Direttore responsabile: Dott.ssa Antonella Bisceglia
Bandiera Europa





Press Regione

Capone oggi al Festival Europeo del Cinema di Lecce
L'assessore regionale all'Industria turistica e culturale, Loredana Capone, questa mattina, al Festival del Cinema Europeo di Lecce per il Premio dedicato a Mario Verdone e rivolto a giovani autori italiani under 40 che si siano particolarmente contraddistinti, nell’ultima stagione cinematografica, per la loro opera prima. Il Premio è stato istituito in accordo con la famiglia Verdone dal Festival del Cinema Europeo, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia e il Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani. L'edizione 2017 è stata aggiudicata dall'autore e regista Marco Danieli con "La ragazza del mondo". "Ringrazio la famiglia Verdone - ha detto l'assessore - per aver scelto la Puglia per istituire il premio intitolato a Mario Verdone. E non è un ringraziamento rituale, non lo è per la Regione, che investe nel cinema convinta che questo possa rappresentare davvero un veicolo straordinario per la Puglia e non soltanto un valore in sé. Uno strumento di promozione e valorizzazione del territorio e delle sue competenze. In quest'ottica sapere di poter contare su artisti che, pur godendo di una notorietà così rilevante, trovano il tempo e la volontà di investire in premi così straordinari per i giovani autori e registi emergenti, è per noi estremamente importante. Ringrazio Silvia, Carlo, Luca, e faccio i complimenti ad Alberto Lamonica, anima e motore del Festival del Cinema Europeo, perché puntando sulla qualità e sui laboratori di formazione ha reso questo festival, che in ordine temporale è il primo di cinque festival pugliesi dedicati al settore audiovisivo, una tappa fondamentale e irrinunciabile. Lo è per la regione, per la sua comunità tutta, per la ricerca nella scelta dei film proiettati, e perché apre a un circuito di festival che suggerisce che per la Puglia questi non rappresentano affatto una parentesi ma un investimento di tutto l'anno, che segue un impegno culturale, economico e turistico. Per noi la qualità non è ricerca ma un obiettivo di risultato. Il Festival del Cinema Europeo questo obiettivo l'ha centrato appieno".
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Sab, 08 Aprile 2017 @ 15:41  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Vinitaly, la Puglia celebra i sessant'anni di Politica agricola comune

 
L'assessore Di Gioia firma un accordo quadro con il ministro Martina e il commissario Ue Hogan


Dalla "caccia ai sentori" dei vini di Puglia ai focus su Nero di Troia e Primitivo. Dalle degustazioni dedicate ai rosati al progetto “adotta una vite”. Sono alcune iniziative promosse dall'Assessorato all'Agricoltura della Regione Puglia nell'ambito della edizione 2017 di Vinitaly, in programma a Verona dal 9 al 12 aprile.
Sabato 8 aprile alle 16, nel palazzo della Gran Guardia, aprirà simbolicamente il Vinitaly un grande evento sui sessant'anni di Politica agricola comune. Interverranno il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina, il ministro maltese Roderick Galdes, presidente di turno del Consiglio Agricoltura Ue, il commissario europeo per l'agricoltura Phil Hogan e il presidente di Veronafiere, Maurizio Danese. Al termine dell'incontro in calendario la cerimonia di lancio ufficiale della Piattaforma italiana multiregionale di garanzia con la sigla dell'accordo quadro. Accanto al ministro Martina e al commissario europeo Hogan, sarà presente come firmatario l'assessore all'Agricoltura della Regione Puglia, Leonardo di Gioia.

Nella giornata inaugurale di Vinitaly, domenica 9 aprile, la sala convegni ospiterà, dalle 11, “A prova di naso” Caccia ai sentori dei vini di Puglia, a cura del Movimento Turismo del Vino Puglia; l'incontro “Il Primitivo: dal respiro dello Ionio all'eleganza delle colline delle Murge”. A seguire la presentazione del primo Master Miglior Sommelier del Primitivo e Focus tasting group con i vini Primitivo di Manduria Doc e Primitivo di Gioia del Colle Doc (promosso dall'Associazione italiana sommelier Puglia e Consorzi di tutela del Doc). In calendario, inoltre, il laboratorio Colori, profumi e sapori di vino, promosso dall'Associazione e Donne del Vino Puglia. Subito dopo, Buyer Vinitaly International incontra Roséxpo, a cura di Degusto Salento, Rosati d'annata con Giovanni Resta, a cura di Puglia Expò e Associazione Donne del Vino Puglia e la masterclass “Vitigno Puglia 2017” wine tasting di otto grandi vini da Susumaniello, a cura della Fondazione italiana sommelier Puglia.

