Direttore responsabile: Dott.ssa Antonella Bisceglia
Bandiera Europa





Press Regione

Ex OM. Emiliano: "Abbiamo vinto battaglia, ora portiamo a casa altre vertenze"

 

“La battaglia per il lavoro è la battaglia centrale e questo risultato è stato possibile raggiungerlo grazie ad un gioco di squadra. Noi abbiamo altre vertenze che hanno bisogno di attenzione e sostegno. La Manfredonia Vetro ad esempio, ha bisogno del vostro aiuto e dobbiamo trovare, anche lì, un imprenditore intelligente e capace di comprendere le potenzialità di quell’azienda. E proprio qualche sera fa, nel festeggiare la conclusione positiva della vertenza ex-Om, ho incontrato i rappresentanti dei possibili acquirenti della Manfredonia Vetro. L’unità fa la forza”.

Così il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, intervenendo questa mattina presso la sede dell’Assessorato Regionale al Lavoro a Bari, alla conferenza stampa di presentazione del progetto industriale che caratterizzerà la produzione delle automobili made in Puglia della LCV-TUA Autoworks. Presente l’amministratore delegato della TUA Industries e i rappresentanti della proprietà, i Sindaci di Bari Antonio Decaro e di Modugno Nicola Magrone, gli assessori regionali allo Sviluppo Economico Loredana Capone e al Lavoro Sebastiano Leo, il presidente della Task Force Occupazione della Regione Puglia Leo Caroli, e tutti i lavoratori e le organizzazioni sindacali. Contestualmente è stato firmato il verbale di concessione della cassa in deroga, che consentirà ai lavoratori di avere continuità reddituale e contributiva sino all'avvio effettivo della produzione.

... continua
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Gio, 22 Dicembre 2016 @ 14:25  » Comunicati S. Stampa Presidente «
Bilancio Lezioni di Storia. Emiliano: "Se prosegue iniziativa, noi ci saremo"

“Se questa bellissima iniziativa proseguirà, noi ci saremo”.
Così il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano partecipando questa mattina a Bari alla conferenza stampa di bilancio della prima edizione delle Lezioni di Storia al Teatro Petruzzelli con il ciclo La Storia nell’Arte, sei lezioni che per la prima volta si sono tenuta in una città del Sud. L’iniziativa è frutto di una proficua alleanza tra il privato (gli editori Laterza) e il pubblico (Fondazione Teatro Petruzzelli) con al fianco gli amministratori pubblici.

“Questo per me è un luogo dell’anima per molte ragioni – ha continuato Emiliano – e quando una mattina sono passato di qui e ho visto una lunga fila di persone, mi sono molto incuriosito. Entrando in teatro, ho scoperto una grande quantità di persone stimolata e intrigata da una semplicissima e tradizionalissima forma di comunicazione. Ecco, grazie all’intuito formidabile dei Laterza e del Comune di Bari, siete riusciti a coinvolgere un pubblico enorme, siete riusciti a guidarli nell’approfondimento di alcuni spunti di discussione”.

“Continuo a pensare – ha aggiunto il Presidente - che imparare le cose nella vita sia sempre straordinario e questa iniziativa, non commerciale e che ci ha fatto imparare molte cose, ha colmato una specie di fame di cultura. Questa sensazione di vivere meglio attraverso un evento, è una sensazione che la città ha colto veramente. Mentre per altre cose i protagonisti dell’evento devono chiamare per avere la partecipazione del pubblico, per questo evento si è instaurato un meccanismo differente, un meccanismo proattivo perché la cultura è anche energia potentissima. Ripeto – ha concluso Emiliano - se questa iniziativa, come spero, proseguirà, la Regione ci sarà”.

Alessandro e Giuseppe Laterza, presenti in conferenza stampa, non hanno perso tempo e hanno già annunciato la seconda edizione di Lezioni di Storia da tenersi a Bari in autunno 2017. Anche il tema è stato tracciato, e cioè le riflessioni sul Viaggio nella Storia “perché è importante proseguire con questi appuntamenti nell’unica città al di sotto di Roma nella quale si svolgono le Lezioni”.

