Direttore responsabile: Il Dirigente del Servizio Comunicazione Istituzionale
Bandiera Europa





Press Regione

Minervini e Vendola a presentazione "Generazione Bollenti Spiriti"

L’assessore alle Politiche Giovanili, Guglielmo Minervini e il presidente Vendola hanno partecipato questo pomeriggio a Bari, presso l’Officina degli Esordi, alla presentazione di “Generazione Bollenti Spiriti – Un viaggio nella Puglia che Cambia”, un progetto definito di “comunicazione e storytelling” che riassume 10 anni di politiche giovanili. Su www.generazionebs.it tutti i link a otto cortometraggi e un libro che raccontano "Bollenti Spiriti" attraverso le storie di 100 giovani protagonisti di iniziative finanziate con le azioni del programma della Regione.

“Dal mio punto di vita - ha spiegato Minervini - si tratta di un bilancio straordinario, perché abbiamo dimostrato che si può fare una politica pubblica in modo innovativo, diverso; una politica fondata sull'investimento di fiducia. La fiducia la abbiamo data ad una intera generazione di giovani, ottenendo una risposta straordinaria e la costruzione di un nuovo sistema economico. Siamo partiti 10 anni fa dall’idea che i giovani costituissero il nostro principale problema e, invece, concludiamo questo mandato con la consapevolezza che sono la nostra più pregiata risorsa”.

“Se non si avrà la delicatezza di conservare questi meccanismi c'è – ha concluso Minervini - il rischio che un’altra amministrazione regionale possa far saltare questa politica, fatta di procedure, relazioni e fiducia. Sarebbe un ritorno al passato. In fondo si tratta di pochi soldi rispetto alla montagna di fondi comunitari, che però certamente in questo caso hanno garantito un ritorno economico e di fiducia importantissimo. Ci è difficile pure spiegarlo a chi ci chiede da ogni parte d’Italia documentazione sul programma per copiarlo: non si è trattato della solita amministrazione che ha fatto un bando e poi è rimasta in attesa che qualcuno rispondesse. Abbiamo dato fiducia ai giovani e ne abbiamo ricevuta”.