Nell'area enoteca, a partire dalle 13, si svolgeranno la masterclass Fis dedicata al Negroamaro, le degustazioni guidate di vini bianchi pugliesi e di perlage, a cura dell'Associazione italiana sommelier Puglia. Nell'area Slow food Puglia, dalle 12 alle 15,45, quattro show cooking; e nell'international buyers lounge "A passion for Apulian wine", a cura di Associazione Puglia in Rosé: degustazione di vini rosati e rossi con la partecipazione di Jeff Porter, general manager del Gruppo Bastianich&Batali di New York e Giuseppe Baldassarre, relatore Associazione italiana sommelier, responsabile nazionale area Vino e salute.
La delegazione pugliese della Donne del Vino ripropone l'iniziativa "Adotta una vite", un percorso all'interno del padiglione della Regione Puglia: i visitatori potranno portare via con se barbatelle di Primitivo, Negroamaro, Nero di Troia e Susumaniello confezionate dai ragazzi con disabilità.

 

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Ven, 07 Aprile 2017 @ 20:24  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Capone: approvati bandi per spettacolo dal vivo e attività culturali

Approvati, dalla Giunta regionale, gli avvisi per la presentazione di progetti triennali relativi alle attività di Spettacolo dal Vivo e delle Attività Culturali. L'obiettivo è sostenere iniziative che puntano a promuovere la cultura come componente fondamentale del territorio, come fattore di sviluppo economico sociale e di integrazione tra tradizione e innovazione nella valorizzazione delle identità e del patrimonio culturale, storico, artistico, performativo, figurativo, letterario e antropologico, materiale e immateriale.

Una nuova programmazione che si sviluppa, in coerenza con le azioni del piano strategico della cultura – PiiiLCulturaPuglia - in fase di elaborazione, in un’ottica di valorizzazione dei talenti, delle competenze e della creatività, nonché della diffusione della conoscenza attraverso servizi e tecnologie avanzate. La dotazione finanziaria è di 18.250.000 euro ed è destinata a riempire di “contenuto” i contenitori culturali non ancora sfruttati, a costruire una nuova cultura d’impresa e a generare lavoro e buona occupazione. "Questo provvedimento - sottolinea l'Assessore Loredana Capone - non è solo un bando che distribuisce una significativa quantità di risorse finanziarie a un settore strategico per lo sviluppo della regione, ma ha un vero e proprio valore di riforma.

Una riforma attuata in uno spirito di concertazione con le associazioni di categoria e il Partenariato Economico Sociale. Insomma un successo di tutti. Negli spazi di manovra, che la legislazione vigente ci consente, abbiamo introdotto elementi di novità e modernizzazione del sistema di aiuti al settore della cultura e dello spettacolo che mette al primo posto il rafforzamento delle imprese, la qualità della progettualità, la triennalizzazione delle attività. Le risorse sono destinate anche ai Comuni, ai quali si chiede un salto di qualità nella programmazione culturale per uscire dalla estemporaneità e legare cultura con turismo e sviluppo locale". Gli avvisi saranno presentati agli operatori del settore attraverso incontri territoriali e divulgati con un video tutorial.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Ven, 07 Aprile 2017 @ 17:08  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Popolazioni Rom, Sinti e Camminanti. Istituito tavolo regionale

Questa mattina a Bari è stato istituito il primo Tavolo regionale Rom, Sinti e Camminanti finalizzato alla redazione della Strategia Regionale per l'Inclusione delle popolazioni Rom. All'iniziativa, promossa dalla Sezione Politiche per le migrazioni della Regione Puglia, hanno preso parte l'International Center of Interdisciplinary Studies on Migration dell'Università del Salento, che sul tema svolge un ruolo di assistenza tecnica per la Regione, e i responsabili delle associazioni impegnate territorialmente sulla tematica in oggetto. Tra le realtà presenti: Alteramente, Popoli e Culture, Incontra, Lumine, Nova, Croce Rossa, Santa Candida, Artezian, Il Nuovo Fantarca, Opera Nomadi, Solidaunia, Sportello dei Diritti, Comitato per la difesa dei diritti dei migranti, Fondazione Giovanni Paolo II, Romact, oltre la Garante regionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, Rosy Paparella.


