IRENE DI TRIA

Dirigente


Incarichi Associati

Struttura: SEZIONE MOBILITA' SOSTENIBILE E VIGILANZA DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCAL E

Funzione: DIRIGENTE DI SEZIONE-SEZIONE MOBILITA' SOSTENIBILE E VIGILANZA DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCAL E

- In linea con le politiche e gli orientamenti in materia di trasporti, perseguiti a livello nazionale ed europeo volti a considerare la mobilita' urbana un importante fattore propulsivo della crescita e dell'occupazione, oltre che un elemento determinante per lo sviluppo sostenibile territoriale, favorisce la promozione di progetti innovativi finalizzati alla diffusione di una cultura favorevole alla mobilita' sostenibile; - nell'ambito della "mobilita' dolce" e in coerenza con il Piano Regionale dei Trasporti, promuove e sensibilizza l'utenza sul tema della sicurezza stradale, con particolare riferimento alla mobilita' urbana e ciclabile, attivando d'intesa con il Dipartimento, i progetti europei all'uopo finalizzati e fornendo contributi di indirizzo nella prospettiva di una diffusione generalizzata di politiche alternative all'uso dell'auto e per l'abbattimento dell'inquinamento atmosferico ed acustico nonche' per l'affermazione di pratiche di risparmio energetico; - programma e gestisce interventi infrastrutturali a supporto della mobilita' ciclistica e per lo sviluppo di itinerari a rilevanza turistico-paesaggistica; - coordina e attua l'attivita' di vigilanza sui servizi di TPRL, con l'organizzazione di idonei programmi di ispezione, al fine di verificare il rispetto dei contratti di TPRL e di conseguire migliori standard di qualita' e regolarita' dei servizi stessi; - monitora e controlla gli investimenti di interesse regionale effettuati sul materiale rotabile e sulle stazioni/fermate ferroviarie in termini di qualita' dei servizi in coerenza ed ottemperanza con gli obiettivi contrattuali; - irroga sanzioni ai sensi della L.R. 18/2002 e in ottemperanza a quanto previsto nei contratti di servizio e prescrive interventi ordinari e straordinari ai gestori del servizio; - cura l'attivita' di mobility-management in collaborazione con il Dipartimento e con il Mobility Manager Aziendale; - provvede a dare attuazione alla L.R. 1/2013; - redige e aggiorna il Piano Regionale della Mobilita' ciclistica, predispone i documenti tecnici necessari per la loro approvazione; - promuove programmi e iniziative informative, educative e formative per coinvolgere le istituzioni e sensibilizzare la popolazione a seguire corretti comportamenti lungo le strade e gli spazi pubblici al fine di garantire e migliorare la sicurezza e la qualita' della vita dei cittadini; - attua gli interventi previsti dal Piano Nazionale della Sicurezza Stradale (PNSS) e ne gestisce i relativi finanziamenti; - attua lo sviluppo dei quadri di conoscenza del territorio, dell'ambiente, del sistema infrastrutturale regionale attraverso l'uso del sistema informativo territoriale (SIT) e il continuo aggiornamento della cartografia tecnica di base e del database topografico; - ha la titolarita' e responsabilita' degli interventi di competenza finanziati con risorse dei fondi SIE (Strutturali e di Investimenti Europei), ivi compresi eventuali Accordi di Programma in essere, ne cura le procedure di attuazione, nel rispetto del Manuale Operativo del Programma e dei Regolamenti comunitari in materia; - predispone atti tecnico giuridici relativi alla gestione del contenzioso a supporto del Dipartimento e dell'Avvocatura per le materie di propria competenza.

Struttura: SEZIONE INFRASTRUTTURE PER LA MOBILITA'

Funzione: DIRIGENTE DI SEZIONE-SEZIONE INFRASTRUTTURE PER LA MOBILITA'

