Direttore responsabile: Dott.ssa Antonella Bisceglia
Bandiera Europa





Press Regione

Capone a assemblea generale Cgil Brindisi su Industria 4.0
“Industria 4.0, una rivoluzione digitale che se sfruttata al meglio migliorerà la vita di tutti”, L’ha detto l’assessore regionale allo Sviluppo economico Loredana Capone intervenendo a Brindisi all’Assemblea generale Cgil “Brindisì. L’aria che sì respira. Viaggio nei territori di Puglia”. “La Regione – ha detto – vuole essere protagonista in questo processo ma facendo attenzione a non disseminare la strada di feriti perché il futuro non è quello che succederà ma la conseguenza diretta di quello che facciamo. Molti dei lavoratori di oggi non posseggono le competenze digitali capaci di rispondere alle nuove esigenze. Per loro, allora, dobbiamo lavorare ad un serio piano di ricollocamento. Si tratta di professionalità che non vogliamo e non dobbiamo disperdere e non solo perché vogliamo preservare e garantire i livelli occupazionali ma perché dietro di loro ci sono famiglie e bisogni di cui una società non può non farsi carico. E poi prevenire è meglio che curare. Dobbiamo inoltre formare nuovi profili professionali che servono per cogliere le nuove sfide sociali e culturali che l’innovazione oggi impone. Queste sfide la Puglia può vincerle”. “L'amministratore di una grande realtà industriale, General Electric Avio, che proprio a Brindisi ha investito più di 65 milioni di euro – ha continuato l’assessore – qualche tempo fa mi ha detto che ha scelto la Puglia perché qui c'è la più alta produttività del lavoro”. “General Electric Avio non è la sola, altri big dell’industria mondiale, da Jindal a Sanofi, hanno investito a Brindisi per progetti che complessivamente raggiungono, incluso quello di GE Avio, i 121 milioni di euro. Ma proprio a Brindisi oggi abbiamo un pesante macigno da risolvere: la politica industriale di Leonardo, che sta generando gravi conseguenze sull'indotto. Qui, in Puglia, non si viene come si va in Polonia, noi sull'aeronautico abbiamo investito. Come abbiamo investito sul turismo. Brindisi, per esempio, per le sue grandi potenzialità, il porto e l’aeroporto (che continua ad avere dati positivi sugli arrivi nazionali e stranieri) può diventare una realtà eccezionale in Puglia. Le risorse ci sono, adesso la città deve strutturarsi”. “Anche sulla cultura la Regione è intervenuta, ci sono stati interventi che rischiavano di condizionare prestantemente i servizi culturali ai cittadini: la legge Del Rio con le Province su tutti. La Regione ha assunto il personale destinato alla cultura per evitare che si disperdesse in altre funzioni e ha investito, nella scorsa programmazione, quasi 50 milioni di euro sui beni culturali della provincia di Brindisi. Ma la sfida – ha concluso – è tutta aperta e molto si può ancora fare, ci aspetta un grande lavoro a Brindisi e in tutta la Puglia”.
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Ven, 17 Marzo 2017 @ 16:53  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Capone: boom di adesioni al bando Innonetwork
Oltre 188 milioni di investimenti per il bando Innonetwork varato dalla Regione Puglia per realizzare progetti ricerca collaborativa creando partnership tecnologiche tra imprese e organismi di ricerca e tra aziende e start up tecnologiche. È questo il risultato record del bando aperto il 10 febbraio 2017 e chiuso nella giornata di ieri. Sono 837 le imprese e gli organismi di ricerca che si sono candidati attraverso la procedura online aggregandosi tra loro in associazioni temporanee, contratti di rete o consorzi. Intendono investire quasi 127 milioni in ricerca industriale e 61 milioni in sviluppo sperimentale per 121 progetti di ricerca dedicati a cinque sfide sociali. La più gettonata tra queste è “Salute, benessere e dinamiche socioculturali” alla quale sono dedicati 44 progetti, al secondo posto “Città e territori sostenibili” (36 candidature) a seguire “Sicurezza alimentare e agricoltura sostenibile” (22 preferenze), “Industria creativa e sviluppo culturale (10 candidature), infine “Energia sostenibile” (9 proposte). “È un chiaro segnale – ha commentato l’assessore regionale allo Sviluppo economico Loredana Capone – della volontà delle imprese di innovare processi e prodotti. Questi progetti si aggiungono agli investimenti in ricerca che si accingono a fare le imprese attraverso gli incentivi dei Contratti di Programmi per le grandi industrie e dei Programmi integrati di agevolazione per le medie e le piccole imprese che hanno raggiunto complessivamente già 366 milioni di euro. Ma è anche il segnale di un cambiamento che la Regione Puglia ha fortemente voluto e spinto e adesso si sta realizzando”. “Con la nostra strategia – spiega l’assessore – abbiamo puntato a rafforzare la qualità dei processi organizzativi delle imprese e l’efficienza delle Pubbliche Amministrazioni e generare un ecosistema dell’innovazione in cui le imprese dialogassero con le Università e i centri di ricerca. Molte aziende ci hanno dato ascolto e alcune di esse adesso si stanno orientando verso la Manifattura 4.0. Tra le tecnologie abilitanti che hanno scelto di utilizzare, al primo posto ci sono proprio le tecnologie digitali che si applicano alla manifattura mentre la maggior parte delle imprese candidate appartengono proprio al settore manifatturiero”. “Adesso lavoreremo per valutare la possibilità di incrementare le risorse disponibili in modo da finanziare buona parte dei progetti idonei”.
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Ven, 17 Marzo 2017 @ 16:29  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Vino, la Puglia con i suoi fuoriclasse al ProWein 2017 di Dusseldorf


