SEI QUI:

news 

Giunta. Provvedimenti Sanità

Rete Oncologica Pugliese

La Giunta regionale ha approvato la delibera del Commissario straordinario dell'A.Re.S.S. Puglia in relazione alla nomina dei coordinatori Operativi Dipartimentali, dei componenti della Consulta Oncologica Regionale, dei Componenti della Consulta oncologica regionale, dei componenti dei Gruppi di patologia interdisciplinari e dell'Unità di Coordinamento della Rete Oncologica Pugliese (ROP).

-------------------------------------------------------------------------------


Remunerazione delle prestazioni sanitarie. Indicazioni operative per l'adroterapia.
In attesa che la Commissione nazionale tariffe determini la tariffa massima per la remunerazione di questa prestazione, la Regione Puglia, con l'approvazione della delibera Remunerazione delle prestazioni sanitarie – Indicazioni operative per l'Adroterapia, autorizza le prestazioni di Adroterapia per i pazienti pugliesi con oneri a carico del Servizio Sanitario Nazionale, previa autorizzazione da parte del Distretto Sociosanitario di appartenenza del paziente, che dovrà verificare le condizioni di erogabilità della prestazione.

Attualmente in Europa ci sono due centri che erogano questa prestazione, di cui uno è italiano, il Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica (CNAO) di Pavia.

I Distretti socio sanitari rimborseranno direttamente al Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica (CNAO) di Pavia, le prestazioni sanitarie di Adroterapia secondo le tariffe stabilite dalla Regione Lombardia.

Tra le nuove prestazioni di specialistica ambulatoriale infatti, è stata introdotta nei nuovi Lea (i Livelli Essenziali di Assistenza)l'Adroterapia che non è un'alternativa alla radioterapia ma è una terapia che andrà a coprire una fascia di pazienti con tumori resistenti alle radiazioni tradizionali oppure inoperabili.


Qualificazione del Percorso nascita e riduzione della quota di parti cesarei in attuazione dell'Accordo Stato regioni. Costituzione della Task force punti nascita per la riduzione del taglio cesareo.
Tra le azioni previste nell'Accordo Stato Regioni del 16 dicembre 2010 relativamente alle "Linee di indirizzo per la promozione ed il miglioramento della qualità, della sicurezza e dell'appropriatezza degli interventi assistenziali nel percorso nascita e per la riduzione del taglio cesareo" è contemplata la diminuzione del parti con Taglio cesareo.

Con la delibera approvata oggi dalla Giunta, la Regione Puglia, volendo migliorare la qualità dell'assistenza erogata alle donne nell'ambito del percorso nascita, sulla base delle linee guida nazionale e delle best practice note anche a livello internazionale, ha inteso costituire la "Task  Force punti nascita per la riduzione del taglio cesareo", composta da un numero massimo di sei esperti del Comitato Percorso Nascita Regionale (CPNR) o dagli stessi delegati, che dovranno essere nominati entro quindici giorni dall'approvazione del provvedimento

Tra i compiti della Task Force punti nascita, quello di avviare audit interni presso i punti nascita delle  strutture pubbliche e private accreditate che presentano una percentuale di gran lunga superiore di tagli cesarei primari, rispetto al totale dei parti.
La Task Force dovrà inoltre proporre buone pratiche che possano consentirne il miglioramento della qualità assistenziale e, quindi, del numero di parti con taglio cesareo.
Infine, la Task Force punti nascita dovrà comunicare, periodicamente, al Comitato Punti nascita Regionale (CPNR) i risultati dell'attività svolta a seguito degli audit.


Obiettivi a carattere prioritario e di rilievo nazionale. Approvazione progetti riferiti al finanziamento 2015
La Giunta ha approvato le Schede Progetto (qui di seguito elencate con il relativo costo) elaborate secondo le linee progettuali indicate nell'Accordo Stato regioni e relative alle risorse assegnate per l'anno 2015 , pari a 67.140.070,00. La Giunta ha ritenuto di inviare al Ministero della Salute il presente provvedimento, per consentire l'effettivo riconoscimento delle risorse assegnate alla Regione Puglia con l'Intesa del 23 dicembre 2015.
LINEA PROGETTUALE TITOLO DEL PROGETTO COSTO COMPLESSIVO
1 Riorganizzazione dell'Assistenza Primaria € 8.400.000,00
2 Rete per l'assistenza domiciliare per trattamenti riabilitativi € 20.495.413,00
3 Rete regionale di cure palliative € 7.560.193,00
4 Piano Nazionale Prevenzione e supporto al Piano Nazionale Prevenzione € 18.053.741,68
4 Supporto al Piano Nazionale Prevenzione € 90.722,32
5 Gestione Cronicità - CCM in Puglia € 9.540.000,00
6 Reti Oncologiche € 3.000.000,00
  TOTALE € 67.140.070,00

mar, 20 febbraio 2018 @ 16:34

Testata editoriale - registrazione

(PressRegione - Agenzia Giornalistica,

Direttore responsabile Elena Laterza - Iscritta al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n. 26/2003)

 

ultimo aggiornamento: lun, 30 maggio 2016 @ 17:43