Il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha manifestato soddisfazione per l'avvio del Tavolo regionale: "definire una strategia regionale finalizzata all'integrazione delle popolazioni Rom, Sinti e Camminanti è un ulteriore passo in avanti che si sta realizzando in materia di politiche per le migrazioni. Così come sta avvenendo per il Piano triennale, anche in questo caso la Regione Puglia ha optato per una costruzione partecipata. Il Tavolo regionale, peraltro, vede come partner tecnici della Regione Puglia il Consiglio d'Europa e l'Università del Salento."
All'incontro era presente anche Djiana Pavlovic, rappresentante italiana del Programma del Consiglio d'Europa "ROMACT".
"Quello odierno - ha dichiarato Dijana Pavlovic - è un esperimento importantissimo con la Regione Puglia, perché la Strategia Nazionale di integrazione dei Rom, Sinti e Camminanti, approvata dal Parlamento europeo nel 2012, deve essere implementata proprio dalle regioni". Il Tavolo regionale avrà il compito di assicurare una sinergica ed omogenea attuazione della Strategia a livello territoriale. Esso svolgerà una costante e capillare azione di informazione, sensibilizzazione e monitoraggio circa la declinazione degli obiettivi previsti nei singoli ambiti di riferimento della Strategia Nazionale (Istruzione; Formazione e promozione dell'accesso al lavoro; Salute; Soluzioni abitative di accesso alla casa). Il Tavolo regionale, infine, dovrà elaborare e programmare "Piani locali di inclusione dei RSC" per superare gli ostacoli e le forme di esclusione.
"Dopo l'Emilia Romagna, quella di oggi rappresenta la seconda esperienza in tal senso a livello nazionale. Un tavolo importante, perché può essere di buon esempio e anche perché alla base esiste una forte volontà politica da parte della Regione Puglia. Un segnale, al momento, unico in Italia", ha concluso Djiana Pavlovic.

 

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Ven, 07 Aprile 2017 @ 15:14  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Portale della salute. Lunedì 10 aprile confza stampa con Ruscitti

 Il nuovo portale della salute www.salute.puglia.it della Regione Puglia, già on line e con nuove funzionalità sempre più vicine ai bisogni dei cittadini, sarà illustrato, nel corso di una conferenza stampa, dal direttore del Dipartimento Politiche della salute e benessere sociale della Regione Puglia Giancarlo Ruscitti. All’incontro con i giornalisti, che si svolgerà alle ore 11.00 presso la sala A (piano terra) della sede della Regione Puglia in via Gentile 52/Bari, parteciperanno anche Gennaro Ranieri, amministratore unico di Innovapuglia e Vito Bavaro, Direttore Sezione Risorse strumentali e tecnologiche della Regione Puglia. 

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Ven, 07 Aprile 2017 @ 14:55  » Comunicati S. Stampa Presidente «
125 milioni per Ospedale Monopoli/Fasano. Bando affidamento lavori entro luglio

 

La Regione Puglia sta procedendo celermente verso l’espletamento delle procedure finalizzate alla realizzazione del nuovo Ospedale del Sud/Est barese Monopoli Fasano.

Il direttore del Dipartimento Politiche della Salute Giancarlo Ruscitti, ha infatti firmato la determina dirigenziale per la presa d’atto del nuovo quadro economico e la individuazione delle fonti di finanziamento dell’opera. 125 milioni il finanziamento che prevede, oltre al finanziamento regionale, 80 milioni del Fondo di Sviluppo e Coesione e 16 milioni del Fondo europeo di sviluppo regionale. Ulteriori risorse per l'acquisto della dotazione tecnologica saranno disponibili nell'alveo della proposta di accordo inviata al Ministero della Salute per l'utilizzo delle risorse residue dell'art. 20 l.n. 67/1988. Ciò consentirà alla Asl Bari di validare e approvare la progettazione definitiva del nuovo ospedale, propedeutica all’avvio della procedura di gara per l’affidamento dei lavori previsto per la fine del mese di luglio.

La costruzione del nuovo Ospedale di 300 posti letto consentirà di dotare l'area del sud est barese e del nord brindisino di una struttura sanitaria moderna ed efficiente in grado di soddisfare il fabbisogno di un vasto bacino di utenza e di recuperare la mobilità passiva.

