Asse I - Qualità della vita delle donne e degli uomini

L’obiettivo strategico è migliorare le condizioni di vita delle donne e promuovere la loro partecipazione attiva attraverso azioni che incidano sul contrasto agli stereotipi, sul potenziamento delle infrastrutture sociali, su una rete di servizi finalizzati a garantire l’equilibrio tra vita lavorativa e familiare, sul ripensamento delle città in ottica di genere. Qualità della vita, benessere e qualità del lavoro sono infatti strettamente connessi e determinati. Prioritario è liberare il tempo delle donne dal carico del lavoro di cura intrafamiliare, quando questo costituisce un ostacolo al dispiegarsi delle opportunità per l’accesso al lavoro e alla piena affermazione sociale ed economica. 
Strategico è l’investimento infrastrutturale sull’intera filiera dei servizi di cura: socioeducativi, per la disabilità, per la non autosufficienza, per la vecchiaia, ma anche la rete dei servizi culturali, i servizi di medicina di genere, i servizi di trasporto. 
 

Gli obiettivi operativi da perseguire sono: 

  • Migliorare le condizioni di vita al fine di rispondere meglio ai bisogni delle donne
  • Migliorare il sistema di welfare a livello territoriale
  • Rafforzare l’offerta didattica ed educativa per il contrasto delle povertà educative
  • Creare e potenziare reti in grado di rispondere ai bisogni delle persone e di offrire servizi alle famiglie con speciale riguardo ai servizi di prossimità
  • Potenziare e sostenere i servizi, i piani degli orari e dei tempi delle città
  • Favorire l’innovazione e il trasferimento di conoscenze in tema di servizi di prossimità
  • Migliorare la dotazione strutturale del sistema dei trasporti