Direttore responsabile: Dott.ssa Antonella Bisceglia
Bandiera Europa





Press Regione

Capone a inaugurazione laboratorio di Avio Aero e Politecnico di Bari

“E' una bella storia di politica industriale caratterizzata da obiettivi chiari, aziende serie e procedure semplificate. Sono passati solo otto mesi dal protocollo d’intesa che programmava con il ministero dello Sviluppo economico gli investimenti di GE Avio in Puglia, Campania e Piemonte e siamo già all’inaugurazione del laboratorio dove verranno sperimentati processi altamente innovativi”.

Così l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia, Loredana Capone, nel corso dell'inaugurazione del nuovo laboratorio di Avio Aero (della multinazionale Usa General Electric) e Politecnico di Bari. “Questa struttura, realizzata anche grazie all’incentivo regionale dei Contratti di programma, è un fiore all’occhiello non solo per la Puglia ma per tutta l’Italia. Ci siamo arrivati attraverso un processo di integrazione tra iniziativa
imprenditoriale privata e sostegno pubblico: economico, della Regione, di ricerca e innovazione, del Politecnico di Bari. Questo processo virtuoso caratterizzerà lo sviluppo aerospaziale della Puglia per i prossimi trent'anni. L'incidenza della Puglia sull'export nazionale di settore già supera il 10%, ma oggi stiamo spalancando una finestra sul
futuro. Possiamo farlo perché stiamo investendo sui nostri talenti: i ricercatori pugliesi”.

Il laboratorio è unico in Italia nel suo genere perché utilizza per la prima volta tecnologie di manifattura additiva (realizzato con le stampanti 3D), per la riparazione di motori aeronautici. Il laboratorio è stato realizzato grazie all'incentivo dei Contratti di programma regionali. GE Avio sta realizzando investimenti in Puglia con questo strumento per 95,5 milioni di euro. Complessivamente nel settore aerospaziale gli investimenti in Puglia con il nuovo ciclo di fondi europei, superano i 147 milioni di euro mentre le esportazioni pugliesi sono cresciute nel 2015 del 29,3% (a livello nazionale la crescita e stata del 3,3%).

FOTO

 

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Ven, 18 Novembre 2016 @ 13:14  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Buy Puglia – Meeting & Travel Experience

 Dal 22-25 Novembre 2016.

La Puglia sul mercato internazionale come una scoperta tutto l’anno
100 buyer internazionali e 110 imprese turistiche pugliesi alla IV edizione della Borsa del turismo della Puglia

Capone: “Continua a crescere il turismo straniero in Puglia: + 9% nei primi nove mesi del 2016”

 

 

Intercettare nuovi mercati a grande potenziale di sviluppo per il turismo pugliese e proporre, anche nei mercati già consolidati, una Puglia365, da scoprire tutto l’anno, anche fuori dalla stagione estiva. E’ questa una delle novità, che scaturisce dal Piano Strategico del Turismo, della quarta edizione del Buy Puglia (Bari, 22 - 25 novembre), il più importante evento di business turistico della regione, ideato e organizzato dall’Agenzia regionale Pugliapromozione come occasione d’incontro e scambio tra i buyer internazionali (tour operator, agenzie di viaggio, agenzie di viaggio on line, Organizzatori di meeting, congressi ed eventi, ecc.) e le imprese turistiche pugliesi.

