null SISTEMA CPT. Nuove analisi della spesa pubblica territoriale su settori Industria, artigianato, commercio e Energia

SISTEMA CPT. Nuove analisi della spesa pubblica territoriale su settori Industria, artigianato, commercio e Energia

Il sistema CPT pubblica gli approfondimenti relativi all'analisi della spesa pubblica territoriale , in serie storica 2000-2019, rivolta ai settori industria, artigianato, commercio ed energia.

"Nell’arco di tempo considerato il valore della spesa primaria nel settore Industria e artigianato si assesta, mediamente, attorno ai 27 miliardi di euro e costituisce circa il 3% della spesa pubblica totale. Il trend ha un andamento decrescente ed è legato a diversi fattori, tra cui la crisi economico finanziaria del 2008 e il lungo processo di privatizzazioni che è proseguito, in Italia, fino ai primi anni 2000". 
"Il valore medio della spesa primaria netta nel settore Commercio, nell’arco temporale considerato, si assesta attorno ai 2 miliardi di euro, pari allo 0,2% della spesa pubblica complessiva. Osservando la serie storica è possibile identificare due diversi blocchi temporali nei quali la spesa in esame ha un andamento opposto: tra il 2000 ed il 2008 attraversa una fase crescente, sfiorando i 3 miliardi di euro nel 2008. Nel secondo periodo, 2009-2018, si osserva invece una riduzione della spesa, collegata al processo di riordino del sistema camerale e, in particolare, all’accorpamento delle Camere di Commercio di dimensioni minori all’interno di Camere più grandi".
"Con riferimento al 2019, la spesa pubblica italiana nel settore dell’energia ammonta a 82,5
miliardi di euro, con un’incidenza pari all’8,6% rispetto alla spesa pubblica nazionale. L’evoluzione della spesa nell’arco temporale 2000-2019 segue fasi diverse: una di forte crescita (2000-2011), una fase decrescente (2011-2016) e, nell’ultimo triennio osservato, una fase di assestamento. Detti andamenti si rilevano anche osservando i tassi di variazione nelle cinque macro aree del Paese".  

 Per gli approfondimenti si può consultare la fonte

Pubblicato il 10 giugno 2022