Direttore responsabile: Dott.ssa Antonella Bisceglia
Bandiera Europa





Press Regione

Emiliano incontra rappresentanti settore ambulanti

  FIVAG CISL, GOIA, COGE MERCATI

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha incontrato oggi i rappresentanti del settore ambulanti FIVAG CISL Puglia Paolo Gonnella, GOIA Puglia Lino De Sario, Coge Mercati Michele Citarella, per un’articolata analisi sull’applicazione della Direttiva Bolkestein in materia di concessioni su aree pubbliche.
Al termine dell’incontro, il presidente Emiliano, verificata la grave crisi che colpisce il settore dell’ambulantato pugliese, auspicato il superamento degli ostacoli che rischiano di ledere, in maniera definitiva il settore, auspica che nelle more della scadenza (dicembre 2018) per l’allineamento delle concessioni comunali su aree pubbliche, i comuni pugliesi che lo abbiano già fatto possano sospendere le procedure già avviate per la riassegnazione dei posteggi sulle stesse aree onde consentire una parità di trattamento agli operatori della categoria rispetto ai Comuni che, in ossequio al decreto Milleproroghe 2016, attendono il 31 dicembre 2018 per avviare le procedure di bando.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 12 Aprile 2017 @ 19:47  » Comunicati S. Stampa Presidente «
"CAPORALATO NO":Emiliano interviene ad evento Flai e Cgil Puglia

 -OGGI A BORGO MEZZANONE-

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano è intervenuto oggi all’iniziativa di Flai e Cgil Puglia “Caporalato No!” a Borgo Mezzanone (Foggia) per rilanciare le azioni contro lo sfruttamento del lavoro in agricoltura e le proposte del sindacato per affrontare i temi dell’accoglienza, dell’intermediazione di lavoro, dei trasporti, ovvero i tre nodi su cui agisce e prolifera l’illegalità nel settore primario della nostra regione.