Le 100 storie sono state selezionate in base al lavoro di monitoraggio sul follow up dei progetti realizzato negli anni dagli uffici regionali. Tutti i progetti presentati nella campagna hanno concluso le attività finanziate con le risorse del programma e proseguono in autonomia. Le100 storie diventeranno anche un libro e un e-book che sarà presto disponibile on line.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Lun, 13 Aprile 2015 @ 18:08  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Sasso: al via la seconda edizione di “CassanoScienza”
Questa mattina Alba Sasso, assessore al Diritto allo Studio e Formazione della Regione Puglia e Daniela Caponio, dirigente scolastico del liceo hanno illustrato il progetto di “Cassano scienza” e il programma dell’intera settimana, assieme a Alessio Perniola, direttore del festival, Vito Lionetti, sindaco di Cassano, Domenico Busto, vicesindaco di Acquaviva delle Fonti. “ Un’iniziativa straordinaria- ha commentato l’Assessore Sasso- che mette al centro il tema del sapere della scuola che sempre di più dovrà confrontarsi con il cammino della scienza e con le straordinarie scoperte e innovazioni che irrompono nella nostra vita. Un sapere è vitale se aiuta a porsi delle domande, a trovare le connessioni tra i vari modi di leggere la realtà, se promuove forme di solidarietà e di responsabilità. Il lavoro di queste ragazze ragazzi nei laboratori allestiti nella scuola è il risultato di una didattica che si basa sull’imparare facendo. Un esempio – sostiene Alba Sasso - di come dovrebbe essere una scuola nella quale gli studenti siano protagonisti attivi, insieme ai docenti, del loro percorso di studi. Il percorso scolastico deve formare persone che escano dalla scuola “con la cartella leggera e la mente ben attrezzata”. “L’obiettivo condiviso è quello di rimuovere i tabù sulle scienze e “contagiare” di passione scientifica l’intera comunità cittadina, regionale ed extraregionale. Partendo dalle aule scolastiche e attraverso attività laboratoriali, dibattiti e conferenze con illustri autori e scienziati e soprattutto attraverso inedite strategie divulgative come giochi, fiere e contest scientifici. La scuola diventa un vero e proprio centro di promozione culturale, capace di interagire con il contesto sociale di appartenenza e di valorizzarne le risorse”, spiega Daniela Caponio, dirigente scolastico del liceo scientifico Leonardo Da Vinci di Cassano delle Murge, dove si svolge il festival di Cassanoscienza. Il festival, patrocinato dalla Regione Puglia e Città metropolitana di Bari, nasce da un’idea del liceo scientifico “Leonardo Da Vinci” di Cassano delle Murge insieme all’associazione di divulgazione scientifica Multiversi-WloWorld, che si sta distinguendo su tutto il territorio nazionale ed europeo per l’efficacia della sua innovativa metodologia applicata all’insegnamento delle scienze matematiche, fisiche, naturali. L’evento sta coinvolgendo migliaia di studenti da tutta la regione che parteciperanno agli incontri e saranno protagonisti di esperimenti e laboratori scientifici. Il festival “CassanoScienza”, quest’anno dedicato al tema delle “Trasformazioni”, si articola in 5 sezioni: - Conferenze, incontri con autori di libri, dibattiti inerenti con personaggi di spicco del mondo scientifico. Tra gli ospiti lo scrittore canadese Dan Folk, Paolo Canova (matematico) e Digo Rizzuto (fisico) con “Fate il vostro gioco” una conferenza spettacolo che spiega tutti gli inganni del gioco d’azzardo; Mario Sora, presidente Unione astrofili italiani; Walter Ferreri, esperto di asteroidi, ne ha scoperti circa una quarantina, tanto che nel 1987 un pianetino è stato battezzato col suo nome: 3308 Ferreri; Felice Cimatti, docente di Filosofia del linguaggio all'Università della Calabria e conduttore del programma Fahrenheit su Radio3; il gruppo teatrale torinese “Gruppo Ironici d’Assalto” che sorprenderà con uno spettacolo teatrale-matematico dal titolo “Il tempo della forma e della sostanza”. - Laboratori interattivi in cui gli stessi studenti sono protagonisti della divulgazione tramite attività sperimentali realizzate sia con materiale povero sia con le moderne attrezzature di laboratorio di cui la scuola è dotata (in allegato il programma dei laboratori). - Fiera della scienza: Il festival si concluderà con spettacoli teatrali e musicali che sabato 18 e domenica 19 aprile trasformeranno il centro storico di Cassano delle Murge in un “luna-park” della scienza aperto al pubblico. - Mostra di prodotti multimediali realizzati dagli studenti sulla storia della scienza. I lavori saranno realizzati e condivisi tramite: computer, LIM, strumenti di registrazione audio/video, piattaforma e-learning Moodle e di social-learning Splash. - Concorso “Scienza_in_Azione”- Premio Liliana Pietroforte che premierà l’esperimento più interessante e coinvolgente tra quelli proposti dagli studenti di Puglia e Basilicata. (comun.)
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Lun, 13 Aprile 2015 @ 17:32  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Finanziato dalla Giunta Parco Urbano dell’ex Galateo di Lecce
L’assessore Loredana Capone: Restituiamo il parco del galateo ai cittadini leccesi Da oggi la ristrutturazione del parco urbano dell’ex Galateo di Lecce è realtà. L’intervento di realizzazione è stato approvato dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone. Un milione e 200 mila euro per la messa in sicurezza e rifunzionalizzazione dell’area verde circostante all’immobile dell’ex Galateo e la realizzazione di infrastrutture che garantiscano il miglioramento delle condizioni di fruibilità della città da parte di cittadini e turisti. “Il parco dell’ex Galateo tornerà nelle mani del suo quartiere, della sua città, dei suoi cittadini – ha detto l’assessore Capone. E’ una storia lunga anni di anni di abbandono che abbiamo portato finalmente a una svolta importante. Un nuovo spazio di aggregazione per i cittadini leccesi ma anche un luogo per integrare i percorsi turistico-culturali della città. L’intervento prevede, infatti, l’inserimento di opportune infrastrutture destinate a servizi. E’ la vittoria della buona politica a vantaggio del territorio e dell’ambiente. Adesso occorrerà, d’intesa con il Comune di Lecce, lavorare su un protocollo per la gestione del parco in modo che tutti possano fruirne. Ora stoamo vagliando le varie ipotesi di finanziamento della ristrutturazione dell'immobile compatibili con la nuova programmazione ”. L’intervento regionale prevede la realizzazione di recinzione, vialetti, arredo, rete fognante, illuminazione, blocchi per servizi e aree attrezzate.(comun.)
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Lun, 13 Aprile 2015 @ 16:45  » Comunicati sedute Giunta Regionale «
Crollo soffitto. Giannini:per sicurezza scolastica, meno demagogia
Di seguito, una nota dell’assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Giovanni Giannini, sul crollo del soffitto alla scuola elementare di Pessina di Ostuni: “Il rispetto nei confronti dei due bambini e della loro insegnante rimasti feriti nel crollo di parte del soffitto della scuola elementare Pessina di Ostuni e dei loro familiari, non può essere contaminato da sterili ed inutili polemiche sollevate, peraltro, senza la piena conoscenza dei fatti. “Non servono infatti leggi con profili di illegittimità costituzionale e soprattutto senza alcuna copertura finanziaria ad evitare l’accadimento di fatti come quello avvenuto questa mattina in una scuola in cui, dopo lavori di ristrutturazione iniziati nel 2010, le lezioni erano riprese solo tre mesi fa. “Non sarebbe stato certo il “fascicolo del fabbricato” ad evitare il distacco dell’intonaco dal soffitto di un’aula appena ristrutturata ma, come le indagini giudiziarie andranno a chiarire, sarebbe, verosimilmente, bastato un comportamento più professionale e coscienzioso di qualcuno che ha avuto parte nell’esecuzione dei lavori da poco terminati e nel loro collaudo. “Recentemente la Regione ha confermato di voler affrontare il problema della sicurezza scolastica non con demagogia ma con azioni concrete come ha dimostrato con il recente bando che ha messo a disposizione per la scuola primaria dell’infanzia e secondaria di primo grado, ben 54 milioni di euro finalizzati a realizzare interventi infrastrutturali tesi a conseguire la maggiore e più completa fruibilità degli immobili scolastici. “Resta, in ogni caso, nell’agenda regionale l’impegno a dotarsi di una nuova norma in materia di fascicolo di sicurezza dei fabbricati.”
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Lun, 13 Aprile 2015 @ 16:40  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Xylella: Nardoni replica a Bonelli

