top
footer
cerca
areetematiche
menu
SEI QUI:
Ascolta

news 

Concordato Ferrovie Sud Est: dichiarazione del Presidente della Regione Puglia

 
 
 
Con riferimento alla procedura di concordato preventivo di Ferrovie Sud Est e servizi automobilistici,  pendente dinanzi al Tribunale Fallimentare di Bari, nel corso dell'Adunanza dei creditori tenutasi in data odierna, il Presidente della Regione Puglia - presente in Aula - ha espresso il voto favorevole per i crediti chirografari vantati dalla Regione. In Adunanza il Presidente delegato dott. Magaletti ha rinviato la decisione sull'ammissione al voto di taluni crediti in qiamto contestati dalla Procura della Repubblica e da FSE.
 
"Grazie alla collaborazione tra la Regione Puglia, la nuova gestione di RFI e la Procura della Repubblica di Bari - dichiara il Presidente della Regione Puglia - si sta scoperchiando il verminaio della vecchia gestione delle Ferrovie Sud Est. Sono grato ai pubblici ministeri dottori Roberto Rossi, Bruna Manganelli e Luciana Silvestris per avere finalmente fornito all'opinione pubblica fatti e circostanze che dimostrano che quanto riferito due anni e mezzo fa al Ministro Delrio da me personalmente, richiedendo l'immediata sostituzione del vecchio management, aveva pieno fondamento. Sono grato al Ministro Delrio per avere ascoltato e dato seguito alle mie osservazioni dando inizio al risanamento della società attraverso l'intervento di RFI. Prezioso è il ruolo di Renato Mazzoncini e dei suoi collaboratori che stanno portando avanti con trasparenza e determinazione l'istanza di concordato preventivo per poter in questo modo, con la collaborazione della Regione Puglia, pagare i reali creditori della società  (ben tremila aziende e professionisti della Regione) individuando invece, con l'insostituibile apporto degli investigatori, quelli che hanno compartecipato dolosamente ad aggravare il dissesto della società. In questo modo stiamo assicurando la continuità del servizio di trasporto (pur tra mille difficoltà derivanti dalle omissioni e dai reati del passato) e dei livelli occupazionali degli incolpevoli lavoratori dell'azienda. Ringrazio in particolare il prezioso lavoro della sezione fallimentare e dei commissari che sotto l'esperta guida del Presidente Magaletti stanno tentando ogni strada per tutelare i creditori e al tempo stesso l'interesse pubblico. La partecipazione personale all'espressione del voto favorevole al concordato mirava a sottolineare l'attenzione e la gratitudine della Regione Puglia e mia personale verso tutti coloro che stanno riscattando col loro lavoro decenni di ladrocinii che hanno danneggiato l'immagine di una regione laboriosa e onesta. Mi auguri che i responsabili di tali atti abbiano il coraggio civile di collaborare con la Magistratura rivelando tutti i fatti e le persone responsabili dei gravissimi reati commessi. Solo in questo modo potranno riscattarsi e richiedere clemenza. Tra gli indagati e i soggetti informati sui fatti chi sa parli subito e aiuti la Puglia a fare giustizia".
ven, 02 febbraio 2018 @ 19:23