Riconversione del C.A.R.A. di Borgo Mezzanone (FG): avviso di manifestazione d’interesse per la creazione di una Short List

Quando partecipare

dal 18 giugno 2021
al 12 luglio 2021 - 12:00

Manifestazione di interesse per la costituzione di un elenco di associazioni o altre realtà presenti sul territorio regionale che intendono collaborare con le istituzioni coinvolte nella attuazione del protocollo d’intesa finalizzato alla riconversione del compendio C.A.R.A. di Borgo Mezzanone in foresteria per lavoratori stagionali immigrati presenti sul territorio nazionale.

Risultati

  • Partecipazione all'analisi dei bisogni dei lavoratori immigrati presenti nel C.A.R.A. di Borgo Mezzanone e del contesto;
  • inclusione sociale e diffusione della legalità;
  • interventi di contrasto al fenomeno del caporalato e allo sfruttamento lavorativo in agricoltura;
  • interventi per l’ospitalità degli immigrati;
  • ogni attività necessaria e di supporto al processo di riconversione del compendio del C.A.R.A. di Borgo Mezzanone in foresteria per lavoratori stranieri stagionali.

Destinatari
Lavoratori stranieri stagionali e loro familiari ospitati nel C.A.R.A. di Borgo Mezzanone. 

Beneficiari
Possono essere ammessi alla presente procedura:

  • enti del Terzo settore, così come definiti dall’art. 4 del D.lgs. n. 117/2017, in forma singola o costituiti o che si impegnano a costituirsi in ATS, ed i loro consorzi;
  • fondazioni e altri enti di carattere privato (diversi dalle società) costituti senza scopo di lucro per il perseguimento di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale;
  • università legalmente riconosciute;
  • organizzazioni sindacali;
  • organizzazioni non governative riconosciute ai sensi della Legge 125/2014;
  • altri soggetti senza scopo di lucro che dimostrino il possesso dei requisiti su citati.

Modalità di partecipazione
Gli Enti devono inoltre dichiarare il possesso dei seguenti requisiti, in forma di autodichiarazione ai sensi del DPR 28 dicembre 2000, n. 445: 

  • inesistenza delle cause di esclusione previste dall’art. 80 del D.Lgs. n. 50/2016;
  • insussistenza nei confronti dei soggetti individuati dall'art. 85 del D.Lgs. n. 159/2011 e s.m.i., di cause di decadenza, di divieto o di sospensione di cui all’art. 67 e tentativi di infiltrazione mafiosa di cui all’art. 84, comma 4, dello stesso D.Lgs. n. 159/2011; 
  • possesso del Documento di Regolarità Contributiva (DURC) o, in alternativa, l’assenza di obbligo di posizione contributiva. 

A pena di esclusione, i candidati dovranno dimostrare di aver svolto almeno un progetto in favore di Pubbliche Amministrazioni di inclusione sociale e diffusione della legalità o di contrasto al fenomeno del caporalato e allo sfruttamento lavorativo in agricoltura o per l’ospitalità degli immigrati.
I candidati dovranno, altresì, dimostrare a pena di esclusione  di avere quale scopo sociale finalità aderenti all'area tematica.

Tutti i soggetti interessati dovranno inviare entro le ore 12.00 del giorno 12/07/2021 i seguenti allegati:

  • Domanda di partecipazione secondo il modello Allegato B;
  • Copia dell’atto costitutivo o dello statuto, da cui evincere finalità aderenti all'area tematica;
  • Curriculum del soggetto attestante l'esperienza nell’ambito progettuale (vedasi art. 3);
  • Documento di identità del legale rappresentante in corso di validità.

La domanda, debitamente compilata sull’apposito modulo dovrà essere presentata alla Sezione Sicurezza del Cittadino, Politiche migratorie e Antimafia sociale entro le ore 12.00 del giorno 12 luglio 2021 tramite Posta Elettronica Certificata all’indirizzo sic.regionepuglia@pec.rupar.puglia.it

Responsabile di Procedimento    
Francesco Nicotri
Tel: +30 080 5406018
email: f.nicotri@regione.puglia.it

Pubblicato il 23 giugno 2021