presenza di assembramenti, fino al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto. 
Se durante il periodo di autosorveglianza si manifestano i sintomi di una possibile infezione, è raccomandata l’esecuzione immediata di un test antigenico o molecolare.