Di seguito, una nota dell’assessore alle Risorse agroalimentari, Fabrizio Nardoni: “Avevamo richiesto già al principio di questa terribile vicenda che sta colpendo il nostro patrimonio di ulivi nel Salento, la nascita di una sensibilità comune che trasformasse un dibattito sterile in un progetto condiviso da tutta la comunità pugliese relativo alla salvezza di ciò che sacro non solo agli olivicoltori o cittadini di quella parte di Puglia colpita dalla Xylella, ma a tutti noi. “Siamo costretti invece ad assistere, forse in un dei giorni più difficili di questa emergenza, all’ennesima fuga in avanti, in cerca di visibilità a buon prezzo di chi parla senza conoscere evidentemente il difficile percorso compiuto fin qui.

“Mi riferisco, in particolar modo, al rappresentante dei Verdi, Angelo Bonelli che continua a chiedere la mia testa come se questo fosse utile alla causa o alla soluzione del problema. “La seconda richiesta di mie dimissioni da parte del rappresentante dei Verdi arriva però, a distanza solo di pochi giorni, proprio mentre la Puglia tutta dovrebbe dare invece prova di coesione e forza, perché nella prossima riunione di Bruxelles gli stessi commissari che volevano blindare tutta la Regione, o proponevano soluzioni estreme, potrebbero tornare a chiederci interventi duri e radicali. “Abbiamo difeso con le unghie e con i denti ogni singolo albero della nostra terra, prima riconoscendolo patrimonio monumentale, censendolo, impedendo che ci fosse rubato, e ora in questa emergenza, sfidando l’Europa con tutti i mezzi a nostra disposizione e scongiurando l’eradicazione totale richiesta più volte dai Commissari europei. “Continueremo a farlo, consapevoli però che per difendere il tutto bisognerà sacrificare alcuni di questi simboli millenari della nostra terra. Così come i sette sacrificati oggi! “

Chi agisce nel sottobosco della polemica strumentale, agitando dubbi e sospetti, omette il fatto che da subito in questa vicenda sono intervenuti scienziati provenienti da tutto il mondo e organismi di controllo che ora fanno parte del Comitato tecnico-scientifico nazionale. “Attaccare Nardoni serve solo a guadagnarsi qualche titolo in più sulle pagine dei giornali, ma per risolvere il problema serve studio e lavoro serio!” -com.-