 

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Ven, 07 Aprile 2017 @ 12:34  » Comunicati S. Stampa Presidente «
Giunta regionale.Seduta conclusa

 Terminata la seduta della Giunta straordinaria, riunita oggi presso la sede di via Gentile. Di seguito, in sintesi, i principali argomenti discussi ed approvati:


La Giunta regionale ha prorogato di 13 mesi, a decorrere dalla data di pubblicazione della decisione su BURP, il termine utile all’inizio dei lavori per gli interventi di efficientamento energetico degli edifici di edilizia Residenziale Pubblica .In particolare, il provvedimento della Giunta si riferisce ad Arca Sud Salento, Arca Puglia Centrale ed Arca Nord Salento che dovranno, pena decadenza del provvedimento, cominciare i lavori entro il 30 luglio 2017.
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
LA Giunta regionale ha attestato la non compatibilità del PUG di Castellaneta alla legge regionale 20/2001 ed al DRAG, approvato con delibera 1328/2007.
LA decisione della Giunta verrà quindi notificata al Sindaco di Castellaneta per gli adempimenti di competenza
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
La Giunta regionale ha definitivamente approvato la variante adottata dal Comune di Santeramo in Colle con deliberazione del C.C. n.51/2016.
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Ven, 07 Aprile 2017 @ 12:21  » Comunicati sedute Giunta Regionale «
Leo: A Briatore inviamo CV dei nostri giovani, indichi lui eventuali criticità

 


"Il calore della nostra accoglienza, la bellezza dei nostri luoghi, il gusto dei sapori del nostro territorio hanno reso in questi anni il Salento meta turistica tra le più ambite. Del resto, se così non fosse, Briatore non avrebbe certamente scelto il Salento come luogo in cui far sorgere il suo Twiga, né avrebbe avuto l'aspirazione di condurre qui flussi turistici di fascia medio-alta”, così l’assessore all’istruzione, alla formazione e al lavoro della Regione Puglia replica alle affermazioni del manager.

“Mi dispiace – continua Leo – che Briatore ritenga insufficiente l'offerta formativa dei nostri istituti alberghieri e di conseguenza carenti le competenze in materia dei nostri studenti. Lungi da me credere di avere la verità in tasca, al netto delle polemiche, mi preme ricordare che la Puglia vanta un ITS per la formazione post-diploma dedicato all’industria dell’ospitalità e al turismo, un Distretto Produttivo del Turismo Pugliese che comprende 229 imprese, oltre ad Associazioni, Sindacati e Università, l’Agenzia Regionale del Turismo “Puglia Promozione” e una filiera di istituti alberghieri, diffusi su tutto il territorio regionale e in particolar modo nel Salento, tra i più rinomati e antichi di Italia. Anche a questo sistema di soggetti è dovuto il grande successo turistico della Puglia”.

“Ritengo – ha proseguito l’assessore – che molto sia stato fatto per incentivare il successo formativo dei nostri ragazzi ma, al fine di migliorare ulteriormente la formazione nel settore dell'accoglienza e dei servizi per il turismo, riteniamo indispensabile rafforzare il coinvolgimento del mondo delle imprese e dare forza alle istanze degli imprenditori”.

“Pertanto – ha concluso l’assessore – invito Flavio Briatore a presentare le proprie istanze in materia di formazione: il nostro sarà un orecchio attento, allo scopo di migliorare il sistema turistico pugliese e incrementare le opportunità occupazionali dei giovani.
Se Briatore ritiene opportuno, possiamo sottoporgli decine e decine di curricula: ci indichi lui le criticità nei profili dei nostri ragazzi e provvederemo a pianificare misure per il rafforzamento delle loro competenze.
Noi siamo qui, con umiltà, senza la boria di chi pensa di avere in tasca la verità, ma pronti al dialogo, per allargare gli orizzonti del Salento e della Puglia".

 

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Ven, 07 Aprile 2017 @ 11:37  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Agricoltura, PSR, di Gioia: attivata procedura informatica

E’ operativo il portale per la redazione on-line e l’invio telematico del Piano Aziendale tramite Elaborato Informatico Progettuale (EIP). Le aziende pugliesi sono finalmente in grado di rispondere al bando dell’Operazione 4.1a del PSR 2014-2020 per il “Sostegno per gli investimenti materiali ed immateriali finalizzati a migliorare la redditività, la competitività e la sostenibilità delle aziende agricole singole ed associate”.