“Per 21 anni in Puglia si è tollerato l’intollerabile - ha detto Emiliano - Da quando sono diventato Presidente abbiamo cercato di attuare la destrutturazione di questi luoghi, partendo dal gran ghetto, dove vere e proprie associazioni mafiose assoggettavano lavoratori, aziende, intimidivano il sindacato, creavano problemi di ordine pubblico, obbligavano donne a prostituirsi, spacciavano droga, in condizioni igieniche impressionanti. Si costringevano le autorità dello Stato a tollerare, su un’area di proprietà della Regione Puglia, cose illegali. Abbiamo denunciato alla Direzione Distrettuale Antimafia questa condizione insopportabile, abbiamo premuto sul Ministero dell’Interno affinché ci desse la possibilità di effettuare lo sgombero umanitario di quell’area. Dopo che lo sgombero è avvenuto, funestato purtroppo dalla morte di due nostri fratelli che durante la notte hanno perso la vita in circostanze al vaglio della magistratura, abbiamo dato alloggio in strutture pubbliche, una azienda agricola regionale abbandonata ed un immobile comunale, che sono state rivitalizzate dalla presenza di 340 persone. Aiutati dal Comune di San Severo e dal sindaco Francesco Miglio.
La chiusura del gran ghetto, da questo punto di vista, ha significato la riaffermazione dello stato di diritto e quindi va vista come un successo. Questa reazione molto decisa da parte della Regione Puglia è stata sostenuta e accompagnata dalla Cgil. Prima di muoverci abbiamo attuato un enorme lavoro di partecipazione e condivisione con organizzazioni sindacali e associazioni.
Per ciascuna delle 340 persone che stiamo ospitando, in vista della prossima stagione agricola sarà compilata la lista delle competenze e sarà affidata la loro gestione a uffici provinciali del lavoro. Per la prima volta un tentativo autentico a cui dovranno collaborare imprese e forze di polizia per impedire il collocamento illegale e mafioso.
A questa manodopera dovrà essere consentito di accedere alle aziende agricole dove c’è necessità del loro lavoro sotto la protezione delle forze dell’ordine. Ho incontrato il Ministro dell’Interno per ribadire la necessità che siano messi a disposizione i finanziamenti per la realizzazione delle foresterie del lavoro agricolo della Capitanata. Abbiamo intenzione di realizzare luoghi dove almeno durante la stagione agricola sia possibile far dormire le persone in posti civili, igienicamente conformi alla legge e che questi luoghi non diventino oggetto dell’attività di associazioni criminali che tendono all’assoggettamento e all’omertà.
Il Governo, come spesso è accaduto in questi anni, dopo la firma del protocollo sperimentale contro il caporalato, non ha più parlato degli strumenti attuativi. Si è limitato a fare annunci, e non sono seguite azioni. Siamo stati assistiti dal Ministero dell’Interno, dal Prefetto e Questore di Foggia nelle attività di sgombero del gran ghetto ma siamo in attesa che il Ministero metta le somme a disposizione necessarie per le foresterie del lavoro agricolo pugliese e più in generale per il raccordo di queste funzioni.
Il protocollo proposto dalla Cgil è sacrosanto: mettere insieme collocamento, trasporto, ospitalità è necessario. È quella la linea sulla quale ci stiamo muovendo. Ci auguriamo che questo esperimento abbia successo. I tentativi di far fallire il nostro lavoro sono stati tantissimi. È chiaro che qui c’è l’ombra mafiosa che non è solo quella dei capi neri interni al campo, ma parliamo probabilmente di più livelli e di organizzazioni criminali campane e pugliesi che proteggono l’attività dei capi neri all’interno dei ghetti e che assoggettano e costringono le imprese ad ottenere la manodopera attraverso questo tipo di rapporto. Questa catena va spezzata.
La Regione Puglia non ha funzione giudiziaria né legata all’ordine pubblico. Ma di certo non staremo a guardare, con l’aiuto della comunità soprattutto in Capitanata e attraverso la collaborazione tra Governo, Regione e Comune che deve essere molto più intensa.
Mi auguro che la manifestazione di oggi solleciti nuovamente il Governo da questo punto di vista. Non basta fare buone leggi ma bisogna saperle applicare. Il Governo Gentiloni mi auguro sappia arrivare dove in precedenza non sono stati capaci di arrivare”.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 12 Aprile 2017 @ 19:45  » Comunicati S. Stampa Presidente «
Salone del Mobile, Capone: vendite e contratti

 

CAPONE: “CENTRATO IL NOSTRO OBIETTIVO”

Vendite, contratti e accordi per le imprese pugliesi che hanno partecipato con la Regione Puglia al Salone internazionale del Mobile di Milano. L’azienda Sikalindi di Lecce e l’impresa Wood Pallet Design di Castellana Grotte (Ba) ne hanno già sottoscritti alcuni.

Ne dà notizia l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia, Loredana Capone, che spiega: “Abbiamo centrato il nostro obiettivo. Attraverso la partecipazione al Salone del Mobile e la mostra Puglia Crossing Identities volevamo favorire l’incontro virtuoso fra aziende e designer, ma anche promuovere gli uni e gli altri, mostrando a tutti gli operatori che sono transitati al Salone, e ai numerosissimi visitatori della nostra mostra, l’eccellenza delle imprese pugliesi e dei nostri designer capaci di realizzare pezzi davvero unici per bellezza e funzionalità. Non solo hanno ricevuto 543 contatti, ma si evidenziano a pochissimi giorni dalla chiusura del Salone, anche l’avvio di collaborazioni e contratti. Una gratificazione importante per chi ha lavorato alacremente a questo progetto e un buon auspicio per tutte le imprese e i designer coinvolti. Siamo certi che a questi primi contratti ne seguiranno presto altri. La creatività pugliese ha colpito nel segno”.