Per l’assessore alla cultura del Comune di Bari, Silvio Maselli “questa iniziativa ha dimostrato che a Bari esiste, ed è ampia, una cittadinanza culturale”. Infine per il Sovrintendente del Teatro Petruzzelli Massimo Biscardi, “ora il Teatro è percepito come luogo della cultura a Bari, un luogo di unione, e non più di lotta, tra le istituzioni”.

FOTO

 

 

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Gio, 22 Dicembre 2016 @ 12:45  » Comunicati S. Stampa Presidente «
Bilancio regionale: Emiliano interviene in Aula

Il presidente della Regione Michele Emiliano ha aperto il suo intervento in aula ringraziando gli uffici e l’assessore al bilancio per il lavoro effettuato. Ha ricordato che la Giunta lavora, rispetto al passato, con un terzo della forza lavoro in meno.

“Non è una cosa da poco – ha detto - essere dieci e non quindici assessori è una differenza enorme. In qualunque gruppo di lavoro, avere un terzo della forza lavoro in meno creerebbe problemi, al punto che il Presidente è spesso impegnato direttamente nelle istruttorie e in quel lavoro di frequentazione dei Ministeri, della Conferenza Stato-Regioni, che normalmente, in passato, veniva delegato ai singoli assessori”.

E a tal proposito Emiliano ha però citato l’importanza di discutere personalmente del Piano di riordino e delle sue prescrizioni con la dott. Adduce, o di essere presente ai tavoli romani dove si discutono le vertenze occupazionali, come ex Om o Manfredonia vetro. Tutte operazioni che il Presidente non può demandare ad altri:

“Governare – ha detto Emiliano rispondendo alla consigliera Laricchia -  non è un’attività che si fa con i comunicati stampa. Ma con il sudore. Il sudore, ovviamente, bisogna impararlo da piccoli. Bisogna lavorare. Attraverso sacrifici, bisogna apprendere il rispetto degli altri. Capisco le necessità dell’opposizione, ma vi prego: tenete sempre il programma in una mano e verificate se stiamo realizzando le cose scritte. Se non le stiamo realizzando, ce le sollecitate”. “Credo che il rispetto tra le persone – ha proseguito - consista nel fare ciascuno la propria parte. Nessuno vi contesta il fatto che dobbiate fare l’opposizione, ma fatela senza creare una rappresentazione offensiva, senza contribuire a togliere la fiducia della popolazione nelle Istituzioni. Voi potete criticarmi con la verità, ma delegittimarmi con le bugie è un’operazione dannosa per tutti, non solo per me. Anzi, devo dire, in questo caso, più per voi”.  

Emiliano ha sottolineato che la sua presenza sui media è principalmente volta a portare all’attenzione nazionale questioni – a volte gravissime - che attengono alla Puglia: “Questa Regione si è guadagnata il rispetto degli altri. Quando diciamo una cosa siamo presi sul serio. Quando ad esempio presentiamo una proposta di decarbonizzazione che viene riconosciuta come interessante dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, viene presentata prima a Parigi alla Conferenza sul clima e poi di nuovo a Marrakech, quando il CNR, a nome del professor Inguscio, ci dice che sta lavorando a questa ipotesi e che vuole collaborare con noi, siamo presi sul serio. Qui lavoriamo dalla mattina alla sera, per la Puglia, non certo per scalare i partiti”.  

Emiliano è poi intervenuto sul tema Acquedotto: “Nel nostro programma di Governo la privatizzazione dell’Acquedotto pugliese è esclusa, non è possibile, non ci sarà mai, almeno fino a quando io sarò Presidente. Dopodiché, stiamo cercando finalmente di uscire dall’epoca in cui il management dell’Acquedotto pugliese aveva connotazioni politiche e stiamo andando ad una gestione puramente manageriale, che probabilmente ci porterà anche alla fine a risparmiare dei soldi, perché è possibile che alcune figure manageriali, quindi non politiche, che sono in un Consiglio di Amministrazione riassumano anche i poteri di direzione generale”.  

