SEI QUI:

news 

Giunta regionale . Seduta conclusa

La Giunta regionale ha approvato uno schema di ddl che  modifica  la  regolamentazione  relativa al Codice del Commercio.  L'esecutivo ha recepito i rilievi mossi  dal Governo, le   novità intervenute a livello nazionale,  recependo, altresì, le proposte avanzate dall'Osservatorio per il Commercio.

Il disegno di legge  andrà ora al vaglio degli organi  consiliari.
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
Illustrato alla Giunta regionale il Piano Assunzionale 2018/2020 della Regione Puglia.
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
La Giunta regionale ha  indicato la data del 28 febbraio 2018 quale termine ultimo per l'invio delle domande di agevolazione nell'ambito dell'Avviso pubblico Apulia Film Fund 2017-2018
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
La Giunta regionale ha approvato, a fronte delle maggiori entrate scaturenti dal Riparto del  Fondo FSE di cui all'Avviso n. 4/2016 a valere sul PON Inclusione – PON FEAD (Finanziamento progetti nelle principali aree urbane e nei sistemi urbani di interventi mirati per il potenziamento della rete dei servizi per il pronto intervento sociale per i senza dimora e per sostegno alle persone senza dimora nel percorso verso l'autonomia" e del PO I FEAD, in particolare nella Misura 4 "Deprivazione materiale dei senza dimora e altre persone fragili") ,  la variazione al Bilancio di previsione pluriennale 2018 — 2020 per l'iscrizione in Bilancio pari ad Euro 1.919.656,82
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
L'Esecutivo pugliese  ha  approvato il Piano regionale attuativo per la non autosufficienza a valere sul FNA 2017 e FRnA 2017-2018, per un importo di € 28.997.880,00  e quindi per i trasferimenti alle ASL per l'erogazione degli assegni di cura per i pazienti disabili e anziani in condizioni di gravissima non autosufficienza,  per i trasferimenti ai Comuni associati in Ambiti territoriali per l'erogazione dei servizi per la domiciliarità e la presa in carico a ciclo diurno e per le prestazioni sociosanitarie in favore delle persone con disabilità, per il cofinanziamento dei percorsi di vita indipendente e il supporto alle famiglie per la costruzione dei progetti personalizzati di presa in carico.
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
La Giunta regionale ha approvato le Linee  Guida  Regionali per la redazione dei PUMS, i Piani Urbani per la Mobilità Sostenibile. A tale decisione, l'Esecutivo è  pervenuto dopo  gli  incontri di ascolto e confronto con gli enti territoriali e con gli stakeholders,  la Prima Conferenza Nazionale sui Piani Urbani della Mobilità Sostenibile tenutasi a Bari nei giorni 18 e 19 maggio 2017 e dopo la soluzione data ad alcune criticità  segnalate da alcuni Comuni pugliesi.
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
La Giunta regionale ha approvato la proposta di regolamento avente per oggetto "Regolamento in materia di riconoscimento, somministrazione, promozione e tutela dell'Attività Fisica Adattata (AFA) –( rif.Legge  4 dicembre 2006, n. 33, ss.mm.ii., rif. Legge 30 dicembre 2016, n.40  art. 53" agli articoli 2, 3 e 4 )   che disciplina le modalità di erogazione, accesso, fruizione e valutazione delle Attività Fisica Adattate (AFA) non sanitarie, rispondenti a specifiche esigenze nell'ambito delle disabilità psico-fisiche, sensoriali, socio-culturali e alla promozione e  tutela del suo esercizio in accordo con la L.R. n° 33/2006 (e s.m.) e l'art. 53 della L.R. n°40 del 2016.
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
Dopo la Direttiva europea  quadro sulla Strategia per sviluppare il potenziale europeo degli oceani, dei mari e delle coste in termini di lavoro, valore e sostenibilità, la  Blue Growth o Crescita Bleu- la Giunta  ha deciso di attivare, in collaborazione con l'Agenzia strategica regionale ARTI, la ricognizione di un aggiornato quadro conoscitivo del sistema innovativo regionale al fine di individuare le possibili filiere della economia del mare in Puglia e le relative linee di azione a supporto di queste potenzialità a livello di strumenti regionali, nazionali ed europee.
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
La Giunta regionale  ha approvato ed ammesso a finanziamento, la proposta progettuale avanzata dal Consorzio di Bonifica Terre d'Apulia, riguardante lo studio di fattibilità tecnica ed economica di "Ripristino funzionale degli impianti di affinamento di Ruvo-Terlizzi e Molfetta" per un importo complessivo da quadro economico di € 690.000,00 ed aggiornato a seguito delle prescrizioni impartite  con delibera di Giunta ed a valere sulle risorse di cui al Fondo di Sviluppo e Coesione (FSC) 2014 – 2020 Linea 2.1 – PATTO PER LA PUGLIA, Delibera CIPE n. 25/2016.
Con la stessa delibera, l'Esecutivo ha approvatola proposta progettuale avanzata da Acquedotto Pugliese SPA, riguardante lo studio di fattibilità tecnica ed economica dell' "Adeguamento al D.M. n. 185/03 del Depuratore di Molfetta", per un importo complessivo da quadro economico di € 4.200.000,00 di cui € 3.150.000,00 (75%) quale quota pubblica a valere sulle risorse di cui  al POR PUGLIA 2014 – 2020 – Sub. Azione 6.3.a  ed € 1.050.000,00 (25%) a valere sulle risorse derivanti dai proventi tariffari del SII, in applicazione al co. 3, lett. a, dell'art. 61 del Reg. UE n. 1303/2013 "Operazioni che generano entrate nette dopo il loro completamento".
Sempre con lo stesso provvedimento, la Giunta ha analogamente approvato  la proposta progettuale avanzata da Acquedotto Pugliese SPA, riguardante lo studio di fattibilità tecnica ed economica dell' "Adeguamento al D.M. n. 185/03 del Depuratore di Ruvo/Terlizzi" per un importo complessivo da quadro economico di € 950.000,00 di cui € 712.500,00 (75%) quale quota pubblica a valere sulle risorse di cui  al POR PUGLIA 2014 – 2020 – Sub. Azione 6.3.a  ed € 237.500,00 (25%) a valere sulle risorse derivanti dai proventi tariffari del SII, in applicazione al co. 3, lett. a, dell'art. 61 del Reg. UE n. 1303/2013 "Operazioni che generano entrate nette dopo il loro completamento".

