Disposizioni per gli ingressi in Puglia: autosegnalazione e tamponi

Per limitare il contagio, sono previste misure nazionali e regionali che regolano viaggi e rientri nel territorio.

Chiunque faccia ingresso in Italia è tenuto a osservare le misure previste dal Decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 7 agosto 2020 e dalle Ordinanze del Ministero della Salute del 12 agosto e del 21 settembre 2020. Per viaggiare è inoltre raccomandato consultare la scheda del Paese di interesse su Viaggiare sicuri.

Gli ingressi in Puglia sono regolati dalle Ordinanze del presidente della Regione n. 245 e n. 335 del 2020 che prevedono l’obbligo di autosegnalazione del proprio arrivo e, per chi viene da Grecia, Spagna, Malta, Croazia e Francia (limitatamente alle regioni Alvernia-Rodano-Alpi, Corsica, Hauts-de-France, Ile-de-France, Nuova Aquitania, Occitania, Provenza-Alpi-Costa Azzurra), la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario per 14 giorni.

La riammissione in comunità è possibile in assenza di sintomi al termine dei 14 giorni o con l’esecuzione del tampone dopo almeno 72 ore dall’ingresso in Puglia. Per effettuare il test, occorre seguire le indicazioni della Asl di destinazione.

Per maggiori informazioni consulta la sezione Coronavirus – Cosa fare 

Pubblicato il 20 agosto 2020