E a proposito di Sanità “È in corso una rivoluzione – ha ribadito - all’Oncologico, grazie ad uno spunto che venne proprio dall'opposizione a inizio della legislatura. Noi abbiamo sempre espresso gratitudine per quelle intuizioni e abbiamo dato seguito. Mi sarebbe piaciuto che benisse riconosciuta la positività del percorso avviato insieme”.   “Su Xylella abbiamo risolto il conflitto violentissimo che c’era tra l’Unione europea e la Regione Puglia. Adesso siamo usciti dall’emergenza. L’ARIF, su disposizione della Regione Puglia, fa regolarmente migliaia di monitoraggi, tiene sotto controllo la situazione e quando è necessario intervenire secondo le indicazioni dell’Unione europea, che ha riscontrato il nostro buon lavoro”.

“Quanto al RED, avevamo detto che avremmo ammesso le prime persone entro la fine di dicembre. Oggi è 21, quindi mancano dieci giorni. Oggi sono state spedite 9.500 lettere ai 9.500 ammessi al RED: stamattina. Avevamo previsto 3.000 entro fine anno e siamo arrivati a 9.500”. Emiliano ha ricordato che si tratta di un’operazione poderosa, una sperimentazione, non priva di rischi, come tutte le cose della vita. “Ma la vita reale è fatta di sfide che si risolvono mattone per mattone”. Un lavoro, ha precisato il presidente, che non viene fatto solo da un uomo solo, ma da un’intera organizzazione regionale fatta da migliaia di persone “Sono orgoglioso di loro, perché ciascuno dei dipendenti di questa Regione si sta impegnando moltissimo”.

I rifiuti: “Noi l’Agenzia l’abbiamo costituita quattro mesi fa e abbiamo già fatto un bando importantissimo che, peraltro, ha subìto le sue brave contestazioni. Adesso ascolterò le organizzazioni ambientaliste che ritengono che gli impianti di compostaggio siano particolarmente pericolosi. Ci sono delle teorie che sostengono che il compostaggio per il biogas sia pericoloso. Io, ovviamente, ho informazioni diverse. Altrimenti, quel bando, in quel modo, forse lo avrei ostacolato. Non che abbia un diretto potere di farlo, perché si fonda su una serie di norme e di regole che prescindono dall’indirizzo politico della Giunta. Spero che questo sia chiaro a tutti. È evidente, però, che, nel nostro potere di vigilanza, avrei anche potuto chiedere chiarimenti sul punto, cosa che farò. Però, tutte le normative nazionali ambientali spingono in quella direzione e “siamo tenuti” a predisporre i bandi in quella maniera perché queste sono le linee di indirizzo.  

Emiliano ha poi parlato del gasdotto Tap, utile per decarbonizzare Ilva, fermo restando il problema dell’approdo a Melendugno (la Regione chiede che venga spostato più a nord). "Il bilancio risponde a queste esigenze, soprattutto, avrebbe detto il Papa, quelle delle persone piccole". “L’indirizzo politico di questa Regione è chiaro come il sole: stare dalla parte dei più deboli, dalla parte del creato, dalla parte delle cose innovative che tutelano la salute delle persone e che soprattutto ci consentono di andare verso un futuro migliore.

È talmente chiaro questo messaggio che l’ha capito tutta l’Italia”. “È ovvio – ha concluso Emiliano - che abbiamo certamente commesso degli errori ed è lì che entrate in campo voi consiglieri, con affettuosa sorveglianza per limitare questi errori e se è possibile addirittura per trasformarli in cose positive.  Vi ringrazio già da adesso per la fatica che farete nell’approvazione di questo bilancio”.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 21 Dicembre 2016 @ 20:14  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Emiliano, Capone e Leo domani presentano progetto Tua Autoworks
Sarà presentato per la prima volta domani il progetto industriale che caratterizzerà la produzione delle automobili made in Puglia della LCV-TUA Autoworks. Lo annuncia il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano che ha convocato per domani una conferenza stampa con l’amministratore delegato della TUA Industries e i rappresentanti della proprietà. Interverranno i sindaci di Bari Antonio Decaro e di Modugno Nicola Magrone, gli assessori regionali allo Sviluppo Economico Loredana Capone e al Lavoro Sebastiano Leo, il presidente della Task Force Occupazione della Regione Puglia Leo Caroli, e saranno presenti tutti i lavoratori e le organizzazioni sindacali. Sempre domani, sarà firmato il verbale di concessione della cassa in deroga, che consentirà ai lavoratori di avere continuità reddituale e contributivà sino all'avvio effettivo della produzione. La conferenza si terrà domani, giovedì 22 dicembre, alle ore 10.45, nella sede dell’assessorato al Lavoro della Regione Puglia, in via Corigliano 1, sala conferenze, piano terra.
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 21 Dicembre 2016 @ 18:04  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Emiliano domani a conferenza stampa "Lezioni di Storia" di Laterza