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Lun, 13 Aprile 2015 @ 16:29  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Giunta regionale. Lavori odierni conclusi
Di seguito la sintesi dei principali argomenti discussi ed approvati dalla Giunta regionale: La Giunta regionale ha espresso parere favorevole per l’emissione, da parte del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, del decreto di limitazione allo sbarco ed alla circolazione nel Comune delle Isole Tremiti per il periodo dal 1° aprile al 30 settembre 2015. ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ La Giunta regionale ha approvato il progetto definitivo per la realizzazione del progetto industriale da realizzarsi negli anni 2014-2015, presentata dall’impresa CALF 96 srl-Ostuni, per un importo complessivo ammissibile di € 4.447.739,69, comportante un onere a carico della finanza pubblica di € 1.564.018,88 e con la previsione di realizzare, a regime, un incremento occupazionale non inferiore a n. 6 unità lavorative (ULA. ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ La Giunta regionale ha approvato lo schema di Protocollo di intesa tra Regione e Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, il Segretariato regionale della Puglia, l’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione dei beni Culturali e l’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro per concorrere alla costituzione della Carta dei beni culturali della Puglia. ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ La Giunta regionale ha preso atto della comunicazione resa dall’assessore alle Politiche Attive, Guglielmo Minervini in ordine alla delibera1976/13 relativa a “ Principi e linee guida sulla partecipazione ai processi di trasformazione del territorio”. ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ La Giunta regionale ha approvato il bilancio di previsione 2015, il bilancio pluriennale di previsione 2015-2017, il programma delle attività dell’AREM, e la relazione del Collegio dei Revisori . ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ La Giunta regionale ha approvato la variante urbanistica per la ripitizzazione del lotto di proprietà della Sig.ra R….,nel territorio del Comune di Nardò, adottata con la delibera del Cons. Comunale 135(2014, con prescrizioni e modifiche. ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ La Giunta ha preso atto del protocollo d’intesa relativo alla definizione di procedure omogenee su tutto il territorio della Corte di Appello di Bari per gestire le notizie di reato aventi ad oggetto lesioni gravi o gravissime o morte verificatesi in occasione di rapporto di lavoro dipendente. Scopo del Protocollo, in particolare, la definizione delle modalità di conduzione delle indagini ai fini di assicurare una copertura omogenea su tutto il territorio in questione.
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Lun, 13 Aprile 2015 @ 15:58  » Comunicati sedute Giunta Regionale «
Crollo scuola Ostuni. Vendola Sasso: "Inaccettabile, una vicenda gravissima"

 “La messa in sicurezza delle scuole in tutta Italia è una grande questione che deve interrogare ed interpellare il governo e la politica, ma ad Ostuni si è sfiorata una strage. Le notizie che ci danno gli amministratori locali è che si tratta di una vecchia scuola la cui ristrutturazione è durata ben cinque anni e che solo recentemente è stata consegnata. Questo rende particolarmente insopportabile quanto è accaduto, il rischio che hanno corso i bambini e le ferite che due hanno riportato. Tutto questo è inaccettabile. Chiedo si faccia piena luce su questa vicenda e che i responsabili di quello che appare come un crimine nei confronti dei bambini vengano assicurati rapidamente alla giustizia”.

Così il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, incontrando i giornalisti a margine di un incontro, a proposito del crollo verificatosi nella scuola Pessina di Ostuni nel quale sono rimasti feriti due bambini di 7 anni e una insegnante.

Questa mattina si è recata immediatamente sul posto l’assessore regionale al Diritto allo Studio Alba Sasso che ha incontrato in ospedale le famiglie dei bambini feriti e l’insegnante coinvolta.

“Una vicenda gravissima - ha commentato la Sasso - una cosa che non doveva assolutamente succedere dal momento che l’edificio scolastico era stato completamente ristrutturato e riconsegnato solo qualche mese fa. Abbiamo sfiorato la tragedia. Si è evitato il peggio, solo grazie alla prontezza degli insegnanti che hanno immediatamente allontanato i bambini dall’aula. Mi chiedo se e come siano stati fatti i dovuti controlli su un luogo che accoglie i bambini e che quindi dovrebbe garantire massima serenità e sicurezza alle famiglie”.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Lun, 13 Aprile 2015 @ 15:25  » Comunicati S. Stampa Presidente «
Vendola Barbanente firmano per valorizzazione territoriale ex caserma Rossani