Quest’anno, al Buy Puglia, in Fiera del Levante, nel nuovo Centro Congressi, oltre 110 imprese del turismo pugliesi, singole e associate, stringeranno accordi commerciali e nuove trattative con 100 buyer provenienti da 32 paesi diversi, alcuni ormai mercati consolidati come la Germania, la Francia e il Regno Unito e fuori Europa gli Stati Uniti, ed altri emergenti, fra cui spiccano in Europa Repubblica Ceca, Norvegia, Svezia, Finlandia, Danimarca, Estonia e Lituania ed oltreoceano Canada, Brasile, Giappone, ma anche Cina, Argentina, Russia e India. Grande la collaborazione con Aeroporti di Puglia: otto le compagnie aeree che saranno presenti al Buy Puglia: Mistral Air, Aegean Airlines, Airberlin, Air Dolomiti, Alitalia, Volotea V7, Turkish Airlines, Transavia/KLM/Air France. Ciascuna avrà un desk personalizzato all’interno dell’area B2B.
“È su una Puglia aperta tutto l’anno che puntiamo per questo Buy Puglia 2016, in linea con l’obiettivo di destagionalizzazione individuato dal Piano strategico Puglia 365. Sono proprio i turisti stranieri che apprezzano la Puglia anche fuori stagione; per questo concentriamo il massimo sforzo nel proporre la Puglia 365 giorni all’anno sui mercati internazionali consolidati, ma anche su quelli a grande potenziale di sviluppo – commenta l’Assessore all’Industria Culturale e Turistica della Regione Puglia, Loredana Capone - D’altronde i dati sui flussi turistici ci dicono che l’internazionalizzazione del turismo pugliese ha un trend di crescita deciso e costante (+60% dell’incoming dal 2007); le prime stime dell’Osservatorio regionale sul Turismo confermano un’ulteriore crescita del turismo straniero in Puglia: + 9% nei primi nove mesi del 2016 (sia per gli arrivi che per le presenze) rispetto agli stessi mesi del 2015 e un + 8% di strutture ricettive. Germania, Francia, Regno Unito, Svizzera e Stati Uniti sono i 5 mercati stranieri più consistenti in termini di arrivi.
Con il Buy Puglia 2016 vogliamo costruire nuove opportunità per il territorio e le nostre imprese; per questo, oltre al workshop BtoB, sono molto importanti i sei nuovi itinerari che consentiranno ai buyer internazionali di vivere in due giorni una esperienza della Puglia decisamente al di fuori del periodo estivo. Il momento ci sembra particolarmente favorevole per una operazione promozionale di questo tipo. Il mondo del turismo mostra una grande vivacità e fra le tendenze si nota una decisa preferenza per gli short break in luoghi autentici, fuori dai circuiti di massa e in periodi di minor afflusso turistico. È in questo scenario che la Puglia si lancia per intercettare la sua fetta di mercato puntando sulla promozione internazionale”.

Buy Puglia 2016 offre ai compratori stranieri e nazionali, sempre a caccia di nuove mete e di nuove esperienze per i turisti, una Puglia organizzata per prodotti turistici “moderni”: turismo attivo, esperienze slow, cultura, ma anche l’offerta del lusso, la Puglia romantica, la Puglia autentica delle tradizioni e dei piccoli borghi, con prodotti tradizionali, il mare e l’enogastronomia, trasversali a tutte le offerte. Gli itinerari sono sei con differenti caratterizzazioni, ma tutti comunque con esperienze di enogastronomia, cooking class e vine testing.
Troviamo un percorso “Baroque & seaside” nel Salento, a Lecce e a Squinzano nel Parco Naturale delle Dune Costiere; un percorso “Art & Landscape”, prevalentemente nel Gargano e i Borghi dei Monti Dauni, con sosta alla Basilica di Siponto, al sito Unesco di Monte Sant’angelo, al castello di Lucera e a Bovino, Troia e Molfetta; un percorso “Magna Grecia & Vineyards”, fra i più richiesti dai buyer, a Taranto e al suo Museo archeologico, con degustazione del Primitivo a Manduria, Grottaglie con le sue ceramiche, Ceglie Messapica e Martina Franca; un itinerario “Murgia & Heritage”, con sosta a Gravina, degustazione di mozzarella, visita al Museo de Nittis di Barletta, quindi Trani, il sito Unesco di Castel del Monte e Ruvo con la sua cattedrale; un itinerario “Mice & Wedding” con focus quest’anno sul wedding, che prevede una visita al Castello di Conversano, quindi Polignano, Monopoli con sosta per gustare il “crudo”, Alberobello e visita di alcune masserie.
La novità assoluta di quest’anno è però il “Bike & Foodies”, itinerario che è stato molto richiesto dai buyer, che li condurrà per un ciclotour il primo giorno a Noci e nelle campagne circostanti e poi lungo la ciclovia dell’Acquedotto in Valle d’Itria, con pranzo in masseria, e il secondo giorno a Otranto e Galatina per una “sosta pasticci otto” .
Non mancherà per tutti i buyer la visita di Barivecchia il 24 sera, al rientro dagli itinerari e prima del workshop del 25, con cena itinerante e musica dal vivo, degustazione di focaccia e laboratori di orecchiette.