 Domani, Giovedì 22 Dicembre alle ore 10.00 presso il Teatro Petruzzelli di Bari, il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano interverrà alla conferenza stampa conclusiva del ciclo di incontri "Le lezioni diStoria", promossa dagli Editori Laterza e dalla Fondazione Petruzzelli, con il patrocinio del Comune di Bari. Interverranno col Presidente Emiliano anche Massimo Biscardi, Antonio Decaro, Alessandro e Giuseppe Laterza.

 
 
 
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 21 Dicembre 2016 @ 16:42  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Santorsola: accordo per compostiere di comunità nelle carceri

 


“Nei giorni scorsi è stata avviata una interlocuzione tra le strutture
tecniche dell’Assessorato all’Ambiente della Regione, il
provveditorato del dipartimento carcerario di Puglia e Basilicata e i
comuni sul cui territorio insistono degli istituti di pena, con
l’obiettivo di installare nei comprensori delle compostiere di comunità
da far gestire, previo corso di formazione, agli stessi detenuti”. Così
l’Assessore alla Qualità dell’Ambiente, Domenico Santorsola,
annunciando l’iniziativa.

“Siamo al primo step del percorso, sul quale tuttavia abbiamo registrato
l’interesse e la sensibilità del provveditore. E’ una iniziativa
importante non solo sul piano ambientale ma anche, o forse soprattutto,
per i risvolti sociali che una attività di questo genere, gestita
all’interno degli istituti può avere. Il recupero dei rifiuti organici
e la loro trasformazione in compost di qualità – prosegue Santorsola
– da utilizzare all’interno dei confini del sistema carcerario,
permetterà di abbassare i costi che il dipartimento sostiene
relativamente alla tassa sui rifiuti risolvendo, inoltre, un problema di
volumi di conferimento notevole”.

“Rimane da definire il percorso tecnico – prosegue Santorsola – ma i
fondi già stanziati dalla Regione per le compostiere di comunità e
ancora in parte disponibili potrebbero sostenere il progetto attraverso un
protocollo di intesa tra i 10 comuni pugliesi interessati e il
dipartimento carcerario per la gestione pratica del servizio e la
definizione dei passaggi autorizzativi e di installazione delle
apparecchiature”.
 
 
 
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 21 Dicembre 2016 @ 16:40  » Comunicati S. Stampa Giunta «
ReD: partono le prime lettere per i beneficiari. Emiliano: giornata felice

"È una giornata particolarmente felice. Oggi manteniamo un impegno che per me e la mia Giunta rappresenta uno degli atti più importanti della legislatura. Per 9500 pugliesi sono partite le comunicazioni di ammissione al ReD. Mentre l'economia italiana è ancora in uno stato di difficoltà, noi concretizziamo una misura necessaria per il sostegno e il reinserimento di migliaia di cittadini". Così il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha annunciato questa mattina l'invio, che avverrà nel pomeriggio di oggi, delle prime comunicazioni di ammissione al ReD.

Con un sms e una mail, infatti, la Regione Puglia informerà oggi i primi 9.500 cittadini pugliesi di essere stati ammessi al Reddito di Dignità, il ReD, la misura contro la povertà che il governo regionale ha messo in campo all’avvio della legislatura e che rappresenta una delle pietre miliari del programma del Presidente Emiliano.

Come promesso, tempi record per l’avvio della misura di sostegno al reddito per chi vive sotto la soglia di povertà, (in Puglia si stima sia intorno all’8 per cento della popolazione), che prevede per 12 mesi un programma di attivazione del beneficiario, attraverso un percorso obbligatorio di formazione e di tirocinio da effettuarsi presso aziende, amministrazioni pubbliche, scuole, associazioni del terzo settore e imprese no profit. Ma anche servizi di sussidiarietà e di impegno sociale nella propria comunità: ReD è un modello di inclusione sociale di ispirazione europea, che vede la Puglia, prima grande regione italiana, svolgere un ruolo di apripista nella sperimentazione di uno strumento di sostegno al reddito attivo che prevede anche la presa in carico di tutto il nucleo familiare.

