top
footer
cerca
areetematiche
menu
SEI QUI:
Ascolta

news 

Insediamento nuovo Consiglio generale dei Pugliesi nel Mondo. Emiliano: "A Bari nel giorno di San Nicola per rinsaldare il legame con le proprie radici"


SEDUTA DI INSEDIAMENTO DEL NUOVO CONSIGLIO GENERALE DEI PUGLIESI NEL MONDO
EMILIANO: "I PUGLIESI NEL MONDO A BARI NEL GIORNO DI SAN NICOLA PER RINSALDARE IL LEGAME
CON LE PROPRIE RADICI"
PUGLIAPROMOZIONE PRESENTA AVVISO DI 200MILA EURO RIVOLTO ALLE ASSOCIAZIONI DEI PUGLIESI

AL VIA PROGETTO SUL TURISMO DELLA MEMORIA


"La giornata di San Nicola, patrono della Puglia e non solo di Bari, una giornata simbolica per noi tutti, è stata destinata alla costituzione del Consiglio dei Pugliesi nel mondo. E stasera festeggeremo anche i dieci anni della ricostruzione del Teatro Petruzzelli, evento al quale tutto il Consiglio è invitato, e stabiliremo questa regola, che il Consiglio si ritroverà, sia a maggio che a dicembre, a Bari in Puglia proprio in occasione delle celebrazioni di San Nicola".

Così il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano intervenendo questa mattina a Bari, presso la sede della Regione in via Gentile, all'insediamento del nuovo Consiglio generale dei Pugliesi nel Mondo.

"Noi siamo una delle comunità più attive a livello internazionale – ha proseguito Emiliano -  siamo presenti in tutti i continenti, Australia, Sud America, Nord America ed Europa. I Pugliesi nel Mondo sono coinvolti in tutte le nostre attività di internazionalizzazione. Abbiamo standardizzato il calendario non solo delle partecipazione alle fiere ma di tutti gli eventi internazionali collegati al turismo o alla promozione delle attività economiche italiane all'estero. Stiamo insomma riattivando un settore che era stato, tra gli altri, fortemente deprivato, dopo i tagli alla spesa pubblica, di ogni sostegno. Ora stiamo utilizzando i fondi per l'internazionalizzazione delle imprese, non per finanziare a pioggia queste organizzazioni ma per affidare loro dei compiti di promozione turistica e di sviluppo economico".

Per quanto riguarda il ruolo di PugliaPromozione, Emiliano ha sottolineato quanto questa Agenzia "stia diventando uno strumento generale di comunicazione dell'identità della Puglia".

"Abbiamo scoperto – ha continuato il Presidente - che, al di là del suo lavoro strettamente tecnico legato al turismo che ovviamente Pugliapromozione continua a fare, serve anche costruire un'immagine che dica con chiarezza chi siamo e quali sono i nostri obiettivi. Sta diventando inoltre anche un soggetto di supporto agli uffici di internazionalizzazione delle nostre imprese".

"Pugliapromozione ha dato vita ad un bel progetto sul turismo della memoria – ha continuato Emiliano – un progetto che intende organizzare gite formative nei luoghi della Resistenza pugliese. La Puglia è stato uno dei luoghi dove è cominciata la lotta di Resistenza, mi riferisco al giorno dopo l'8 settembre a Bari, e ci sono stati un'infinità di altri luoghi dove la Resistenza ha preso le mosse e Bari è stata anche la città del Comitato di liberazione nazionale. Questo turismo, che mira a spiegare le nostre radici ai nostri concittadini all'estero, è un turismo molto importante anche dal punto di vista economico, perché ci sono oggi generazioni di pugliesi nel mondo che non hanno mai visto la Puglia e che sarebbero interessatissimi a tornare".

La Regione Puglia rilancia in maniera importante il ruolo dell'associazione Pugliesi nel Mondo. E lo fa annunciando due progetti che mirano a rafforzare i legami culturali, turistici ed economici della Puglia con l'estero attraverso questa grande rete.

Sono migliaia le donne e gli uomini emigrati dalla Puglia in tutti i continenti che, nell'avvicendarsi delle generazioni, hanno fatto crescere famiglie ed imprese, e che desiderano impegnarsi per mantenere vivo un rapporto con la loro terra d'origine.

A loro, ai Pugliesi nel Mondo, che nella loro vita quotidiana svolgono le più varie attività e hanno una miriade di relazioni, la Regione chiede collaborazione per promuovere la sua immagine a livello internazionale. Da qui l'idea, con PugliaPromozione, di sostenere progetti di valorizzazione che partano proprio da loro: immaginate, stando all'estero, di entrare in un ristorante pugliese e trovare materiale turistico con le proposte culturali per invogliare i clienti a fare un bel viaggio nella nostra regione. Oppure di andare a un evento professionale in qualche grande capitale e trovare del buon vino accompagnato da cibo pugliese, ascoltando musica tradizionale, per conquistare l'attenzione e il gradimento dei partecipanti. Con un investimento iniziale di 200mila euro, Pugliapromozione finanzia singoli progetti sino a 15mila euro che puntino proprio a far conoscere le bellezze pugliesi oltre i confini, attraverso iniziative capillari e dirette.