“Per la maggior parte i tour operators internazionali che partecipano al Buy Puglia 2016 non hanno ancora la Puglia in catalogo (si tratta dunque di “nuova domanda”) anche se non mancano i referenti di mercati importanti per la Puglia e da consolidare. Con il Buy Puglia 2016 vogliamo spingere il brand Puglia come esperienza da vivere, come nuova destinazione italiana fuori dai circuiti di massa e decisamente ricca di suggestioni, ormai non più solo mare, ma natura, enogastronomia, arte, autenticità e soprattutto godibile tutto l’anno – afferma il Commissario di Pugliapromozione, Paolo Verri – Il Piano strategico e il primo step di destagionalizzazione Inpuglia365 ci aiutano a proporre tante iniziative ed esperienze sul territorio, godibili tutti i mesi dell’anno, in un palinsesto che segue le stagioni nei loro ritmi e tradizioni che in Puglia sono molto vive. Nei sei itinerari abbiamo costruito delle esperienze destinate a una clientela di medio e alto profilo, in particolare un’offerta legata ai segmenti della Enogastronomia e di Arte e Cultura, e di un Turismo rurale, legato a strutture ricettive dall’architettura tradizionale (trulli e masserie) destinate ad una clientela formata per lo più da piccoli gruppi; una domanda dunque sempre più lontana dai prodotti destinati al turismo di massa e indirizzata invece decisamente sui turismi di nicchia. Insomma ci proponiamo come una destinazione che si impone sui mercati stranieri come “L’Italia che non ti aspetti”.
Quest’anno, infine, altra novità rilevante, nasce una collaborazione fra la
Puglia e la Basilicata con l’iniziativa “Buy Puglia Meets Basilicata” che coinvolge la Regione Basilicata, la Apt Basilicata, la Fondazione Matera-Basilicata 2019 e la Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM).
Pugliapromozione e APt Basilicata firmeranno il 25 novembre un protocollo di intesa per la promozione turistica. Grazie anche a questa intesa i buyer, il 22 novembre, subito dopo l’arrivo a Bari dalle varie destinazioni, saranno accompagnati a Matera, Capitale della Cultura 2019, per vivere una serata particolare con visita e cena nei sassi.
“E’ una proficua collaborazione per promuovere un territorio che investe due regioni, la Puglia e la Basilicata, che sono limitrofe e soprattutto sono legate da storia, cultura e tradizione – afferma il Direttore generale di Apt Basilicata, Mariano Schiavone - Vogliamo realizzare un progetto di promozione territorriale unico con elementi forti e per un percorso che andrà ben oltre il 2019”.(comun.)

 

