Direttore responsabile: Dott.ssa Antonella Bisceglia
Bandiera Europa





Press Regione

PIANO RIFIUTI. SANTORSOLA: “PRONTI PER LA FASE DI CONSULTAZIONE”

 

“Su mia proposta, quest’oggi, la Giunta Regionale ha approvato una delibera relativa all’aggiornamento del Piano Regionale dei Rifiuti urbani che, nei fatti, apre la fase delle consultazioni: in prima battuta attraverso un questionario preliminare da somministrare a soggetti competenti in materia ambientale, enti territoriali e pubblico interessato. Il rapporto preliminare, contenuto nella delibera approvata oggi, fotografa lo stato del sistema regionale con un quadro del fabbisogno e con l’obiettivo di assicurare la chiusura del ciclo attraverso una titolarità prevalentemente pubblica degli impianti ai fini del contenimento delle tariffe”. Così l’Assessore alla Qualità dell’Ambiente della Regione Puglia, Domenico Santorsola, annuncia l’avvio della fase operativa per la revisione del PRGRU.

“Gli obiettivi irrinunciabili sono quelli fissati dal quadro normativo nazionale ed europeo e fanno riferimento allo schema dell’economia circolare che punta a massimizzare il recupero di materia e a rendere sempre più marginale il ruolo delle discariche come recapito finale dei rifiuti. Insieme a questo obiettivo strategico – prosegue Santorsola – abbiamo il dovere della sostenibilità ambientale dei processi: riteniamo strategico il principio di prossimità degli impianti e la necessità di rendere equilibrati i carichi ambientali sui singoli territori, anche tenendo conto della situazione complessiva che ciascun contesto vive”.

“Da questo momento si aprirà la fase di consultazione sulle linee di indirizzo per l’aggiornamento del piano e sul rapporto preliminare di orientamento secondo lo schema della Valutazione Ambientale Strategica (VAS) a cui seguirà la redazione del Rapporto Ambientale propedeutico alla redazione del Piano vero e proprio, adottato il quale si aprirà una ulteriore fase di consultazione per poi arrivare all’approvazione definitiva. Abbiamo impostato il percorso – conclude Santorsola – con un approccio partecipato ed aperto ai suggerimenti degli stakeholders il cui ascolto comincerà già dalle prossime settimane secondo un calendario di incontri che comunicheremo di qui a qualche giorno”.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mar, 11 Aprile 2017 @ 15:03  » Comunicati sedute Giunta Regionale «
Asl Fg. Piemontese e Ruscitti su Vieste: "Non lasceremo territorio sguarnito"

Il Punto di Primo Intervento di Vieste non è in discussione. E questa estate, dal 1 giugno al 30 settembre, con la possibilità di anticipare al 15 maggio, sarà aggiunta una seconda ambulanza medicalizzata, in modo da potenziare il servizio che già è dotato di postazione medicalizzata fissa H24 e di elisoccorso.

È quanto stabilito questa mattina nel corso di un incontro tenutosi nel comune garganico. Alla riunione, voluta dal presidente Michele Emiliano, hanno preso parte l'assessore regionale al Bilancio Raffaele Piemontese, il Direttore del Dipartimento di Promozione della Salute della Regione Puglia Giancarlo Ruscitti, il Dirigente della Sezione Strategie del Governo dell’Offerta dei servizi per la Salute Giovanni Campobasso, il Direttore Generale della ASL Foggia Vito Piazzolla e i sindaci dei comuni di Vieste Giuseppe Nobiletti, Vico del Gargano Michele Sementino e Peschici Franco Tavaglione.

“La Regione – ha commentato Ruscitti – ha congelato per tutto il 2017 il nuovo piano della Rete dell’Emergenza-Urgenza e quindi si manterrà l’organizzazione attuale su impulso della Giunta regionale che sta lavorando alla costituzione del Dipartimento Emergenza urgenza. In pratica, la trasformazione dei PPI (Punti di Primo Intervento) in PPIT (Punti di Primo Intervento Territoriale), con il trasferimento delle competenze al 118, è stata, dunque, rinviata su tutto il territorio regionale”.

 

... continua
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mar, 11 Aprile 2017 @ 14:54  » Comunicati S. Stampa Presidente «
Domani a Roma conferenza stampa presentazione programma Bif&st 2017

L’assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia Loredana Capone parteciperà domani, mercoledì 12 aprile alle ore 11.30 a Roma presso la Casa del Cinema, alla conferenza stampa di presentazione del programma del Bif&st 2017.