"Si tratta - ha continuato Emiliano - di un risultato enorme, che va oltre ogni pronostico. Lo scorso ottobre avevamo preannunciato l'ammissione di circa tremila domande e, invece, siamo riusciti finora a sostenerne più del triplo. Noi continueremo a dedicare le nostre risorse al ReD e a considerarlo un investimento importantissimo perché siamo convinti che ridistribuire la ricchezza sia importante in questa fase per i singoli beneficiari e per l'intera comunità. Stiamo investendo sul nostro bene più grande, le persone". La tabella di marcia del ReD finora è stata rispettata: la Regione aveva annunciato per dicembre l’ammissione di un primo blocco di 3000 cittadini. Si è riusciti evidentemente a fare di più, ammettendo i primi 9.500 mila richiedenti.

Un risultato significativo, anche per i tempi in cui è stata effettuata tutta la complessa istruttoria delle domande, grazie alla sinergia fra la struttura di coordinamento ReD messa in piedi dalla Regione Puglia, Inps, Comuni e Ambiti territoriali, che stanno esaminando tutte le domande arrivate. Nelle ultime settimane infatti, è andato avanti senza sosta il lavoro sinergico dei Comuni pugliesi e di INPS per la istruttoria di ammissibilità e la valutazione delle domande, necessaria per individuare le domande ammissibili ed entrare finalmente nella seconda fase dell’attuazione del ReD, quella che consente la definizione dei patti individuali di inclusione sociale e l’avvio dei tirocini e degli altri progetti di sussidiarietà e di impegno sociale nelle comunità.

Ad oggi (20 dicembre) circa 30.000 mila domande sono state presentate da parte dei cittadini pugliesi. Il primo obiettivo, quello di raggiungere una platea assai ampia di cittadini e in modo omogeneo su tutto il territorio regionale, è stato raggiunto.

Queste le percentuali di domande presentate per provincia:Bari 28,1%; Lecce 18,2%; Taranto 16,8%; Foggia 16,4%; Barletta-Andria-Trani 10,8%; Brindisi 9,7%. Come è noto il Reddito di dignità pugliese integra e potenzia anche l’accesso al SIA nazionale, che è subordinato al possesso di requisiti minimi, legati al valore ISEE e alle caratteristiche del nucleo familiare. (presenza di figli minori). Delle complessive 30 mila domande presentate, 26.274 domande (il 90% circa) sono state al momento vagliate da INPS e dai Comuni. Per 9.500 cittadini sono partite oggi le prime comunicazioni di ammissione. Da qualche giorno inoltre, i Comuni pugliesi stanno attivando le azioni di propria competenza per fissare gli incontri con i cittadini beneficiari del ReD, svolgere i colloqui di valutazione delle aspettative e degli specifici bisogni sociali, nonché per definire il patto individuale di inclusione. E sono già pronte oltre 3.000 opportunità di tirocinio per la immediata attivazione del primo blocco da gennaio.

Ma vediamo un profilo di massima di questi primi 9.500 ammessi: il 75% ha almeno un figlio minore, il 32% ha 2 figli, il 23% un figlio neonato (da 0 a 36 mesi), il 25% dei beneficiari è composto da nuclei familiari monogenitoriali (separati, madri sole), l’età media è di 40 anni, in prevalenza donne, scolarizzazione media. Intanto Regione Puglia e Ministero del Lavoro e Politiche Sociali hanno formalizzato l’intesa per l’utilizzo congiunto delle somme per il SIA e quelle per il RED nella nostra regione, ed è in corso di definizione il protocollo per il trasferimento dei fondi regionali in modo che INPS e Poste Italiane siano pronte già da gennaio per avviare le erogazioni dei fondi ReD tramite carta acquisti per tutti i cittadini ammessi, evitando ritardi e attese nella percezione dei contributi economici. Al momento della sottoscrizione del Patto decorreranno i termini del beneficio economico del Reddito di Dignità, che lo ricordiamo, varia fra i 240 e i 600 euro mensili, per un massimo di 5 componenti del nucleo familiare. Il Reddito di dignità a regime, mira a raggiungere 20 mila nuclei famigliari all’anno. Ora si avviano 9500, circa il 50% in prima battuta. Un risultato importante e atteso.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 21 Dicembre 2016 @ 16:39  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Giunta 21 dicembre: i provvedimenti principali all'odg