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Ven, 18 Novembre 2016 @ 11:48  » Prossimi appuntamenti e conferenze stampa «
Emiliano: vicinanza a presidente Antimafia, Rosi Bindi
Il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano ha telefonato alla Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia Rosi Bindi e le ha ribadito i sensi della sua amicizia e della sua vicinanza: "Sentivo di dover esprimere alla presidente della commissione antimafia la mia vicinanza non solo per ragioni di stima personale, ma anche per il ruolo che riveste che non può e non deve essere esposto o delegittimato in alcun modo".
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Gio, 17 Novembre 2016 @ 17:23  » «
Curcuruto domani ven 18.11 a Molfetta
Domani 18 novembre, alle 18.00 nell’Aula Consiliare del Comune di Molfetta, Piazza Municipio, si svolgerà il convegno sul tema “Consumo di Suolo Zero – una sfida per rigenerare le città", cui parteciperà l’assessore Anna Maria Curcuruto con un suo intervento dal titolo: “Consumo di suolo 0% e Rigenerazione Urbana 100%”. Il Convegno è stato organizzato dall'associazione di promozione sociale "Comitando. La strada della partecipazione continua" con il patrocinio della Regione Puglia. L'iniziativa ha l'obiettivo di analizzare le proposte di legge in discussione al Parlamento sul consumo di suolo ed in particolare il DDL "Riconversione ecologica delle città e limitazione al consumo del suolo". La sfida, è quella di trovare gli strumenti e i meccanismi regolativi che consentano di avviare il processo di rigenerazione urbana a consumo netto zero garantendo l’indispensabile sostenibilità economica degli interventi edilizi e infrastrutturali, sia per gli operatori immobiliari privati che per i soggetti pubblici.
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Gio, 17 Novembre 2016 @ 16:48  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Capone domani ven 18.11 inaugura investimenti Avio e Getrag

“Partono dalla Puglia ricerche applicate, sviluppo e sperimentazioni di prodotti e processi innovativi che annunciano scenari futuri nei settori dell’aerospazio e della meccatronica. Si inaugurano domani, 18 novembre, tra Bari e Modugno due investimenti industriali tra i più importanti in Italia. Sono realizzati da Avio Aero e da Getrag, che hanno scelto la Puglia anche grazie all’incentivo dei Contratti di Programma gestito dalla Regione attraverso la sua società in house Puglia Sviluppo.

Le due multinazionali stanno investendo nella nostra regione quasi 200milioni di euro che produrranno tecnologie innovative, sviluppo e lavoro. È una conferma dell’attrattività della Puglia che offre insieme con gli incentivi, un sistema della ricerca di altissimo profilo”.

Così l’assessore allo Sviluppo economico, Loredana, Capone, commenta i due eventi inaugurali di domani alle quale lei stessa parteciperà. In particolare alle 11,30 sarà inaugurato al Politecnico di Bari (plesso Ex-Scianatico – via Amendola 132) il primo laboratorio in Italia dedicato allo sviluppo di procedure di riparazione per componenti di motori aeronautici mediante tecnologie innovative.

Il laboratorio realizzato da Avio Aero (della multinazionale americana General Electric), e Politecnico di Bari, nasce grazie al protocollo sottoscritto il 9 marzo 2016 a Roma tra Ministero dello Sviluppo economico, Regioni Puglia, Campania e Piemonte e GE Avio, che prevedeva 100 milioni di investimenti in Puglia, 60 milioni in Campania e 40 in Piemonte ed è sostenuto da uno dei due Contratti di programma (per un valore totale di entrambi di 95,5milioni di euro) proposto dal gruppo alla Regione Puglia e ammesso dalla giunta a maggio 2016. Il progetto è interamente dedicato a ricerca industriale e sviluppo sperimentale ed è sviluppato a Bari negli spazi del Politecnico.

Nella stessa mattinata di domani, alle ore 12,30, sarà posata la prima pietra dei lavori di estensione dello stabilimento della canadese Getrag. L’evento si svolgerà nella sede dell’azienda nella zona industriale di Modugno (via dei ciclamini, 4). L’ampliamento è incentivato dalla Regione Puglia attraverso un contratto di programma da 99,7 milioni di euro, ammesso dalla giunta a febbraio 2016 che consentirà di realizzare un nuovo cambio (a doppia frizione, sette marce, bagno d’olio e trazione elettromeccanica). Per farlo la superficie aziendale verrà ampliata di altri 25mila metri quadri con l’obiettivo di raddoppiare anche il valore della produzione.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Gio, 17 Novembre 2016 @ 16:14  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Promodaunia:soluzione ponte per i musei della provincia di Foggia