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano parteciperà con un contributo video.

All’incontro con i giornalisti parteciperanno anche Gaetano Blandini direttore generale SIAE, Gabriele Eminente direttore generale Medici Senza Frontiere Italia, Giuseppe Vacca presidente Fondazione Gramsci e Felice Laudadio direttore Bif&st.

Ad introdurre i lavori, Maurizio Sciarra presidente Fondazione Apulia Film Commission

 

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mar, 11 Aprile 2017 @ 14:16  » Comunicati S. Stampa Presidente «
Giunta regionale. Seduta conclusa

 FOTO

Conclusa la seduta della Giunta regionale, riunita, questa mattina, presso un hotel cittadino per assicurare la partecipazione del Presidente Emiliano, dimesso ieri dal nosocomio foggiano, ai lavori.
Di seguito, la sintesi di alcuni dei principali argomenti discussi ed approvati:

Via libera della Giunta regionale al concorso pubblico per esami per n. 100 medici al Corso di Medicina generale, triennio 2017-2019, previsto dalla legge regionale 41/2016.
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
Approvato dalla Giunta regionale il Protocollo d’intesa tra Regione, desk Cultura-Confindustria Puglia, Anci. Con il documento, proposto da Confindustria Puglia per coinvolgere gli imprenditori privati nella salvaguardia dei beni culturali pubblici, ci si pone gli obiettivi di:
1. “Sviluppare azioni comuni tese a far sì che la formazione dei portatori di interesse e dei fruitori del patrimonio culturale, con la diffusione delle informazioni sulle possibilità offerte dalle normative statali, regionali nonché dagli atti di programmazione statali, regionali per favorire investimenti e donazioni nel settore della cultura, assumano un ruolo strategico e di indirizzo negli obiettivi programmatici delle istituzioni locali;
2. Attivare un tavolo permanente tra le parti al fine di individuare occasioni di confronto e condivisione sui percorsi formativi, di ricercare nuove forme di premialità e coinvolgimento delle imprese e di mecenati, favorire forme strutturate di collaborazione tra Regione, ANCI e sistema delle imprese, coordinando le iniziative e le attività in modo da evitare la frammentazione degli interventi e ottimizzando le risorse impiegate”

 

 

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mar, 11 Aprile 2017 @ 11:59  » Comunicati sedute Giunta Regionale «
Di Gioia, Vinitaly: 3% del PSR delle Regioni italiane alle zone terremotate"

"Gli assessori all'Agricoltura di tutte le Regioni italiane, riuniti in Conferenza al Vinitaly, hanno deciso di devolvere il tre per cento dei Psr per gli anni 2018, 2019 e 2020, per un totale di 300 milioni di euro, ai territori colpiti dal sisma del 2016: Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria". A dare l'annuncio l'assessore all'Agricoltura della Regione Puglia, Leonardo di Gioia, coordinatore della Commissione politiche agricole della Conferenza delle Regioni. "Un gesto di grande nobiltà e solidarietà: il mondo agricolo riesce a superare i singoli confini regionali e a guardare con interesse alla rinascita, al recupero della vitalità dei territori colpiti. I beneficiari potranno avvalersi del Psr - ha sottolineato di Gioia - ma con maggiori risorse rispetto a quelle assegnate in via ordinaria.

Questi fondi potranno generare una ripresa del sistema economico di zone che rischiano lo spopolamento".

Nella seconda giornata del Vinitaly, nell'area enoteca del padiglione della Regione Puglia, si è tenuta la cerimonia di premiazione del Puglia Press tour Negroamaro 2016, dedicato ai vini del Salento. Il Premio giornalistico è stato assegnato a Bruno Gambacorta (Rai Tg2 Eat Parade) per la categoria "tv" , e Laura Di Cosimo (magazine Spirito diVino) per quella riservata alla "carta stampata".

Hanno partecipato alla cerimonia l'assessore all'Agricoltura di Gioia, il presidente di Movimento turismo del vino Puglia Sebastiano de Corato, il presidente di Assoenologi Puglia Basilicata Calabria Massimiliano Apollonio e Antonella Millarte, food editor della Gazzetta del Mezzogiorno. Nella sala convegni, invece, è stata presentata la tappa pugliese del Giro d'Italia, nel corso di un incontro organizzato da Puglia in rosè: hanno partecipato l'assessore di Gioia, il vicepresidente della Provincia di Foggia, Rosario Cusmai, il vicedirettore della Gazzetta dello sport, Pier Bergonzi: per ciascuna tappa una pagina del giornale sarà dedicata alla scoperta del territorio e delle eccellenze enogastronomiche.

