top
footer
cerca
areetematiche
menu
SEI QUI:
Ascolta

news 

Inizio dell'anno scolastico: gli auguri dell'assessore Silvestri

Mi preme indirizzare agli studenti, alle loro famiglie, ai docenti e a tutto il personale delle scuole pugliesi, i miei più calorosi auguri perché quello che comincia sia un anno scolastico ricco e proficuo, in una fase – come quella che stiamo vivendo – di grandi cambiamenti e di importanti sfide per tutto il mondo dell’istruzione e della formazione.
La sperimentazione della Riforma Moratti nella nostra regione, prima che essere un riconoscimento al lavoro che in tema di istruzione il governo regionale sta conducendo, è un riconoscimento del Ministro alla ricchezza e alla vivacità culturale del sistema-scuola della Puglia. Il mio augurio è che questa consapevolezza, unita a un auspicato atteggiamento di fiducia nei confronti delle sfide che ci attendono per il rinnovamento della scuola italiana, porti ciascuno di noi a superare in maniera costruttiva le difficoltà, proprie delle fasi di transizione, che non sono mancate e non mancheranno. La Regione Puglia è in perfetta consonanza con l'idea della Riforma per cui educazione, istruzione e formazione sono processi che durano tutto l'arco della vita, anche in coerenza con l'obiettivo strategico dell'Unione europea per una formazione permanente. Di più: questa è una sfida che il Governo regionale ha raccolto in qualche maniera perfino in anticipo rispetto alla Riforma: favorendo, ad esempio, la flessibilità tra percorsi di istruzione e percorsi paralleli di formazione professionale. Da questo punto di vista, non ci sarà più contrapposizione tra percorsi, ma entrambi saranno fungibili vicendevolmente, per garantire a ciascuno studente la possibilità di personalizzare il proprio curriculum formativo, pur con un comune denominatore qualitativamente garantito. In questo senso l'enorme patrimonio rappresentato dall'istruzione professionale statale e degli istituti tecnici non andrà perduto, ma anzi troverà motivo di rinnovamento e rafforzamento realizzando quell'alternanza scuola-formazione-lavoro come nuova opportunità di arricchimento delle competenze dei nostri giovani. Chi sceglierà questo itinerario formativo non sarà in un "sottopercorso", ma anzi se finora si era visto in qualche maniera "costretto" all'abbandono scolastico, avrà la possibilità di un percorso, che comunque non sarà mai irreversibile, e certamente potrà risultare più vicino alla propria realtà e alle proprie esigenze formative. Per realizzare tutto questo, fondamentale sarà il ruolo delle famiglie, responsabili, naturalmente e costituzionalmente, dell'educazione dei propri figli. L'arricchimento dell'offerta formativa che verrà da questa scuola rinnovata non potrà che giovare al delicato e non facile compito che è loro proprio. Non meno fondamentale sarà la necessità che a raccogliere la sfida del rinnovamento siano anzitutto i docenti, i dirigenti e tutto il personale scolastico: i cambiamenti in atto comporteranno certamente una maggiore qualificazione del lavoro di ciascuno di loro e conseguentemente una maggiore gratificazione dell'impegno che profondono al servizio della scuola. Con questo spirito, formulo a tutti voi i miei auguri di buon anno scolastico. >Andrea Silvestri Assessore regionale alla pubblica istruzione
lun, 16 settembre 2002 @ 18:17