 Ne danno l'annuncio gli assessori Capone,Piemontese e Leo


“Grazie ad uno stanziamento di 147mila euro, fino al 31 gennaio prossimo la Regione Puglia garantirà la prosecuzione dei servizi museali attualmente in capo alla Provincia di Foggia, nelle more di definire il riordino complessivo delle competenze dei musei”. A comunicarlo sono gli assessori regionali Sebastiano Leo, con delega al lavoro, Raffaele Piemontese, con delega al bilancio e Loredana Capone, con delega all’industria culturale, a margine del tavolo interistituzionale tenutosi stamane e relativo alle funzioni di Promodaunia, la società partecipata dalla Provincia di Foggia incaricata della gestione dei musei del territorio di capitanata.

“Una soluzione per niente scontata – ha precisato l’assessore Piemontese – che scongiura la chiusura dei musei e garantisce il mantenimento del servizio, delle attività collegate e degli operatori della cultura. La legge è chiara: fino al perfezionamento del riordino delle funzioni, le competenze restano alla Provincia che però oggi non è più in grado di garantire la gestione dei servizi. Se ne fa carico la Regione Puglia, e ritengo che questi lavoratori saranno utili non solo per i musei provinciali, ma anche a quei contenitori culturali non sfruttati al pieno delle loro potenzialità, come il Teatro del fuoco di Foggia”.

“Dopo le soluzioni individuate relativamente ad altre situazioni di società partecipate da parte delle province, oggi abbiamo affrontato per avviare a soluzione la vertenza relativa a Promodaunia, partecipata della provincia di Foggia. Una volontà politica precisa di questo governo regionale che intende intervenire lì dove il legislatore nazionale è stato poco attento”, ha commentato l’assessore al lavoro Sebastiano Leo.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Gio, 17 Novembre 2016 @ 15:08  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Capone domani a Taranto per PIIIL cultura
"Future in culture - ipotesi e strategie di sviluppo del sistema culturale pugliese". È questo il tema del secondo incontro territoriale per la scrittura collettiva del Piano strategico della Cultura della Puglia, promosso dalla Regione Puglia, in programma domani (ore 16) al Teatro TaTà di Taranto. L'incontro è rivolto alle principali istituzioni dell'industria creativa e culturale pugliese: dalle Agenzie regionali alle partecipate, ai Distretti Produttivi regionali "Puglia Creativa" e "Dialogòi", agli istituti di formazione, ai principali festival e soggetti culturali. "L'appuntamento di Taranto - ha dichiarato l'assessore regionale all'Industria turistica e regionale, Loredana Capone - sarà il momento del confronto con i grandi attori del sistema cultura della Puglia. Le Agenzie regionali, le Fondazioni, gli Istituti di formazione nel campo artistico e culturale, i Poli museali d'eccellenza, le grandi biblioteche, i teatri di tradizione, sono componenti essenziali dell'universo culturale regionale. L'ascolto e il recepimento delle istanze di questi soggetti è uno dei principali obiettivi del Piano Strategico. Vogliamo una strategia unica a cui concorrono con pari dignità i differenti livelli delle istituzioni culturali sia pubbliche che private". Insieme all’assessore, alla tappa tarantina, il direttore del dipartimento turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio, Aldo Patruno, il coordinatore del Piano strategico della Cultura per la Puglia, Paolo Ponzio e il gruppo di esperti. Dopo Taranto Piiil Cultura approderà a nella Bat, con l'incontro su sostegno, formazione e sviluppo, per culminare poi in un lungo weekend della cultura in programma 16,17 e 18 dicembre in simultanea a Foggia, Bari e Lecce. Tre grandi conferenze territoriali per confrontarsi e interrogarsi su cinque temi, Prodotto, Identità, Innovazione, impresa, Lavoro, e sei aree d’intervento, attività culturali, istituzioni culturali, spettacolo dal vivo, beni culturali e ambientali, industria creativa, industria audiovisiva. A margine di ciascuna conferenza sarà redatto e pubblicato un report che costituirà il documento di partenza per la redazione del Piano strategico. I lavori del weekend saranno coordinati da un gruppo di esperti composto da: Francesco Cascino, Contemporary Art Consultant, direttore artistico Arteprima Non profit e docente di Arte, Mercato, Rigenerazione e Sviluppo, per il tema PRODOTTO, Alessandro Leogrande, scrittore, vicedirettore del mensile «Lo straniero», per il tema IDENTITA’, Patrizia Asproni, Presidente Confcultura, per il tema INNOVAZIONE, Guido Guerzoni, docente presso SDA Bocconi, per il tema IMPRESA, Michele Trimarchi, professore ordinario di Economia Pubblica all’Università di Bologna, per il tema LAVORO. È attivo il form di iscrizione al weekend della cultura attraverso il portale www.piiilculturapuglia.it. Il Piano Strategico della Cultura, che segue il Piano Strategico del Turismo realizzato negli scorsi mesi, è un progetto dell’Assessorato all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia, nello specifico del Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio, e si avvale del supporto del Teatro Pubblico Pugliese cui è affidata la gestione operativa nell’ambito del Programma Operativo Convergenza linea 4 “Tutela, valorizzazione e gestione del patrimonio culturale” per la realizzazione dell’intervento ”Piano Strategico della Cultura e promozione della lettura in Puglia”.
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Gio, 17 Novembre 2016 @ 15:08  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Capone al convegno internazionale sui "Musei in Puglia: tra tradizione e futuro"