L'assessore di Gioia ha poi visitato gli stand dei 127 espositori pugliesi presenti nel padiglione istituzionale e ha partecipato a un incontro dedicato al progetto Puglia food a cura del Consorzio di tutela Tavoliere doc Nero di Troia. Tra gli appuntamenti in programma domani, martedì 11, il laboratorio Tre modi di vedere il Primitivo, a cura di ProPapilla, il Focus tasting group degustazione dei vari Nero di Troia, a cura di Associazione italiana sommelier Puglia, il laboratorio Spumanti e Territori di Puglia con Davide Gangi, Marinela Ardelean e Pasquale Porcelli , il seminario - masterclass Vitigno Puglia 2017 wine tasting di otto grandi vini da vitigno Aglianico a cura Fondazione italiana sommelier Puglia. E ancora: il convegno I grandi rossi nel cuore del Salento, Focus tasting group dei vini Salice Salentino Doc, a cura di Ais Puglia e Consorzio di tutela dop Salice Salentino e la degustazione A Passion for Apulian Rosato Wine, a cura di Associazione Puglia in Rosè.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Lun, 10 Aprile 2017 @ 17:34  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Portale salute Puglia. Emiliano Ruscitti: "Tra i primi in Italia per FSE "

“Sono particolarmente lieto di annunciare una cosa bella in cui non ho avuto nessun coinvolgimento diretto se non di accompagnarla nella fase finale. Certamente il portale della salute che presentiamo oggi racconta una Puglia innovativa con una sanità sempre più digitalizzata, rappresenta una Puglia che compie un grande salto dal punto di vista gestionale. Per i pugliesi invece il Portale rappresenta un’opportunità preziosa”.

Così il direttore del Dipartimento della Politiche della Salute e benessere sociale della Regione Puglia Giancarlo Ruscitti che questa mattina, insieme con il direttore generale di Innovapuglia, Francesco Surico, con il dirigente della Sezione Risorse strumentali e tecnologiche della Regione Puglia, Vito Bavaro e con il commissario dell’Aress Giovanni Gorgoni, ha presentato i nuovi servizi online del Portale Salute. Un unico portale del Servizio Sanitario regionale pugliese, tra le prime esperienze nel panorama nazionale, dedicato alla salute e al benessere dei cittadini ma soprattutto alla semplificazione della vita sanitaria di ciascuno di noi.

“Il portale – ha proseguito Ruscitti - si inserisce nel percorso di innovazione della comunicazione tecnologica che la Regione Puglia ha intrapreso negli ultimi anni. Prossimamente agganceremo al portale tutto ciò che oggi viene prodotto in termini di analisi, di consulenze specialistiche e di immagini in modo tale che alla fine il cittadino pugliese, tramite l’accesso al Fascicolo Sanitario Elettronico, avrà una sua cartella clinica virtuale che ciascuno porterà con sè in modo immateriale con tutte le proprie informazioni”.

Ruscitti ha anche ricordato che “questo non è un portale solo per le acuzie, è fondamentalmente un portale per le criticità”.

“Un portale utile – ha spiegato il Direttore - per coloro che hanno patologie croniche che vengono sottoposti a controlli frequenti e monitorizzati. Attraverso il portale potranno seguire l’andamento della propria patologia. Dai dati statistici la nostra regione sta invecchiando in modo molto rapido. Poter utilizzare uno strumento potente come questo per poter verificare la propria salute diventa una grandissima opportunità, per coloro che sono distanti dal punto di vista logistico dai centri di riferimento, di avere in tempo reale una relazione con il proprio dato o con chi ci sta seguendo. Con il portale della salute la Puglia compie un grande salto dal punto di vista gestionale”.

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha detto che “il Portale della Salute è una cosa bella e importante perché la nostra regione in questo caso dimostra che possiamo non essere gli ultimi, ma anzi possiamo essere tra i primi a livello nazionale ad attuare quelle politiche di formazione, condivisione e partecipazione che vengono raccomandate da sempre sia a livello italiano che europeo”.