L’azienda leccese Sikalindi, nota nel settore dell’arredamento per la tecnica di lavorazione della fibra di fico d’India di cui detiene il brevetto, grazie alla partecipazione al Salone del Mobile resa possibile dalla Regione Puglia, ha avviato un importante accordo di collaborazione in esclusiva con una delle più prestigiose aziende lombarde del settore del mobile, Riva 1920 di Cantù, in provincia di Como, nota in tutto il mondo per la lavorazione di legni mai utilizzati prima (come le briccole di Venezia e il legno kauri millenario della Nuova Zelanda). Sikalindi realizzerà per Riva 1920 la finitura di una cassettiera e, se va bene sul mercato, un’intera linea di mobili.
La stessa impresa ha realizzato per la mostra Puglia Crossing Identities il primo tavolo di design pensato per chi ha la passione della pasta fatta in casa (si trasforma in tavoliere con tanto di mattarello). Si chiama “Doppio Zero” ed è stato ideato e progettato dal designer salentino Gianfranco Conte.

Per la Wood Pallet Design di Castellana Grotte il complemento d’arredo “Messapo”, che è parete attrezzata o separé ma scomponendosi diventa anche seduta e tavolino, ideato dal designer Luca Paolo Vasa di Matino (Le) è stato venduto già durante il Salone ad un acquirente ucraino, imprenditore edile con attività a Lugano, in Svizzera, che costruisce e vende immobili di alto profilo già arredati con alcuni mobili di design, un cliente – spiegano dall’azienda – da cui sono attesi altri ordini. È di oggi la conferma dell’acquisto da parte di un altro cliente che ha una struttura ricettiva a Roma e la richiesta da parte di un architetto indiano dell’intero listino prezzi dei prodotti dell’impresa di Castellana.

 

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 12 Aprile 2017 @ 19:40  » Comunicati S. Stampa Giunta «
La Regione al Vinitaly: numeri da record e “made in Puglia” di qualità


Nello stand istituzionale 1200 degustazioni di primi e formaggi, 10mila di vino, 1500 bottiglie stappate
“La presenza della Puglia al Vinitaly è stata caratterizzata da numeri di rilievo, con produzione e valore dell'export in aumento. Siamo riusciti a realizzare una cosa che non è semplice: trasformare la quantità in qualità, pensando con anticipo alle leggi in materia di tracciabilità, che richiederanno un'indicazione più chiara dei luoghi di coltivazione e produzione”. È il bilancio dell'assessore regionale all'Agricoltura, Leonardo di Gioia, al termine dell'edizione 2017 del Salone internazionale dei vini e distillati di Verona.
“La sostanza di questa partecipazione al Vinitaly – dice di Gioia - è stata percepita da tutti, anche se c'è chi si è limitato alla forma di qualche fotografia, onestamente non molto azzeccata. Che non può essere, però, la sintesi di tutto il nostro impegno”.
"Continueremo a lavorare per un Psr consapevole – aggiunge – e un'agricoltura in crescita nel suo complesso: sappiamo che il nostro vino è il testimonial delle migliori prassi regionali e per questo siamo fiduciosi per le attività future”.
Nel corso degli appuntamenti istituzionali del Vinitaly, la Regione Puglia ha aderito alla Piattaforma multiregionale per l'accesso al credito da parte delle imprese agricole e la Commissione politiche agricole della Conferenza delle Regioni, composta dagli assessori di tutta Italia e coordinata da Leonardo di Gioia, ha deciso di destinare 300 milioni di euro agli agricoltori e agli allevatori delle regioni colpite dal sisma del 2016.
Tra gli eventi del salone, il premio giornalistico Puglia press Tour Negroamaro 2016, assegnato a Bruno Gambacorta (Tg2 Eat Parade) e Laura Di Cosimo (magazine Spirito diVino) e le masterclass sui vini rosati con 50 buyer provenienti da tutto il mondo, promosse da Puglia in Rosé e condotte da Jeff Porter, il general manager dei ristoranti di Bastianich&Batali. Per festeggiare il passaggio in Puglia del centesimo Giro d'Italia, la Regione organizzerà una serie di iniziative in "maglia rosa": l'evento è stato presentato da Pier Bergonzi, vicedirettore della Gazzetta dello sport: per ogni tappa una pagina del giornale sarà dedicata alle eccellenze enogastronomiche. L'agenzia Kibrit&Calce, infine, ha presentato il progetto Puglia Wine World, un fomat per promuovere il vino pugliese sul mercato internazionale.
Nelle quattro giornate del Vinitaly, nel padiglione gestito da Regione e Unioncamere Puglia, sono stati oltre 600 i piatti caldi serviti nello spazio Slow food, con degustazioni di orecchiette e cime di rape e orecchiette di grano arso con pomodorini. Altrettanti i piatti freddi con friselline, taralli e formaggi tipici pugliesi. Nell'area enoteca e nei laboratori promossi da DeGusto Salento, Le Donne del vino, Movimento turismo del vino, ProPapilla, Puglia Expò, Puglia in Rosé e Vinoway, oltre venti sommelier iscritti all'Ais e alla Fis, hanno stappato 1500 bottiglie, con 10mila degustazioni di vino. I più richiesti sono stati "bollicine", Primitivo, Negroamaro e Nero di Troia. Tra i Paesi di provenienza dei visitatori degli stand, Usa, Germania, Est Europa e Inghilterra.