L'Esecutivo ha quindi  dato mandato al Consorzio di Bonifica Terre d'Apulia perché proceda  a proprie spese al ripristino delle opere necessarie al collegamento idraulico del depuratore di Ruvo/Terlizzi alle reti irrigue esistenti, nonché alla riattivazione di tutte le opere necessarie alla distribuzione irrigua delle acque affinate;

Inoltre, tanto il Soggetto Beneficiario Consorzio di bonifica Terre d'Apulia, che  AQP SPA, dovranno concludere la redazione delle progettazioni definitive/esecutive ed attivare tutte le procedure finalizzate all'acquisizione dei pareri e/o autorizzazioni necessarie alla cantierabilità degli interventi comprese le eventuali procedure di verifica di assoggettabilità o di Valutazione di Impatto ambientale presso la Sezione Autorizzazioni Ambientali della Regione Puglia

Il Consorzio di Bonifica Terre d'Apulia, poi, di concerto con il Comune di Molfetta, dovrà  elaborare una proposta progettuale che valuti la riqualificazione ambientale e paesaggistica delle aree ed eventualmente le strutture esistenti non interessate dalle proposte progettuali ammesse a finanziamento riguardanti il vecchio impianto di affinamento di Molfetta;

L'Esecutivo, infine, ha stabilito che il Soggetto Beneficiario Consorzio di Bonifica Terre d'Apulia, prima dell'erogazione dell'anticipazione sulle quote di finanziamento, sarà chiamato a produrre in tempi definiti gli elaborati di propria competenza riguardanti il Piano di Gestione
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

La Giunta regionale ha rilasciato il parere di compatibilità paesaggistica alla Variante al PRG, adottata dal Comune di Modugno con le DCS n.51 e n.105 del 2015 e di cui alla DGR 737/2016 ed alla DCC 27/2017, con esclusione della modifica normativa dell'art. 4 Titolo II delle NTA relativo alle zone B1, B2 e B3.
Conseguentemente, l'Esecutivo ha  definitivamente  approvato la Variante al PRG per le modifiche alle NTA, adottata dal Comune di Modugno con le DCS n.51 e n.105 del 2015 e di cui alla DGR 737/2016 ed alla DCC 27/2017, con esclusione della modifica normativa dell'art. 4 Titolo II delle NTA relativo alle zone B1, B2 e B3  cui si provvederà con atto separato.
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
La Giunta regionale ha approvato  il "Regolamento per l'esercizio dell'attività pascoliva sul demanio civico comunale sottoposto a vincolo idrogeologico ai sensi del R.D.-Legge 3267/1923" ( Deliberazione del Consiglio Comunale n. 15 del 10.07.2017 del Comune di Rocchetta Sant'Antonio), con riferimento esclusivo agli aspetti attinenti alla gestione del demanio civico e dei relativi proventi, fermo restando l'obbligo di acquisizione di tutte le autorizzazioni preventive necessarie per l'applicazione dell'attività pascoliva. L'Esecutivo pugliese ha prescritto al Comune di Rocchetta Sant'Antonio la determinazione dei canoni di concessione e  la trasmissione al Servizio Urbanistica regionale  di copia dei provvedimenti di determinazione dei canoni medesimi, nonché un riepilogo, con cadenza annuale, delle somme incamerate per concessione di terre civiche.
 

mar, 20 febbraio 2018 @ 16:33

Testata editoriale - registrazione

(PressRegione - Agenzia Giornalistica,

Direttore responsabile Elena Laterza - Iscritta al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n. 26/2003)

 

ultimo aggiornamento: lun, 30 maggio 2016 @ 17:43