Giunta 21 dicembre Approvato il calendario delle manifestazioni zootecniche 2016.17 ^^^^^ Approvato protocollo d’intesa tra Regione e Ente Parco del Gargano per la legge “Norme per la conoscenza, la valorizzazione e il recupero dei trabucchi”. ^^^^^ Approvato lo schema di redazione del Piano Economico Finanziario per l’edilizia agevolata convenzionata realizzata da cooperative e imprese finanziate con la legge regionale 5/2005 ^^^^^^ Approvata convenzione tra Regione e Comune di Barletta per il sistema di monitoraggio ambientale nel territorio della città di Barletta ^^^^^^ Approvato il programma di interventi sul POR Puglia 2014-20 per il servizio idrico integrato del comparto idrico ammessi a finanziamento. Soggetto attuatore AQP (adduzione, accumulo, approvvigionamento idrico, telecontrollo, ricerca perdite, risanamento reti) ^^^^^^ Approvato schema “Atto di rinnovo del contratto di servizio per il trasporto pubblico ferroviario regionale” con Trenitalia Spa. 60,5, milioni di euro la spesa prevista, 2 elettotreni nuovi da acquistare per 12,7 milioni di euro. ^^^^^^ Approvate le linee guida per la redazione e l’aggiornamento dei Piani di Bacino del Trasporto Pubblico Locale (a cura dell’Arem) (la giunta proseguirà l'esame di altri argomenti nel corso della giornata)

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 21 Dicembre 2016 @ 15:03  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Capone su dati turismo 2016

La Puglia turistica trova sotto l’albero di Natale quest’anno gli ottimi numeri del rapporto dell’Osservatorio del Turismo della Regione. Nei primi dieci mesi del 2016 i risultati sono al di sopra delle aspettative: 3.3 milioni di turisti, al di sopra del dato definitivo dei 12 mesi del 2015, con un +6,4% di arrivi totali e un +3,2% di presenze. La ripresa del turismo nazionale (gli italiani in Puglia) si consolida per il terzo anno consecutivo: +4,5% e +2% per arrivi e presenze. Ma straordinaria è la crescita dell’incoming dall’estero che si attesta sul +13% (negli anni precedenti l’incremento è stato dell’8-10%) mentre i pernottamenti crescono dell’8,4% rispetto al 2015 (10 mesi). Il tasso di internazionalizzazione, quindi, sale dal 21,8% del 2015 al 23,2%. Il 2016 è caratterizzato anche da un andamento positivo dei mesi invernali e di giugno. Gargano e Salento continuano a essere le aree turistiche dominanti, accolgono assieme il 57% dell’incoming regionale e il 68% dei pernottamenti dei primi dieci mesi del 2016, sebbene anche gli altri territori registrino crescite significative. La percentuale più alta di crescita del 2016 spetta a Bari e la Costa dove arrivi e presenze sono aumentati del +12% e +14%. Insomma, un quadro incoraggiante.

Complici dell’ottima performance sicuramente l’incremento dei consumi turistici nazionali, gli allert sulla sicurezza che hanno interessato altre destinazioni d’Europa e del Mediterraneo, una straordinaria crescita del turismo internazionale e dieci anni di promozione del brand Puglia.

“Un anno importante il 2016. Un anno di transizione nella programmazione e nella visione strategica del turismo in Puglia. La visione è quella di portare la Puglia ad un livello di stagionalità che superi quella balneare, puntando su una esperienza di conoscenza nei borghi e centri storici della Puglia, grazie al grande patrimonio culturale e di tradizioni, allungando la stagione fino a Natale con eventi specifici da promuovere su tutti i media. L’obiettivo al 2017 è quello di continuare a ridurre il peso dei flussi nel mese di agosto a vantaggio dei mesi spalla (da marzo a ottobre) e invernali per merito delle attività di InPuglia365 - ha commentato l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone - I primi dieci anni sono stati anni di “narrazione” della Puglia con una strategia di promozione che ha dato i suoi frutti, come dimostrano anche i dati del Rapporto dell’Osservatorio.