Il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, il presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna e il sindaco di Bari Antonio Decaro hanno sottoscritto questa mattina l’accordo di valorizzazione territoriale per la ex Caserma Rossani di Bari. Con loro, la vicepresidente Angela Barbanente e gli assessori comunali Carla Tedesco e Vincenzo Brandi. Nell’area saranno allocate la Teca del Mediterraneo, biblioteca regionale e la Mediateca regionale.
“Quale fu la ragione per cui ci siamo “inventati” il Patto per Bari? – si è chiesto durante le conclusioni della conferenza stampa il presidente Vendola – Il fatto era che i flussi dei finanziamenti per le opere per la città è costante, ma quel che mancava era una visione di insieme. Avevamo una fotografia di una comunità urbana fatta di alte potenzialità e di ferite profonde. Ad esempio, le ferite legate al deficit di verde o alle fratture urbane delle barriere di muri e binari. Con il Patto per Bari abbiamo deciso di operare una ricucitura, guardando alle reti culturali la cui riqualificazione si sta operando con una visione d’insieme. Penso al Miglio dei Teatri, per il quale la visione, la strategia, l’innovazione sono stati metodi fondamentali. Sappiamo anche che le archistar in Italia hanno firmato le peggiori opere pubbliche e i peggiori quartieri di periferia, che sono in gran parte griffati, anche perché i cittadini destinatari sono stati considerati muti e incompetenti. A Bari, con la Rossani abbiamo provato un modello diverso, quello basato sulla partecipazione, per cercare la visione e le competenze dei cittadini. Dare 8 milioni di euro regionali e europei al Comune non significa solo costruire mediateca e biblioteca regionali, ma significa chiedere ai cittadini come spendere quei soldi nella riqualificazione di un pezzo di città. I cittadini saranno quindi protagonisti perché la Rossani diventi uno dei parchi urbani più importanti d’Italia: una cittadella della qualità della vita, della cultura, dell’innovazione non calate dall’alto, ma studiata insieme a chi vive il quartiere tutti i giorni. Perché non si può modificare uno stato urbano senza sentire chi la città la abita. Per questo ringrazio gli assessori Barbanente e Godelli e i tecnici. La sequenza di accordi e di atti firmati in questi giorni per Bari ci consentono di vedere un mosaico fatto di tanti tasselli che rappresenta una Grande Bari dove non costruiamo astronavi, ma una città snodo di vite, più civile e moderna, a misura di uomo e di donna”.

 comunicato congiunto Regione-Comune di Bari

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Lun, 13 Aprile 2015 @ 15:07  » Comunicati S. Stampa Presidente «
Rianimazione d'Urgenza al Policlinico. Vendola: Eccellenza per sistema pugliese"

 “Ogni settimana l’ospedale di Puglia, il Policlinico di Bari, fa un passo in avanti in termini di eccellenza. Oggi il reparto di rianimazione d'urgenza diretto dal professor Tommaso Fiore è un’altra eccellenza a disposizione del sistema sanitario pugliese. Sono contento di venire con un ritmo così accelerato al Policlinico di Bari e ci tengo a tornare molte altre volte prima di andarmene per una lunga vacanza”.

Così il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola intervenendo questa mattina alla inaugurazione della Rianimazione d’Urgenza del Policlinico di Bari insieme con il direttore prof. Tommaso Fiore e il Direttore Generale Vitangelo Dattoli.

“Occorre partire dalla consapevolezza che eravamo in pieno medioevo nel 2005 – ha aggiunto il Presidente - e che il sistema sanitario pugliese, dal punto di vista delle infrastrutture, delle strutture e della modernizzazione ha fatto qualche secolo di strada. Gli obiettivi da raggiungere sono ancora molteplici. Sono sempre necessarie le attenzioni al contenimento della spesa sulla spesa inappropriata. Bisogna fare in modo che le risorse vengano veramente utilizzate per dare soddisfazione alla domanda di salute dei cittadini pugliesi. Vorrei anche ricordare che la povertà è causa di malattie e che il problema principale che abbiamo, non in Puglia, ma in tutta Italia e in una parte rilevante dell’Europa, è che non si può fare buona sanità se non c’è giustizia sociale, se non c’è lotta contro la povertà”.

 

... continua
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Lun, 13 Aprile 2015 @ 14:23  » Comunicati S. Stampa Presidente «
Sasso appuntamenti per lunedì 13.4
Oggi, l’assessore al Diritto allo Studio e Formazione, prof.ssa Alba Sasso, parteciperà, presso l’Auditorium del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Cassano delle Murge alla conferenza di apertura dell’evento: “Festival Scientifico Cassanoscienza 2015. Il Festival “Cassanoscienza”, alla cui organizzazione partecipano attivamente gli studenti e i docenti del Liceo Scientifico e Classico di Cassano, in collaborazione con enti, associazioni e realtà scientifiche che operano sul territorio, è una manifestazione annuale di divulgazione scientifica, rivolta a tutti i cittadini del territorio e, in particolare, agli studenti di scuole di ogni ordine e grado di Puglia e Basilicata. IL Festival si terrà dal 13 al 19 aprile presso il Comune di Cassano e presso l’IISS “Leonardo da Vinci”.
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Lun, 13 Aprile 2015 @ 11:23  » «
(PressRegione - Agenzia Giornalistica,
Direttore responsabile Susanna Napolitano - Iscritta al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n. 26/2003)