... continua
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Lun, 10 Aprile 2017 @ 15:42  » Comunicati S. Stampa Presidente «
Presidente Emiliano dimesso da ospedale
Oggi alle 11.30 il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano è stato dimesso dagli Ospedali Riuniti di Foggia. "Ringrazio i sanitari che mi hanno preso in cura, i tanti cittadini che sono venuti a trovarmi in ospedale e tutti coloro che mi hanno inviato gli auguri di pronta guarigione. Adesso ci rimettiamo subito al lavoro (ma senza caricare sul tendine operato!)".
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Lun, 10 Aprile 2017 @ 11:44  » Comunicati S. Stampa Giunta «
La Puglia del vino: 10 milioni di ettolitri, export da 90 milioni di euro

 
L’assessore di Gioia al Vinitaly: “Il successo di un sistema vitale”

“Quasi dieci milioni di ettolitri di vino sono stati prodotti nel 2016, con un valore di esportazione pari a 90 milioni di euro, che potrebbe superare i 110 milioni, quando saranno completati i rilevamenti”. A sottolineare questi dati l’assessore regionale all’Agricoltura, Leonardo di Gioia. “La Puglia – dice di Gioia - è presente al Vinitaly con oltre 120 aziende all’interno del padiglione della Regione e di Unioncamere e decine di cantine e produttori sparsi in altri stand all’interno della fiera. Qui sugelliamo il successo di una tra le regioni più importanti nel panorama nazionale e sempre più vocata all’export: un sistema vitale che ha il pregio di gestire il paesaggio, garantire occupazione e portare la Puglia all’estero con un prodotto che è un simbolo della nostra terra”.
Anche dal punto di vista occupazionale (secondo dati di Unioncamere Puglia) il settore è cresciuto: le 405 aziende vitivinicole pugliesi danno lavoro a oltre 1770 addetti (nel 2010 erano circa mille). È cresciuta anche la dimensione media delle imprese: sono 78 quelle fatturano più di un milione di euro. Sempre secondo i dati di Unioncamere si notano significativi miglioramenti nel passaggio dai bilanci presentati nel 2015 a quelli del 2016: gli investimenti aumentano del 2,5 per cento e il valore della produzione cresce del 3,5 per cento.
Nella giornata inaugurale della 51esima edizione del Salone internazionale del vino e dei distillati Vittoria Cisonno, direttore del Consorzio Movimento Turismo del vino, che raggruppa settanta delle più prestigiose cantine di Puglia, è stata insignita della Medaglia di Cangrande, Premio Angelo Betti – Benemerito della Vitivinicoltura Italiana 2017.
Questa onorificenza dedicata a Betti, l’inventore del Vinitaly, viene conferita dal 1973 - su segnalazione degli Assessori regionali all’Agricoltura - ai grandi interpreti del mondo enologico italiano che, con la loro attività professionale o imprenditoriale, hanno contribuito e sostenuto il progresso qualitativo della produzione viticola.
Questi gli appuntamenti promossi dall’assessorato all’Agricoltura al Vinitaly per lunedì 10 aprile. Nella sala convegni in programma il laboratorio Vino e Arte con Giacomo Moioli e Giovanni Resta, a cura di Puglia Expò, l’evento Buyer Vinitaly International incontra Rose Expò, promosso da Degusto Salento, e il laboratorio Spumanti e territori di Puglia, con Davide Gangi e Marinela Ardelean. A seguire abbinamenti cibo-vino realizzati da un giovane chef pugliese, a cura di Vinoway. In calendario, inoltre, la presentazione del progetto Puglia Wine World, promosso da Kibrit & Kalce
Tra gli altri appuntamenti in programma, il laboratorio Terre del Nero di Troia con Pasquale Porcelli (assaggiatore Onav) e lo chef pugliese Giacomo Racanelli per la cucina senza fuochi, a cura dell'associazione ProPapilla e il seminario-masterclass Vitigno Puglia 2017, wine tasting di otto grandi vini da Fiano, a cura della Fondazione italiana sommelier Puglia.
Nell'area enoteca si terranno la presentazione dell'evento Vinibus Terrae a cura dell'Associazione italiana sommelier Puglia, il seminario-masterclass dedicato al Primitivo di Manduria (Fis), il Wine Show Premio giornalistico del Negroamaro a cura del Movimento turismo del vino Puglia. E ancora: la presentazione del libro di Giuseppe Baldassarre “Puglia terra dell'oro, alimentazione, salute e bellezza” (Ais Puglia) e la degustazione guidata con Wine Enthusiast 50 Shades of Pink, a cura di Puglia in Rosè.
Tutte le informazioni e le dirette dal Vinitaly sono sulla pagina Facebook Feeling Apulia.