Oltre 60 cantine per la più importante fiera enologica mitteleuropea. Dal 19 al 21 marzo a Düsseldorf

 

Primitivo, Negroamaro, Nero di Troia: sono i tre fuoriclasse messi in campo dalla Puglia per conquistare l'Europa del vino. I tre principali vitigni autoctoni a bacca rossa caratterizzeranno la presenza della regione alla 22esima edizione di ProWein, una delle più importanti fiere dedicate all'enologia, in programma a Düsseldorf dal 19 al 21 marzo.
Con 6257 espositori e più di 55mila visitatori nella scorsa edizione, ProWein rappresenta la manifestazione di punta del settore a livello internazionale e richiama nel cuore della Germania buyer, giornalisti e operatori da tutto il mondo.
Da 16 anni ProWein è il punto di riferimento per i maggiori produttori di vino pugliesi, con una squadra competitiva di aziende, sostenuta dalla Regione e da Unioncamere Puglia, che considerano questo appuntamento fieristico l'occasione per consolidare l'immagine del territorio nel mondo.
Saranno oltre sessanta le aziende vitivinicole pugliesi che, all'interno dell'area istituzionale della Regione Puglia - Unioncamere Puglia (Padiglione 16 stand A31), esporranno il meglio della produzione per rafforzare la presenza nel mercato tedesco e cogliere opportunità provenienti anche da altri mercati. L'aumento del 300 per cento della partecipazione pugliese nell'ultimo decennio certifica il sempre crescente livello di affari ottenuto al Prowein.
“Siamo a Düsseldorf per fare rete - commenta l’assessore all'Agricoltura della Regione Puglia, Leonardo di Gioia - e presentare in una vetrina internazionale le eccellenze dei nostri vini Nel corso della più importante manifestazione enologica del Nord Europa, la Puglia, ne sono certo, confermerà il valore indiscusso del proprio prodotto, in un mercato, quello tedesco, che è già da anni punto di riferimento del nostro export. La collaborazione tra l’Assessorato regionale e Unioncamere consentirà alle imprese di partecipare a un appuntamento importantissimo per i produttori di vino, non solo come occasione di promozione ma anche come chance per confrontare l’offerta di prodotti di qualità con la domanda da parte dei buyer di tutto il mondo”.
La scelta di puntare su Primitivo, Negroamaro, Nero di Troia nasce dalla volontà di rafforzare le eccellenze della produzione vitivinicola pugliese, sempre più apprezzate da consumatori ed esperti a livello nazionale e internazionale per la loro straordinaria autenticità e tipicità.