"Dobbiamo giungere alla consapevolezza che l'infrastrutturazione culturale è uno dei capitoli fondamentali di qualsiasi politica di sviluppo. Quando parliamo di infrastrutturazione non pensiamo soltanto agli interventi di recupero del patrimonio, non pensiamo cioè ai contenitori, pensiamo soprattutto ai contenuti".

Così l'assessore regionale allo sviluppo economico e all'Industria turistica e culturale, Loredana Capone, questa mattina, a Bari, al convegno internazionale dedicato ad Antonio Cassano e promosso dalla Fondazione Puglia, sul tema: "I Musei in Puglia: tra tradizione e futuro".

"E al tema dei contenuti - ha proseguito l'assessore - afferisce anche la grande questione delle risorse umane da cui dipende la fruizione del patrimonio. La Regione, in questo particolare momento storico, é impegnata nel riordino delle funzioni relative alla gestione dei musei e delle biblioteche delle Province. L'intervento regionale ha permesso la salvaguardia del personale dei musei e delle biblioteche provinciali e, adesso, stiamo lavorando ad un progetto di valorizzazione delle risorse umane insieme alla definizione degli standard qualitativi dei servizi delle istituzioni culturali. La convenzione che regolamenterà i rapporti tra Regione e Province prevede la creazione di reti museali e bibliotecarie tese a valorizzare il patrimonio degli enti locali. In questo contesto s'inserisce l'obiettivo di garantire un'adeguata fruizione anche dei beni di proprietà comunale. Qui i Comuni possono fare di più".

"La normativa attuale - ha concluso - purtroppo non consente di procedere a nuove assunzioni ma è possibile utilizzare con creatività e intelligenza gli strumenti a disposizione. Il Servizio Civile, per esempio, é uno di questi strumenti, come pure il Reddito di Dignità messo in campo dalla Regione Puglia. Ma non è sufficiente, è fondamentale, infatti, anche la collaborazione con i privati e con l'associazionismo culturale nella gestione dei nostri beni. Anche a questo scolo la Regione Puglia ha messo in campo 4 milioni di euro per il finanziamento di piani di gestione quinquennali degli attrattori culturali promossi dalle imprese culturali. Nell'utilizzazione di queste risorse i Comuni avranno un ruolo fondamentale perché devono selezionare le imprese che dovranno produrre i progetti di gestione".