foto    foto2   foto 3

intervista di Gioia : https://we.tl/2Hid2V30yp

immagini audio-video: https://we.tl/1gIJVuSPuT

 

 

 

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Dom, 09 Aprile 2017 @ 18:03  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Di Gioia, Vinitaly: Puglia firma accordo Piattaforma multiregionale di garanzia
L'assessore di Gioia: “Le imprese potranno sfruttare al meglio il nuovo Psr” Favorire l'accesso al credito delle aziende agricole e agroalimentari: questo l'obiettivo della Piattaforma italiana multiregionale di garanzia: l'accordo quadro è stato firmato oggi a Verona, nel palazzo della Gran Guardia, sede di OperaWine, anteprima del Vinitaly. A siglare il documento la Regione Puglia, rappresentata dall'assessore all'Agricoltura, Leonardo di Gioia, la Banca europea degli investimenti, il Fondo europeo per gli investimenti, la Cassa Depositi e Prestiti e l'Ismea, l'Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare. La Puglia è tra le prime otto regioni ad aderire all'accordo, con Calabria, Campania, Friuli, Piemonte, Toscana, Umbria, Veneto. Il lancio ufficiale della Piattaforma di garanzia per l'agricoltura è avvenuto al termine di un convegno organizzato dal Ministero delle Politiche agricole per il sessantesimo anniversario della firma dei Trattati di Roma, sul tema “Sessant’anni di Europa, sessant’anni di Politica agricola comune. L’agricoltura europea dalle radici al futuro”. Sono intervenuti il ministro Maurizio Martina, il ministro maltese Roderick Galdes, presidente di turno del Consiglio Agricoltura Ue, il commissario europeo per l'agricoltura Phil Hogan e il presidente di Veronafiere, Maurizio Danese. “La firma di questa piattaforma – ha sottolineato il ministro Martina – conferisce una dimensione operativa ai Trattati di Roma. Fuori dal destino europeo non c'è orizzonte”. “La Puglia - ha detto di Gioia, che è anche coordinatore degli assessori all'Agricoltura nella Conferenza Stato-Regioni – aderisce con entusiasmo alla piattaforma di garanzia, che rappresenta un significativo passo in avanti. Questo strumento consente di superare le criticità del vecchio Psr: le imprese potranno sfruttare al meglio i fondi del nuovo Programma di sviluppo agricolo”. La giornata inaugurale di Vinitaly, domenica 9 aprile, ospiterà “A prova di naso”, Caccia ai sentori dei vini di Puglia, la presentazione del primo Master Miglior Sommelier del Primitivo e il Focus tasting group con i vini Doc Primitivo di Manduria e Primitivo di Gioia del Colle. In calendario, inoltre, il laboratorio Colori, profumi e sapori di vino, l'evento Buyer Vinitaly International incontra Roséxpo, Rosati d'annata, con Giovanni Resta e la masterclass “Vitigno Puglia 2017” wine tasting di otto grandi vini da Susumaniello. Nell'area Slow food Puglia, in programma quattro show cooking e nell'International buyers lounge "A passion for Apulian wine": degustazione di vini rosati e rossi con la partecipazione di Jeff Porter, general manager del Gruppo Bastianich&Batali di New York e Giuseppe Baldassarre (Associazione italiana sommelier).
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Sab, 08 Aprile 2017 @ 18:42  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Capone sul cantiere della Basilica di Santa Croce a Lecce
La Basilica di Santa Croce, simbolo del barocco leccese, è riconsegnata alla sua città, almeno virtualmente, con una riproduzione su tela a dimensione naturale che la proietta nel futuro. Due anni per prendersene cura, per rammagliare le sfarinature della pietra, nel frattempo, però, il cantiere resterà aperto al pubblico. È questa la grande innovazione del progetto di restauro finanziato dalla Regione Puglia, con due milioni di euro, a favore dell’Arcidiocesi di Lecce. "Dare la possibilità ai cittadini di visitare il cantiere mentre si procede con i lavori di restauro - ha detto l'assessore all'Industria turistica e culturale della Regione Puglia, Loredana Capone - significa ricostruire un filo tra il monumento e la città per comprenderne la fragilità oltre che la grandezza. Anche per i turisti sarà una grande occasione di guardare la chiesa da un altro punto di vista. Da quella, cioè, della materia prima con