 

 


Due le attività principali che la Puglia proporrà durante la tre giorni fieristica, per catalizzare l'attenzione di buyer e giornalisti sulla propria offerta.
La prima all’interno dello spazio Enoteca nel Padiglione 16 stand A31, al centro dell’area espositiva, dove la De.S.A. (Deutschland Sommelier Association) condurrà tutti i giorni, dalle 10 alle 18, degustazioni delle etichette storiche e delle novità proposte dagli espositori. In più, oltre alle degustazioni libere, ogni giorno alle 12 e alle 17 si terranno in Enoteca focus di approfondimento dedicati a Primitivo (domenica 19), Nero di Troia (lunedì 20) e Negroamaro (martedì 21): queste degustazioni a tema saranno accompagnate da racconti del territorio e presentazione di itinerari enoturistici, per promuovere la conoscenza a 360 gradi dei vitigni di Puglia.

Una vetrina di prestigio per i vini di Puglia saranno i tre wine tasting in programma nel Padiglione 13 Stand C 39, nell’area dell’editore Vinum, guidati dal giornalista Christian Eder. I tre appuntamenti, uno per ogni giorno di fiera, percorreranno la storia di Primitivo, Negroamaro e Nero di Troia con la degustazione di alcune etichette rappresentative per ogni vitigno (domenica alle 16.15; lunedì alle 15.45 e martedì alle 11.30).
Vinum è il più autorevole editore di lingua tedesca, sul mercato da oltre 30 anni. La rivista ha una tiratura mensile di oltre 41mila copie distribuite in Germania e raggiunge oltre 250mila lettori specializzati (ristoratori, buyer, giornalisti, enoappassionati) anche via web. Per la ProWein la tiratura sale a 60mila copie, con un’edizione speciale che conterrà un dossier sulla Puglia del vino, quest'anno articolato come un itinerario ideale in cui coniugare bellezze paesaggistiche e tipicità vinicole del territorio.

Subito dopo la ProWein, la Puglia sarà pronta a raggiungere con i suoi vini l’altra meta dell'enologia internazionale, Verona, con la 51esima edizione di Vinitaly, in programma dal 9 al 12 aprile.(comun.)

 

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Ven, 17 Marzo 2017 @ 15:53  » Prossimi appuntamenti e conferenze stampa «
Discarica Vergine, Santorsola: rispettare legge non è perdere tempo



“Nell’incontro istituzionale, allargato ai consiglieri regionali eletti in provincia di Taranto, tenutosi nei giorni scorsi presso l’Assessorato all’Ambiente, è stato chiarito il percorso necessario a definire la questione che riguarda le discariche gestite dalla Società Vergine. Il percorso tracciato scaturisce dalla definizione dei dati sui campionamenti di Arpa nell’area che potranno fornire lo strumento, previsto dalla norma, per l’emissione di una ordinanza provinciale che intimi al responsabile della contaminazione di intervenire”. Così l’assessore regionale Domenico Santorsola sulla questione relativa alla discarica Vergine.
“In caso di inadempimento dovrà essere il comune di Taranto ad esercitare i poteri sostitutivi in qualità di soggetto responsabile della salute pubblica in quell’area che rientra nella cosiddetta isola amministrativa del capoluogo ionico. A questo punto, in una eventuale azione in danno del soggetto responsabile inadempiente, si potrà procedere a ripristinare le matrici ambientali con una messa in sicurezza che faccia rientrare i dati che provengono dai pozzi spia del sito. Questo il percorso tracciato – prosegue Santorsola – in un contesto in cui la collaborazione istituzionale è l’elemento essenziale”.
“Sento la necessità di questo chiarimento a seguito di ricostruzioni sommarie ed imprecise che danno l’idea di una volontà dilatoria o, peggio, di una sorta di disinteresse nei confronti del problema. Tutte ombre – conclude Santorsola – che contribuiscono a delegittimare le istituzioni chiamate a fronteggiare le questioni ambientali e sanitarie, proprio nel momento in cui avrebbero bisogno di maggior sostegno”.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Ven, 17 Marzo 2017 @ 14:17  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Giannini: firmati i disciplinari, al via interventi riqualificazione scolastica