 

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Gio, 17 Novembre 2016 @ 13:42  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Nunziante firma protocollo con Asl Ba e Carabinieri per donazione sangue

Il vicepresidente Antonio Nunziante, il comandante della Legione Puglia dei Carabinieri, generale di brigata Giovanni Cataldo, il comandante provinciale dei Carabinieri, colonnello Vincenzo Molinese e il direttore generale della Asl Bari, Vito Montanaro hanno firmato questa mattina in Presidenza un protocollo d’intesa sulla collaborazione per la donazione di sangue. Le autoemoteche e i centri di raccolta della Asl saranno a disposizione dei militari, con le equipe medico-infermieristiche. Gli esami del sangue non direttamente connessi alla donazione, ma richiesti dai medici curanti dei militari, saranno forniti senza corresponsione di ticket.

Conferenze e incontri sul valore della donazione di sangue saranno organizzati d’intesa con la Legione Carabinieri. Le autoemoteche della Asl Bari erano a disposizione già oggi in piazza Diaz, nei pressi della Legione Carabinieri sul lungomare Nazario Sauro. “Da 45 anni – ha detto Nunziante – sono donatore di sangue. E per questo so cosa vuol dire e quindi ringrazio i Carabinieri per la loro grande sensibilità. Sotto la loro divisa ci sono persone eccezionali e di grande umanità”. “Molti carabinieri – ha aggiunto il comandante regionale gen. Cataldo – sono donatori abituali e saranno ancora di più a disposizione dopo la firma di questo accordo”.

“L’accordo – ha spiegato Vito Montanaro, della Asl Bari – rispetta le leggi che impongono la donazione da parte dei Cc al ospedale del Celio a Roma con un nulla osta alla donazione per gli enti sul territorio. E ci permette di utilizzare le due autoemoteche nei periodi di non uso programmato, a favore delle strutture militari”.

“L’esempio che diamo oggi – ha concluso il col. Molinese – è sia di solidarietà sociale, ma anche morale e etico”. Altri accordi del genere– è stato annunciato oggi - saranno presto sottoscritti con altre forze dell’ordine.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Gio, 17 Novembre 2016 @ 12:26  » Comunicati S. Stampa Giunta «
TerradellaGravine:“Tutela,valorizzazione e partecipazione per un nuovo progetto"



L’assessore alla Pianificazione Territoriale, Anna Maria Curcuruto,  ha incontrato nel Palazzo Marchesale del comune di Laterza, i rappresentanti dei territori interessati dal Parco Naturale Regionale Terra delle Gravine.
All’incontro, volto alla condivisione della strategia più efficace ed efficiente per risolvere la difficile situazione di stallo in cui versa la gestione dell’area protetta, hanno presenziato i rappresentanti dei comuni di Castellaneta, Crispiano, Ginosa, Grottaglie,Laterza, Massafra, Mottola, Palagianello e Statte, i cui territori coprono il 92% della superficie dell’area protetta.
“L’entusiasmo   che  si è evinto  dalla partecipazione  della quasi totalità dei territori del Parco è stato davvero significativo”, ha detto al termine l'assessore Curcuruto.
“Questo territorio merita un futuro diverso e migliore che miri con decisione alla realizzazione degli obiettivi di tutela e conservazione della biodiversità, alla valorizzazione delle risorse dell’area protetta insieme ad una urgente pianificazione territoriale, anche grazie all’integrazione delle politiche regionali in tema di Agricoltura e Turismo.
 “Per dare impulso alle attività del Parco, quindi, - ha concluso la Curcuruto- è stata ampiamente condivisa la soluzione di affidarne la gestione ad un Consorzio tra gli enti locali interessati, che sarà formalizzata in sede di Conferenza prevista nei primi giorni dell’anno venturo.I Comuni ed i loro Sindaci saranno fondamentali in questo nuovo processo gestionale".

 

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Gio, 17 Novembre 2016 @ 12:02  » Comunicati S. Stampa Giunta «
(PressRegione - Agenzia Giornalistica,
Direttore responsabile Elena Laterza - Iscritta al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n. 26/2003)