Ma c'è un secondo progetto che la Regione propone su un aspetto molto caro ai Pugliesi nel Mondo, così legati alle loro origini. Il progetto riguarda il cosiddetto Turismo delle Radici e della Memoria, che mira a valorizzare il patrimonio storico e culturale, specialmente legato ai luoghi della memoria, che si intende valorizzare attraverso la creazione di una offerta di percorsi di conoscenza che coinvolga tutti, dalle comunità all'estero, alle associazioni, fino ovviamente alle scuole.

Anche la Seduta di insediamento del Consiglio Generale dei Pugliesi nel Mondo, che si riunisce oggi a Bari, diviene un'occasione per rinsaldare i legami con le comunità all'estero. Presieduta dal Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, al Consiglio partecipano oltre 40 delegati provenienti da tutti i continenti. La data del 6 dicembre non è stata una scelta casuale: il presidente Emiliano ha voluto coinvolgere il Consiglio nei tanti appuntamenti in corso a Bari legati alle celebrazioni di San Nicola, con tutti gli eventi pubblici in programma, e nel decennale della ricostruzione del Petruzzelli.


AVVISO PUGLIAPROMOZIONE
Pugliapromozione ha previsto un budget di 200 mila euro per l'avviso rivolto proprio alle Associazioni dei Pugliesi nel mondo per farsi promotrici di proposte per la valorizzazione della Puglia all'estero e in Italia. Gli eventi organizzati dai Pugliesi nel mondo ruoteranno intorno all'enogastronomia, con iniziative di promozione, animazione e spettacoli dal vivo, rigorosamente con il brand Puglia. Ciascun evento, da organizzare nel 2019, potrà ottenere un finanziamento fino a 15 mila euro.

DELIBERA REGIONALE SUL TURISMO DELLA MEMORIA
Su indicazione del presidente Emiliano, è stata approvata in Giunta la delibera sul Turismo della memoria attraverso la quale verrà sviluppato l'ingresso di turisti che potranno visitare luoghi specifici della regione legati alla storia e alla memoria. Ad esempio il carcere di Turi dove Antonio Gramsci ha scritto i Quaderni ed è stato recluso anche Sandro Pertini. E ancora il teatro Piccinni di Bari, che presto sarà riaperto dopo i lavori di restauro, dove nel 1944 si riunì per la prima volta il Primo Congresso dei Comitati di Liberazione Nazionale, e poi Nardò dove si trova il Museo della memoria e dell'accoglienza legato alla diaspora degli ebrei.

CHE COSA È L'ASSOCIAZIONE PUGLIESI NEL MONDO
L'Associazione Pugliesi nel Mondo è strategica per una regione come la Puglia, ricca di tradizioni storico-culturali e con una forte spinta alla internazionalizzazione, che vuole mantenere un forte legame con i Pugliesi e con i loro discendenti emigrati. I Paesi che accolgono le comunità di pugliesi più numerose sono la Germania, la Svizzera, la Francia, il Belgio, l'Argentina e gli Stati Uniti. Questi paesi rappresentano i mercati di riferimento indicati nel Piano Strategico del Turismo Puglia365. 
Si tiene oggi la Seduta di insediamento del nuovo Consiglio Generale dei Pugliesi nel Mondo, nel corso della quale sarà eletto l'Ufficio di Presidenza e verranno stabiliti gli indirizzi operativi.

Sono all'incirca 180 le Associazioni di Pugliesi all'estero iscritte all'Albo regionale.

La sfida è quella di formulare delle proposte che, da un lato, possano tenere viva e diffondere la tradizione pugliese all'estero, con iniziative di ordine culturale e promozionale e, dall'altro, innescare processi di sviluppo economico legati alla promozione del territorio e all'internazionalizzazione delle imprese. Una sfida che parte con delle buone premesse, attesa anche la presenza di giovani forze nuove nel Consiglio Generale, che saranno in grado di offrire un notevole contributo.


CHE COSA È IL CONSIGLIO GENERALE DEI PUGLIESI NEL MONDO
La Legge Regionale n.23 del 2000 prevede, nell'ambito degli interventi a favore dei pugliesi nel mondo, il Consiglio Generale dei Pugliesi all'estero, un organismo di rappresentanza, proposizione e consulenza per i programmi e gli interventi a beneficio delle Associazioni dei pugliesi residenti all'estero, iscritte nell'Albo previsto dalla stessa legge regionale. Poiché il Consiglio Generale ha una validità di cinque anni, quest'oggi ci sarà la prima riunione del rinnovato Consiglio Generale dei Pugliesi nel Mondo, alla quale presenzieranno i consiglieri designati nel 2018 nel corso di Assemblee continentali, in Europa, Nord America, Sud America e Australia.

CHE COS'È L'UFFICIO DI PRESIDENZA
L'Ufficio di Presidenza del CGPM è un ristretto organismo di nove membri che ha la funzione di formulare proposte per il Piano annuale degli interventi, sulla base delle risorse finanziarie previste dal bilancio regionale e di formulare interventi ed azioni per lo sviluppo delle Associazioni degli emigrati pugliesi all'estero.
 

FOTO     FOTO2    FOTO3    FOTO4

link video Emiliano:

http://rpu.gl/hwjt8

 
gio, 06 dicembre 2018 @ 16:43