Con deliberazione n.2026/2016 la Giunta Regionale ha stanziato € 76.541.312,75 a valere sui fondi dell’Unione Europea P.O.R. 2014-2020, azioni 10.8 e 10.9, in favore di 91 Comuni Pugliesi, per 93 interventi di riqualificazione degli edifici scolastici.
L’obiettivo di tali interventi può riassumersi nell’adeguamento alla:
- normativa antisismica;
- normativa antincendio;
- normativa impiantistica;
- normativa sull’eliminazione delle barriere architettoniche.
Inoltre sono previsti interventi per laboratori e per l’infrastrutturazione tecnologica.
L’Assessore Giannini informa che oggi, dopo una complessa ed approfondita istruttoria degli atti propedeutici, il disciplinare degli interventi è stato approvato dal dirigente competente e trasmesso ai Comuni per la sottoscrizione.
Da questo momento, i Comuni sono posti nella condizione di completare la progettazione ed affidare i lavori finanziati, con la possibilità i richiedere un cospicuo acconto già all’inizio dei lavori e disporre quindi della massima autonomia gestionale.
L’auspicio dell’Assessore Giannini, in tal senso, è di poter attivare al più presto i cantieri, sia al fine di migliorare sensibilmente la qualità dei luoghi in cui i nostri figli trascorrono parti importanti della loro giornata, sia al fine di fornire il necessario ossigeno alle imprese pugliesi, attivando posti di lavoro quanto mai necessari in questo momento di crisi dell’edilizia.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Ven, 17 Marzo 2017 @ 14:14  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Turismo: la Puglia affascina Mosca alla Fiera MITT

 Promozione di una Puglia365 nella Federazione Russa


Loredana Capone: “Il mercato russo è strategico per la Puglia. Incoming in ripresa:+7,8%”


Successo della Puglia a Mosca alla ventiquattresima edizione del MITT, il Salone turistico più ampio e importante della Federazione Russa, che si è chiuso ieri all'Expocenter di Mosca. La
manifestazione, nella TOP 5 delle più grandi fiere del turismo al mondo, quest'anno, per la prima volta, e stata rivolta esclusivamente agli operatori. Una fiera B2C e B2B, che consente di intercettare i principali opinion leader, giornalisti di stampa specializzata e tour operator, nonché rappresentanti e big player dell’economia turistica internazionale, alla quale la Puglia ha partecipato nell’ambito del padiglione Italia promosso dall’Agenzia Nazionale del Turismo ENIT.

“Quello russo è un mercato strategico per la Puglia, considerati i prodotti turistici religioso e culturale che la destinazione Puglia può offrire – commenta l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone - La Russia è l’undicesimo mercato estero della Puglia per numerosità delle presenze, preceduta dalla Repubblica Ceca e seguita dalla Spagna. Oltretutto è un mercato sotto stretta osservazione: dal 2014 (a causa del conflitto con l’Ucraina, delle sanzioni con successive limitazioni da parte dell’UE nel rilascio dei visti e della svalutazione del rublo) il mercato russo ha perso quota nel mondo, in Italia e in Puglia. Ma la ripresa potrebbe essere prossima. E in Puglia infatti nel 2016 è ripartito l’incoming +7,8% ( dati provvisori) rispetto al 2015, anche se si contraggono ancora le presenze. Il dato degli arrivi è positivo e dimostra la buona ripresa dell’incoming dalla Russia dopo due anni di flessione, anche in confronto all’andamento nazionale che vede nel 2016, secondo stime della Banca d’Italia, un 5,3% in più rispetto al 2015. Al Mitt la Puglia si è confermata come una destinazione molto desiderata dai viaggiatori russi per la sua autenticità, la bellezza dei luoghi e la esclusività di alcune strutture ricettive, oltre naturalmente per la qualità della enogastronomia e la particolarità dell’artigianato.”