Foto     

il link per scaricare le immagini della quarta giornata del vinitaly:

https://we.tl/DeQ1zHWNFb

Il link per scaricare la video dichiarazione dell'assessore di Gioia:

 

https://we.tl/GLobUSTwi9

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 12 Aprile 2017 @ 16:27  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Bando attività extra agricole, di Gioia:Per un’agricoltura inclusiva

 

Pubblicato il primo bando dedicato al “Sostegno a investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra-agricole” della Sottomisura 6.4 del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020.
“Al via uno dei più bandi più attesi del Programma di Sviluppo Rurale – commenta l’assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia, Leonardo di Gioia - per diversificare le attività agricole e attuare il principio della multifunzionalità dell’agricoltura. Si tratta di una strategia di sviluppo utile non solo per aumentare la competitività aziendale, riducendo al minimo il rischio di reddito, ma anche per offrire servizi che promuovono l’inclusione sociale e la sostenibilità ambientale".

“Con una dotazione finanziaria di 20 milioni di euro (a fronte della complessiva pari a 70 milioni) - prosegue l'assessore - le aziende agricole pugliesi potranno presentare domanda, previo Piano aziendale, sì da ottenere sostegni finanziari per investimenti in produzione di beni e servizi complementari all’attività extra agricola. Dal turismo, alla ristorazione, passando per la didattica, la valorizzazione e promozione dell’ambiente e del paesaggio rurale, fino alle attività dedicate al sociale. Al tal proposito, come hanno dimostrato molte realtà d’impresa e cooperative del territorio, l’agricoltura ha potenzialità straordinarie nel settore della riabilitazione sociale, nei servizi dedicati a persone svantaggiate e in condizioni di fragilità, con attività, per esempio, di pet terapy per grandi e piccoli, orti e campi sociali per riabilitare ex detenuti o sostenere ragazzi e ragazze disoccupati”.

“Non solo inclusione sociale: il bando della Sottomisura 6.4 offre, altresì, offre l’opportunità d’investire anche nella produzione e vendita di energia da fonti rinnovabili, come anche servizi ricreativi a attività agrituristica”.
“Obiettivo, dunque, è favorire l’integrazione delle imprese agricole – prosegue - a livello territoriale con gli altri settori produttivi, valorizzando l’agricoltura non solo dal punto di vista economico, ma anche di presidio e tutela del territorio, del paesaggio e ambiente”.

“Abbiamo volutamente aperto il bando con anticipo – conclude di Gioia- per consentire agli imprenditori di avere maggior tempo a disposizione per ideare le proprie strategie prima di compilare l'EIP (Elaborato Informatico Progettuale), il format telematico per la presentazione della proposta progettuale. Gli imprenditori, comunque, sin d'ora, possono presentare domanda di sostegno su portale Agea, avendo così anche modo di cominciare a sostenere le spese per gli investimenti”.