Adesso bisogna puntare sul miglioramento dell’accoglienza e dei servizi e su prodotti integrati. L’anno prossimo prevediamo bandi pluriennali che chiameranno i comuni a confrontarsi in una competizione globale con il supporto della Regione e di Pugliapromozione che organizza il gioco di squadra. Questo perché noi crediamo veramente che il turismo possa diventare uno straordinario terreno di occupazione stabile. Il prossimo anno dovremo fare ancora passi avanti nell’accoglienza e nella integrazione dei servizi. E’ lo sforzo più difficile, ce ne rendiamo conto. La promozione può essere accentrata, al limite potrebbe farla solo Pugliapromozione,mentre l’accoglienza è frutto del lavoro di tutti i componenti della filiera turistica e naturalmente in ultima analisi anche dei cittadini. D’altronde i trend del turismo mondiale confermano che le esperienze provate e l’accoglienza valgono più dei beni materiali acquistabili. Dalle statistiche internazionali emerge che un buon 40% dei viaggiatori sostiene di non voler mai soggiornare in una struttura senza uno staff amichevole e disponibile e conferma che non resterebbe in un luogo che ha più di tre recensioni negative. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno collaborato al piano strategico del Turismo Puglia365, hanno supportato questa visione della Regione Puglia e stanno lavorando per migliorare l’accoglienza e i servizi, puntano su prodotti orientati all’allungamento della stagione. Voglio ringraziare l’Assessorato, Pugliapromozione e i Comuni che hanno creduto in una visione e in una strategia. Stiamo verificando come tutto lo sforzo che abbiamo chiesto di fare sull’accoglienza possa conseguire i primi frutti: migliore la recensione che ci danno i turisti che vengono da noi perché si stanno impegnando di più i comuni e gli operatori badano ad una serie di azioni di contesto che non riguardano solo le loro strutture ricettive ma sono quelle dell’impegno di rete.

Per questo ringrazio tutti coloro che si stanno impegnando per questa visione di una Puglia che punta sul turismo come asset strategico del proprio sviluppo accanto all’industria innovativa e li ringrazio anche perché hanno creduto nella possibilità che Pugliapromozione non fosse soltanto supplente delle attività sul territorio, ma fosse un soggetto integrante che fa un lavoro di squadra insieme agli attori del territorio.” I dati dell’Osservatorio confermano rispetto al 2015 il ranking dei primi dieci mercati esteri strategici per la Puglia : Germania ai vertici seguita da Francia, Regno Unito, Svizzera e Stati Uniti d’America. Francia, Regno Unito, Polonia, Svizzera e Paesi Bassi sono stati i Paesi che hanno registrato gli incrementi maggiori nei pernottamenti. Nel complesso il 2016 ha visto crescere i mercati dell’Europa dell’Est (Croazia, Grecia, Lituania, Bulgaria, Ucraina, Slovacchia) ma anche i mercati long-haul quali Cina, Corea del Sud, Australia e Argentina. In netta ripresa il turismo dalla Spagna dovuto anche al doppio collegamento da Bari e Brindisi per Barcellona. Dal rapporto dell’Osservatorio del turismo emerge che l’offerta ricettiva è aumentata del +9,7 nei primi dieci mesi del 2016, in particolare l’offerta luxury, mentre continua a ridursi il numero di hotel da 1 a 3 stelle.

Nel settore extralberghiero cresce la quota di agriturismi, case e appartamenti per vacanze e B&B. Gli hotel della regione crescono del +5% per gli arrivi e del +3% per le presenze.