“Entriamo nella fase più importante di uno dei bandi maggiormente attesi del PSR - sottolinea l’assessore alle Risorse Agroalimentare, Leonardo di Gioia -. Al via, quindi, la procedura informatizzata per accedere ai contributi previsti per il miglioramento della produttività e della sostenibilità economica e ambientale delle imprese. Attraverso la predisposizione di un business plan, le imprese dovranno indicare quali investimenti intendono promuovere e come questi potranno incidere sui futuri risultati economici dell’azienda".

"Prima di essere reso operativo - tiene a precisare il direttore di Dipartimento Agricoltura Direttore e Autorità di Gestione (AdG)del PSR Puglia, Gianluca Nardone -, il portale EIP è stato valutato e approvato da una formale Commissione nominata dall’AdG per provarne la conformità al bando e, prima di dare il via alla reale operatività, gli utenti hanno avuto una settimana di prova per poterne testare le caratteristiche. Il risultato è l’aver messo a disposizione di potenziali beneficiari e tecnici abilitati uno strumento di forte semplificazione della procedura, veloce, di facile accesso oltre che garanzia di trasparenza”. “Siamo alla fine di un lavoro che ha comportato più tempo del previsto e ci ha costretti a tenere aperto il bando oltre quanto auspicavamo – conclude Di Gioia - ma siamo certi quanto sinora fatto ci permetterà di procedere con maggiore celerità nelle successive fasi amministrative. Allo stesso tempo, l’efficienza del portale per il bando dell’Operazione 4.1a ci servirà per attuare, nel miglior modo possibile e con celerità, tutte le altre Misure e i relativi avvisi”.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Gio, 06 Aprile 2017 @ 18:12  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Rete laboratori privati accreditati. Ruscitti: "Firmato accordo integrazione"

 
Siglato nel pomeriggio, presso il Dipartimento Politiche della salute della Regione Puglia, l’accordo con le Organizzazioni di categoria dei laboratori di analisi privati accreditati per la riorganizzazione della rete dei laboratori di analisi, così come prevede la legge che, tra l’altro, per l’accesso all’accreditamento istituzionale, prevede “il criterio della soglia minima di efficienza che deve essere conseguita dalle singole strutture sanitarie”. 

“E’ il recepimento di una legge del 2006 e l’accoglimento delle Linee guida di indirizzo del 2011 – ha detto il direttore del Dipartimento Politiche della Salute della Regione Puglia Giancarlo Ruscitti – è un passo in avanti verso l’efficientamento del sistema sanitario pugliese. Occorre fare rete, occorre l’integrazione tra i laboratori di patologia clinica privati accreditati non solo per migliorarne l’efficienza, utilizzando anche le tecnologie più avanzate ed innovative, ma anche per poter accedere all’accreditamento istituzionale. Oggi il tema della sicurezza nella sanità è particolarmente avvertito nelle strutture che hanno pochi numeri. Mettersi insieme significa progredire professionalmente e garantire maggiore sicurezza e servizi all’utente”.

Oggi in Puglia ci sono 244 laboratori di analisi, non tutti però soddisfano il requisito dell’efficienza del sistema, anche per un numero basso di prestazioni erogate, non consentendo l’ottimizzazione delle risorse strumentali, con la relativa ricaduta sui costi di gestione. Ecco perché è necessario fare rete ed ecco perché la Regione Puglia, con la sottoscrizione dell’accordo di oggi, ha inteso avviare un lavoro di razionalizzazione e di riorganizzazione dei laboratori che, per legge, dal 1 gennaio del 2018 dovranno garantire 100mila prestazioni all’anno mentre dal 1 gennaio del 2019 e per i successivi anni, dovranno garantire 200mila prestazioni all’anno. Le strutture accreditate potranno organizzarsi, entro il 31 dicembre di quest’anno, in qualunque forma di aggregazione prevista dal Codice Civile. L’unico vincolo sarà quello territoriale.
In situazioni specifiche, quelle che riguardano i comuni del Subappennino Dauno, ci potrà essere una deroga, potrà essere mantenuto cioè un rapporto prestazione/erogatore inferiore alla soglia minima di efficienza (200mila prestazioni) e comunque non inferiore alle 100mila prestazioni annuali.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Gio, 06 Aprile 2017 @ 17:40  » Comunicati S. Stampa Presidente «
(PressRegione - Agenzia Giornalistica,
Direttore responsabile Elena Laterza - Iscritta al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n. 26/2003)