top
footer
cerca
areetematiche
menu
SEI QUI:
Ascolta

news 

PRELIEVO IN DEROGA DELLA SPECIE "STORNO": RIDOTTE LE AREE DI INTERVENTO

Con deliberazione n. 1903 del 17 novembre scorso, la Giunta regionale ha ridotto l'area di intervento del prelievo in deroga della specie "storno" alla sola Piana olivetata litoranea tra le province di Bari e Brindisi, con un prelievo massimo di n. 8.000 capi, stralciando le altre aree regionali olivetate contermini o caratterizzate dalla concomitante rilevata presenza di dormitori di popolazioni di storni ed elevata densità olivicola, già oggetto della precedente disposizione di ottobre scorso.

La riduzione dell'area di intervento si è resa necessaria a seguito dell'intervento del Ministero dell'Ambiente che ha avanzato osservazioni in ordine all'originaria disposizione, ritenendo non soddisfatti tutti i requisiti di legge.

Alla luce di tale ultima disposizione, gli uffici sono impegnati nella definizione delle specifiche n. 266 autorizzazioni programmate per l'esecuzione dell'intervento di prelievo nella sola Piana olivetata litoranea tra le province di Bari e Brindisi, che risulterà operativo dal 9 dicembre al 20 gennaio p.v, nonché nella definizione delle modalità per la verifica periodica dell'avanzamento dei prelievi.

I soggetti autorizzati, individuati in ordine cronologico tra coloro che hanno presentato istanza nel rispetto delle prescrizioni indicate DD. n. 036/211 del 12.10.2017 e specificamente per l'area di intervento Piana olivetata litoranea tra le province di Bari e Brindisi, riceveranno direttamente via posta il relativo tesserino regionale in tempo utile per l'avvio operativo dell'intervento. Gli stessi potranno operare il prelievo individuale massimo di n. 30 storni, articolato in massimo n. 10 capi/giorno, con l'impegno di comunicare periodicamente il numero complessivo di capi prelevati. 

mar, 28 novembre 2017 @ 10:48