“I dati dei primi dieci mesi di frequentazione turistica della Puglia sono veramente esaltanti. Innanzitutto passiamo dal 21,8% al 23,2% di internazionalizzazione, un dato che ci sta molto a cuore: stiamo arrivando almeno ad un quarto di turisti stranieri. L’obiettivo di lungo termine è quello di raggiungere la media nazionale; sappiamo che è ancora lontana, ma stiamo facendo un percorso che, mese dopo mese, non solo anno dopo anno, ci avvicina alla meta – ha detto il Commissario di Pugliapromozione, Paolo Verri - Il secondo dato importante è proprio quello della destagionalizzazione: non ci sono cadute nel corso dei mesi, non abbiamo un flusso con una sinusoide stretta, bensì una curva di mantenimento costante. I turisti da gennaio fino a maggio crescono e continuano a crescere dopo settembre e ottobre. Una continuità nelle politiche che sta creando una continuità di crescita con un risultato di tutto rilievo che si può prevedere continui nel 2017 perché i trend internazionali ci consentono di guardare in maniera piuttosto rosea al futuro. Il Mediterraneo continua ad essere interessante per i flussi di tedeschi, inglesi e francesi ed anche di americani e scandinavi e, in assenza ancora di grandi destinazioni turistiche disponibili nella parte sud del mediterraneo, si realizza un rafforzamento complessivo dell’Italia e della Puglia all’interno del sistema Italia”. Le previsioni per il 2017 sono dunque rosee anche per il consolidarsi di alcuni trend del turismo mondiale ai quali proprio la Puglia può offrire risposte. Fra questi il viaggio come avventura in luoghi meno conosciuti e poco affollati. Secondo le analisi del centro ricerche di Booking il 36% dei viaggiatori nel 2017 ha intenzione di viaggiare più green che nel 2016 e 2 persone su 5 vorrebbero fare un’esperienza di viaggio eco-friendly. E ancora il trend del viaggio detox per staccarsi dalla routine, dall’iper connettività, dall’alimentazione fast e junk, e dalla frenesia quotidiana. In questa direzione la Puglia mantiene un forte appeal per i viaggiatori in cerca di autenticità e benessere. Nel Rapporto dell’Osservatorio troviamo anche una importante conferma sull’efficacia del Buy Puglia 2016, quarta edizione dell’evento di business turistico, ideato per favorire trattative e accordi commerciali: dalla rilevazione sulla Guest Satisfaction dei partecipanti emerge che circa la metà dei buyer interpellati (il 48,5% dei partecipanti) dichiara eccellente l’esperienza di viaggio in Puglia con una valutazione media di 4,5 (su scala da 1 a 5) attribuita all’organizzazione complessiva dell’evento. Per il 67,3% dei buyer interpellati (50% dei partecipanti) questa edizione del Buy Puglia è stata superiore alle aspettative e il 93,8% si dichiara altamente disposto ad avviare trattative e accordi commerciali con i seller pugliesi.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 21 Dicembre 2016 @ 13:53  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Emiliano oggi a cerimonia ulivi per disastro ferroviario 12.7
Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha partecipato questa mattina alla cerimonia di piantumazione di 23 ulivi nello spazio antistante l’ingresso della sede regionale di via Gentile a Bari-Japigia, dedicati alle vittime del disastro ferroviario di Andria-Corato dello scorso 12 luglio. Alla cerimonia sono intervenuti i parenti delle vittime. I 23 ulivi sono stati disposti su due cerchi concentrici a cura dell’Arif sulla sinistra dell’ingresso principale della sede degli assessorati. Una targa ricorda le vittime del disastro. "Si tratta di un gesto semplice – ha detto Emiliano - Un segno di memoria che rimarrà negli anni, per tutti coloro che verranno dopo di noi. In questo modo avremo occasione il 12 luglio di ogni anno di riflettere e ricordare queste vite spezzate, ma anche le vite che sono state spezzate dal dolore. Una condizione, quella del dolore, che ha un solo modo per essere attutita, attraverso la ricerca della verità e attraversi lo stare insieme per evitare che qui o in altri luoghi si possano ripetere fatti così negativi”. “Ieri – ha proseguito – l’ho detto al Presidente della Repubblica che ci saremmo riuniti. Lui continua a seguirci. In ogni occasione di incontro, ha sempre chiesto notizie rinnovando l'impegno preso a cercare la verità. Ringrazio tutti i presenti, i familiari, i sindaci, l'Arif che ha curato la piantumazione degli ulivi. Grazie al vescovo monsignor Cacucci che ci è sempre vicino. Questo ci rassicura, ci confronta e ci dà un punto di riferimento. Quel che conta è essersi ritrovati qui. E che questa comunità non si è smarrita neanche di fronte a una situazione così difficile".
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 21 Dicembre 2016 @ 13:50  » Comunicati S. Stampa Giunta «
(PressRegione - Agenzia Giornalistica,
Direttore responsabile Elena Laterza - Iscritta al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n. 26/2003)