 

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 12 Aprile 2017 @ 15:45  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Capone a Roma per confza stampa Bif&st: "Progetto triennale per continuità"

 
Intervenuta alla conferenza stampa di presentazione del Bif&st 2017, tenutasi stamattina alla Casa del Cinema di Roma, l'assessore all'Industria turistica e culturale della Regione Puglia Loredana Capone ha dichiarato: “Bif&st è un'occasione importante per la Puglia, è uno dei festival su cui la Regione ha scelto di puntare. Lo abbiamo fatto con la cura di guardare le cose in prospettiva, senza mai considerarlo una parentesi. Perché per noi i festival sono uno strumento straordinario attraverso cui promuovere sviluppo sociale, culturale ed economico. Ed è in quest'ottica che abbiamo ragionato nella riscrittura dei bandi per lo spettacolo dal vivo e delle attività culturali: volevamo offrire a chi si mette in gioco per il territorio l'opportunità di programmare nel lungo periodo. Tre anni per strutturarsi sempre più, per creare nuova occupazione, per arricchire i cartelloni e le attività che normalmente si svolgono. Siamo convinti che dal cinema non passa solo la cultura cinematografica ma anche quella verso i luoghi, le comunità, le competenze. Su tutto questo la Regione vuole e sta investendo: sui festival, sui cineporti, che lavorano sulla formazione delle competenze, sulla professionalizzazione degli operatori, e sugli incentivi a sostegno dell'intera filiera dell'audiovisivo, partendo dal Film Fund che, quest'anno, è stato implementato da tre a cinque milioni di euro. Insomma Bifest è uno dei passi che la Regione sta compiendo per la crescita della cultura in senso largo in Puglia. Perché la cultura non è un hobby, per molti è lavoro, e il lavoro va rispettato, sempre”.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 12 Aprile 2017 @ 15:35  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Negro:la Puglia 1a regione cardio-monitorata h.24 dalle forze dell'ordine

 

“La Puglia sarà la prima regione in Italia cardio-monitorata H 24 dalle Forze dell’Ordine. Il Governo regionale è pronto investire 600mila euro per l’acquisto di defibrillatori e per la formazione all’utilizzo degli stessi da parte del personale delle Forze dell’Ordine”.
Lo ha annunciato l’assessore regionale al Welfare Salvatore Negro che questa mattina ha incontrato i rappresentanti regionali di Carabinieri, Finanza e delle Questure, in vista della firma di una convenzione per l’acquisto e l’utilizzo di defibrillatori semiautomatici da fornire in dotazione al personale delle Forze dell’Ordine, previa adeguata formazione, ai fini dell’adempimento della art. 50 L.R. 40/2016. All’incontro ha partecipato il Consigliere regionale Giuseppe Turco, proponente dell’emendamento approvato dal Consiglio regionale.
“Le Forze dell’Ordine sono capillarmente presenti sul territorio e possono arrivare prima di un ambulanza per soccorrere chi è colpito da infarto. Quanto basta per salvare una vita”, ha spiegato l’assessore Negro. “Con l’investimento di 600mila Euro già nel primo anno, possiamo acquistare circa 600 defibrillatori che possono essere forniti in dotazione a tutte le pattuglie che quotidianamente sono sulle strade della nostra regione”.
I rappresentanti delle Forze dell’ordine si sono detti interessati e soddisfatti della proposta, pur rilevando però che il problema principale è quello della formazione del personale che dovrà materialmente utilizzare i defibrillatori. A tal proposito si è convenuto di fissare a breve un nuovo incontro per un confronto anche con i rappresentanti del 118 che potranno illustrare meglio le maggiori criticità relative alle operazioni di soccorso evidenziate sul territorio pugliese.(comun.)