- redige e aggiorna periodicamente il Piano Regionale dei Trasporti (PRT) e i relativi Piani Attuativi e predispone i documenti tecnici necessari per la loro approvazione; - propone indirizzi e Linee Guida per gli enti sottordinati e per i soggetti beneficiari al fine di favorire la diffusione dei principi e il raggiungimento degli obiettivi contenuti nel PRT; - garantisce il monitoraggio del Piano Attuativo del PRT, utilizzando gli strumenti modellistici di previsione e controllo; - in coerenza con la pianificazione regionale della mobilita' di persone e merci, concorre al procedimento di approvazione dei piani regolatori di sistema portuale di cui all'art. 5 della Legge n. 84/94, e promuove ogni altra attivita' atta a favorire l'integrazione delle funzioni strettamente portuali e retro-portuali, l'interazione porto-citta' e i collegamenti infrastrutturali di ultimo miglio di tipo viario e ferroviario; - Gestisce e coordina, in attuazione del PRT e del PRML, le correlazioni tecniche necessarie, in ogni relativo ambito procedurale e di pianificazione, con le Autorita' di Sistema portuali (AdSpMaM e AdSp Mar Ionio), nonche' promuove ogni iniziativa utile alla volorizzazione e sostenibilita' del sistema di mobilita' marittima e di accessibilita' portuale; - esprime pareri di coerenza con il PRT di Piani e progetti nell'ambito delle procedure di VIA e/o di VAS; - promuove, fornisce indirizzi e coordina l'attivita' di redazione dei Piani della Mobilita' Sostenibile (PUMS) da parte dei Comuni ed esprime i relativi pareri; - nell'ambito della pianificazione del sistema dei trasporti, garantisce l'integrazione fisica e funzionale delle reti infrastrutturali per la mobilita', intese come reti stradali, ferroviarie, portuali ed aeroportuali, con particolare riguardo ai nodi di interscambio passeggeri deputati all'integrazione modale e all'efficienza di ciascuna modalita' trasportistica; individua gli investimenti, ne garantisce il monitoraggio e formula pareri; - in coerenza con la programmazione politica ed economica regionale, cura l'attuazione degli interventi di carattere infrastrutturale per la mobilita', fornendo idee e soluzioni tecnico progettuali al fine del miglioramento delle prestazioni e dell'innalzamento degli standard di sicurezza dei sistemi di trasporto nelle diverse modalita'; - programma e gestisce le risorse finanziarie necessarie ad attuare gli investimenti infrastrutturali regionali per la mobilita', di tipo stradale, ferroviario, portuale di sistema, aeroportuale, individuati attraverso e all'interno del Piano Regionale dei Trasporti, nonche' di ogni altra programmazione regionale e nella programmazione sovraordinata con particolare riferimento alle risorse messe a disposizione dallo Stato e dalla UE; - svolge attivita' di coordinamento con tutti i soggetti competenti coinvolti, ai fini della individuazione e della localizzazione delle grandi infrastrutture stradali e ferroviarie di competenza statale che interessano la regione (ANAS, RFI, Aeroporti, Autorita' portuali, ecc.) fornendo i relativi pareri d'intesa. In fase di attuazione delle opere svolge attivita' di vigilanza e monitoraggio delle stesse, anche in qualita' di componente degli organismi preposti (CIS, Comitati di Sorveglianza, ecc.); - programma gli investimenti per lo sviluppo degli Aeroporti in concerto con Aeroporti di Puglia ; - programma e gestisce le risorse per gli interventi infrastrutturali per la mobilita' a sostegno delle attivita' fieristiche; - promuove e coordina, limitatamente agli aspetti delle infrastrutture per la mobilita', il Programma regionale per le Aree Interne e cura l'attuazione degli interventi infrastrutturali che vi afferiscono; - cura la gestione della rete delle Superfici eliportuali regionali; - cura il trasferimento, unitamente alla Sezione Demanio e Patrimonio, dei beni del demanio ferroviario statale, anche ai fini della loro valorizzazione; - gestisce i procedimenti amministrativi e le istruttorie tecniche e finanziarie degli investimenti infrastrutturali per la mobilita' ed e' responsabile delle liquidazioni verso i soggetti attuatori degli interventi ammessi a beneficiare dei finanziamenti pubblici, e dei relativi stati di avanzamento lavori; - ha la titolarita' e responsabilita' degli interventi in materia di mobilita' finanziati con risorse dei fondi SIE (Strutturali e di Investimenti Europei), ivi compresi eventuali Accordi di Programma in essere, necura le procedure di attuazione, nel rispetto del Manuale Operativo del Programma e dei Regolamenti comunitari in materia; - cura i progetti in materia di infrastrutture per la mobilita', nell'ambito della cooperazione con i Paesi europei e dell'area mediterranea; - cura lo sviluppo dei quadri di conoscenza del territorio, dell'ambiente e del sistema infrastrutturale regionale, attraverso l'usodel sistema informativo territoriale (SIT) e il continuo aggiornamento della cartografia tecnica di base e del database topografico; - predispone atti tecnico giuridici relativi alla gestione del contenzioso a supporto del Dipartimento e dell'Avvocatura per le materie di propria competenza.

contatti e urp

Contatti

tel: 0805405637