top
footer
cerca
areetematiche
menu
SEI QUI:
Ascolta

news 

Piemontese presenta "Luoghi comuni" all'Anci

"Luoghi Comuni" è partito. Un avviso pubblicato sulla piattaforma dedicata luoghicomuni.regione.puglia.it ha ufficialmente lanciato la nuova iniziativa delle Politiche Giovanili della Regione Puglia e dell'Agenzia Regionale per la Tecnologia e l'Innovazione, che finanzia i progetti di innovazione sociale delle organizzazioni giovanili pugliesi da realizzare in spazi pubblici poco utilizzati. Stamattina l'assessore regionale alle Politiche giovanili, Raffaele Piemontese, ne ha parlato nella sede della sezione pugliese dell'Associazione nazionale comuni italiani, ospite del presidente Domenico Vitto e del presidente di ANCI Giovani, Gianluca Vurchio, accompagnato dal commissario straordinario di ARTI Puglia, Vito Albino, e dalla dirigente della Sezione Politiche Giovanili e Innovazione sociale della Regione Puglia, Antonella Bisceglia.

 

"Vogliamo si scateni una competizione positiva tra Comuni e altri enti pubblici a chi offre di più, in termini di spazi sottoutilizzati da mettere a disposizione delle energie e delle idee delle organizzazioni giovanili", ha detto Piemontese osservando che "siamo partiti, stamattina, dall'Anci, dalla Casa dei Comuni, perché la sfida della collaborazione tra enti pubblici e organizzazioni giovanili del terzo settore si gioca anzitutto sulla capacità dei Comuni di aprirsi alla co-progettazione; la Regione ci mette le risorse e il know-how ma puntiamo molto sui Comuni affinché mettano a disposizione più spazi e sviluppino la co-progettazione in modo rapido e flessibile".

 

Da martedì 11 dicembre prossimo I Comuni e gli altri Enti pubblici possono candidare gli spazi da valorizzare sulla piattaforma di "Luoghi Comuni" che si popolerà progressivamente di tutti i beni a disposizione che non sono utilizzati a sufficienza. Non devono essere beni dismessi o in situazione di degrado perché, dei 40 mila euro del finanziamento regionale, solo una piccola parte potrà essere destinata a modesti interventi di manutenzione.

La mappatura dell'offerta potrà essere integrata anche dalle segnalazioni delle stesse organizzazioni giovanili che sceglieranno uno spazio tra quelli inseriti in piattaforma e candideranno un progetto di innovazione sociale da realizzare al suo interno.

Regione Puglia e ARTI valuteranno le proposte e sosterranno i progetti più

coerenti con gli obiettivi dell'iniziativa. Le organizzazioni giovanili realizzeranno il progetto finanziato, imparando-facendo, valorizzando lo spazio pubblico scelto e attivando il territorio.

 

"C'è un nuovo destino da costruire e realizzare nei quartieri urbani, piccoli paesi, piazze, palestre, scuole, stazioni: ovunque si possa generare un effetto comunità – ha sottolineato Raffaele Piemontese – perché sappiamo che, quando investiamo sui giovani, i giovani moltiplicano gli effetti di quell'investimento per quattro-cinque volte". 

 

Le risorse a disposizione sono 7 milioni di euro a valere sul "Patto per la Puglia" e sul "Fondo Nazionale per le Politiche Giovanili" ma già si pensa di incrementarle in rapporto al diffuso interesse che la nuova iniziativa ha già suscitato.

Per la prima volta si mobilitano risorse a favore delle organizzazioni giovanili del Terzo Settore, che siano costituite, che abbiamo la sede in Puglia e i cui organi direttivi siano composti in maggioranza da giovani fino a 35 anni.

La co-progettazione che si svilupperà sotto la guida degli staff delle Politiche giovanili e di ARTI è un innovativo strumento di collaborazione che consente alle amministrazioni pubbliche di attivare partenariati con soggetti operanti nel Terzo Settore per la realizzazione di servizi di interesse pubblico, fondandosi sui principi di sussidiarietà, trasparenza, partecipazione e sostegno dell'impegno privato nella funzione sociale. (com.)

mar, 20 novembre 2018 @ 17:39