Foto   Foto2

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 12 Aprile 2017 @ 13:53  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Emiliano confza stampa Bif&st 2017: "Bene rendere festival stabile e centrale"

Dichiarazione del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano in occasione della conferenza stampa di presentazione del programma del Bif&st 2017 che si è svolta questa mattina a Roma.

“Questa è una edizione molto importante del Bif&st. Stiamo superando noi stessi, siamo diventati uno dei principali festival del cinema italiano, tra i primi quattro senza dubbio.
Abbiamo l’onore quest’anno di avere la presidenza del Bif&st assegnata a Margarethe von Trotta. Le dò il benvenuto e davvero l’abbraccio a nome di tutti i pugliesi. Conserveremo la presidenza onoraria di un uomo straordinario come Ettore Scola che rimane vivo in mezzo a noi.
E soprattutto mi corre l’obbligo di ringraziare Felice Laudadio e i suoi collaboratori per questi successi che si susseguono e che hanno anche indotto il Presidente della Repubblica a dare alla manifestazione il suo altissimo patronato.
Io penso di poter dire, senza esagerare, di essere molto orgoglioso di tutto questo e di aver fatto bene a puntare ancora una volta sul Bif&st un paio di anni fa quando rendemmo questa manifestazione ancora più stabile e centrale nella nostra programmazione culturale.
Dunque buon lavoro a tutti e appuntamento a Bari dal 22 al 29 aprile. Vi aspetto tutti, spero in migliori condizioni di salute”.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mer, 12 Aprile 2017 @ 13:19  » Comunicati S. Stampa Presidente «
Vinitaly, di Gioia: sviluppare aggregazione produttori vino

“Vogliamo sviluppare il sistema delle aggregazioni: cantine e produttori che pensino di operare in autonomia non troveranno facilità di accesso ai finanziamenti". Lo ha detto l'assessore all'Agricoltura della Regione Puglia, Leonardo di Gioia, nel corso di un evento organizzato al Vinitaly.

.Di Gioia si è soffermato sugli incentivi previsti dal Psr per favorire le aggregazioni di cantine con l'obiettivo di essere competitivi sui mercati internazionali. "Stiamo spostando tutte le risorse - ha detto di Gioia - verso chi vuole produrre in un'ottica di collaborazione. L'individualismo imprenditoriale, che sicuramente è uno stimolo per l'impresa, a un certo punto può diventare un limite alla crescita. Bisogna trovare i punti di unione, per lavorare insieme e puntare sulla condivisione: per matrice territoriale, per identità di prodotto e in nome di una regione che vuole essere sempre più competitiva e importante”. Il meglio dell'enologia pugliese è stato protagonista anche a Vinitaly and the city, l'evento diffuso dedicato agli enoappassionati. In piazza dei Signori i sommelier di Fisar hanno accompagnato i wine lover alla scoperta dei migliori vini italiani proposti da consorzi di tutela e cantine. E accanto alle degustazioni, show cooking, laboratori, presentazioni di libri, reading di poesia e concerti. Nella giornata conclusiva del Vinitaly, mercoledì 12 aprile, in programma il laboratorio promosso da Puglia Expò Rendiamo pop il mondo del vino? (vini a confronto tra innovazione, ricerca, nuovi linguaggi e nuovi consumatori), con Giacomo Mojoli e Tony Augello e una degustazione guidata dei vitigni autoctoni minori.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mar, 11 Aprile 2017 @ 17:33  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Nunziante, personale regionale: no a blocco indennità aggiuntive comparto
Il vicepresidente e assessore al Personale, Antonio Nunziante, comunica che “sono destituite di ogni fondamento le voci riguardo la possibile esistenza o predisposizione di atti amministrativi che blocchino le indennità aggiuntive per il personale del comparto regionale”.
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mar, 11 Aprile 2017 @ 16:59  » Comunicati S. Stampa Giunta «
(PressRegione - Agenzia Giornalistica,
Direttore responsabile Elena Laterza - Iscritta al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n. 26/2003)