cui è stata costruita: la pietra di cui è fatta l'identità stessa del Salento, un tratto imprescindibile della sua cultura e della sua arte. E, infine, la possibilità di osservare da vicino la perizia dei restauratori. Artigianato ricerca e innovazione insieme. Una professionalità locale che niente ha da invidiare agli antichi scalpellini che l'opera edificarono con i quali, anzi, si stabilisce un filo di sapere artigiano, di conoscenze tecniche e di passione per il bello". Da lunedì, infatti, sarà possibile esplorarlo gratuitamente semplicemente prenotando, tramite sito web (www.restaurosantacrocelecce.it), Qrcode, o presso gli info point turistici della città, la propria visita guidata. Una guida turistica accompagnerà turisti, cittadini e visitatori sui tre livelli dei ponteggi. Le visite avranno una durata di venti minuti circa l’una e saranno disponibili tutti i giorni come da calendario riportato sul portale ufficiale. Il cantiere è stato pensato e realizzato per garantire la piena accessibilità a tutti. “Per la prima volta – ha aggiunto la soprintendente Maria Piccarreta – a Lecce si apre un cantiere che offre a cittadini e turisti la possibilità di effettuare visite guidate e, al contempo, di ammirare la facciata di una delle più belle basiliche della città grazie a una riproduzione fotografica a grandezza naturale. Era importante farlo, lo era anche per far comprendere quant’è delicato il lavoro di restauro. Un lavoro lento, meticoloso, che spesso sembra essere apparentemente inadeguato alle moderne esigenze di fruizione dei beni. Ma un restauro fatto in fretta è un restauro fatto male, perché ha bisogno di tempo, e di cura”. Gli interventi da portare a termine sulla Basilica sono tanti: dal restauro della facciata e della controfacciata, degli altari della navata laterale destra, dei paramenti murari interni alla navata destra, delle cappelle, della casa canonica, della campanaria, delle coperture della Basilica fino all’installazione di un dispositivo di allontanamento volatili a onde elettromagnetiche e all’illuminazione artistica della facciata. Ma il cantiere della Basilica di Santa Croce è stato concepito per essere un luogo di trasformazione, uno strumento di cultura, un’occasione di comunicazione, valorizzazione e partecipazione, così, mentre ai restauratori e agli addetti ai lavori toccheranno le operazioni di restyling, ai visitatori spetterà guardare, toccare, ascoltare. “La bellezza della fede trasforma in bellezza la vita – ha concluso l’Arcivescovo di Lecce, Mons. Domenico D’Ambrosio. Solo la fede riesce a descrivere, a raccontare la multiforme varietà dei tanti atteggiamenti, dei tanti gesti, ed è la fede dei nostri avi che qui, in questo meraviglioso luogo, hanno speso tutte le loro energie per tramandare il racconto dell’amore per Cristo, la Chiesa, i Santi. Contemplare questa bellezza ci spinge a gustare la novità di questo modo innovativo di osservare, di vedere ciò che lo spirito e l’arte riescono a trasformare. Qui, oggi, rivediamo la bellezza nascosta ma ripresentata, ed è la bellezza di questa facciata, della facciata della Basilica di Santa Croce, biglietto da visita della città di Lecce in tutto il mondo”. L’intervento voluto dall’Assessorato all’Industria turistica e culturale della Regione, concordato con la Conferenza Episcopale Pugliese, fa seguito ad altri interventi di restauro di beni ecclesiastici, tra cui la Cattedrale di Lecce e l’Antico Seminario finanziati rispettivamente con oltre un milione e due milioni di euro, e si colloca nell’ambito dell’Accordo di Programma Quadro “Beni e Attività Culturali” che servirà alla valorizzazione di quattro beni pugliesi: dalla Basilica di Santa Croce di Lecce al restauro della Chiesa di San Paolo Eremita di Brindisi (1.292.387), al Santuario Madonna della Salute nella città vecchia di Taranto (1.330.000), al Museo Diocesano di Bitonto (1.330.000), alla Basilica Cattedrale di Trani (1.280.000).
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Sab, 08 Aprile 2017 @ 15:43  » Comunicati S. Stampa Giunta «
(PressRegione - Agenzia Giornalistica,
Direttore responsabile Elena Laterza - Iscritta al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n. 26/2003)