La Puglia a Mosca ha partecipato con uno stand organizzato da Pugliapromozione nell’ambito dello spazio Enit e la presenza di diversi operatori. Momenti importanti di discussione e confronto sono avvenuti durante la prima giornata con il sottosegretario Dorina Bianchi,intervenuta ad inaugurare lo stand Enit, ed i rappresentanti delle Regioni in Ambasciata d'Italia. Una certezza espressa da tutti: il 2017 sarà l'anno della ripresa dell'incoming russo in Italia!
Alla Conferenza stampa della Regione Puglia con Roberta Milano, Direttore Marketing Digitale ENIT e i rappresentanti delle imprese pugliesi presenti sono emersi i punti di forza della destinazione Puglia, ribaditi dai giornalisti russi nel dibattito : "Il lusso della Bellezza e dell'autenticità: questa l’ identità della Puglia che traspare in tutte le proposte turistiche". E’ stato presentato il sito www.visitapulia.ru dedicato al mercato russo e a seguire nel bellissimo Studio di Architettura RIM.ru, la Puglia è stata ospite d'onore nella serata post formazione di oltre 70 architetti russi.
Non è mancata la Master class con prodotti tipici pugliesi, presentazione video della destinazione e contatti per promuovere un turismo legato al design, all'architettura e ai comparti produttivi dell'artigianato di eccellenza. Dalle ceramiche di Grottaglie...ai marmi delle nostre cave, passando dal Romanico, al Barocco, ai lavori di artigianato in pietra e cartapesta.
Insomma una promozione a 360^ per una #Puglia365, tutto l'anno!

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Ven, 17 Marzo 2017 @ 12:23  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Politeama Lecce: Capone mar 21.3 a presentazione stagione lirica 2017

 Martedì 21 marzo, alle ore 10,30, nel foyer del Teatro Politeama Greco di Lecce, si terrà la conferenza stampa di presentazione del programma della Stagione Lirica 2017.

"Opera In Puglia", questo il titolo della nuova stagione, promossa dalla Regione Puglia, con il Teatro Pubblico Pugliese, e diretta da Giandomenico Vaccari, con il coordinamento di Maurilio Manca, partirà dal teatro di tradizione della città di Lecce per approdare, per la prima volta, anche nei teatri di Brindisi, Barletta e Foggia. Un nuovo inizio che segna un altro importante risultato: il rilancio dell'Orchestra sinfonica di Lecce e del Salento OLES, nata dalla ceneri della ICO Tito Schipa.

Alla conferenza parteciperanno:

Loredana Capone, assessore all'Industria turistica e culturale della Regione Puglia
Giandomenico Vaccari, direttore artistico "Opera In Puglia" e direttore di OLES
Sonia Greco, presidente associazione Teatro Politeama Greco di Lecce
Antonio Gabellone, presidente Istituto di Culture Mediterranee
Carmelo Grassi, presidente Teatro Pubblico Pugliese

 

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Gio, 16 Marzo 2017 @ 19:21  » Prossimi appuntamenti e conferenze stampa «
Commissione Ulivi. Santorsola Rinnovata squadra a tutela patrimonio arboreo

 

"La giunta regionale ha approvato la delibera di rinnovo della commissione ulivi monumentali: l’organismo, creato dalla L.R. 14/2007 svolge un delicato ruolo di tutela del patrimonio delle piante monumentali di ulivo sul territorio regionale soprattutto in caso di progettualità pubbliche o private che insistono in aree di particolare interesse o, comunque sedi di piante con caratteristiche di pregio”. Così l’Assessore alla Qualità dell’Ambiente della Regione Puglia, Domenico Santorsola, annuncia il rinnovo dell’organismo.

“La tutela dell’ulivo monumentale attivata dalla legge 14, fatta di censimenti, rilevamenti in loco, promozione di produzioni olearie da ulivi secolari e di incentivi alla conduzione delle piante rappresenta - spiega Santorsola - un punto d’onore per la nostra regione. In particolare la commissione svolge un ruolo di controllo importantissimo sulla tutela delle piante ed è formata da soggetti istituzionali (oltre alla Regione sono rappresentati l’Università di Bari, Il corpo Forestale dello Stato) e associazioni di categoria e ambientaliste"

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Gio, 16 Marzo 2017 @ 19:17  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Capone a tredicesimo workshop Estate di Aeroporti di Puglia
L’Assessore all’Industria Turistica e Culturale Loredana Capone è intervenuta oggi al tredicesimo Workshop Estate 2017 di Aeroporti di Puglia, dove tour operator e vettori hanno incontrato il “trade”. “Abbiamo il compito, l’onore e l’onere di valorizzare la Puglia dal punto di vista turistico e quindi siamo presenti compatti a questo importante workshop di Aeroporti di Puglia con il nostro sistema di imprese che vuole trasformare il turismo nel settore trainante di questa regione. Stiamo lavorando con le agenzie regionali, Pugliapromozione, Apulia Film Commission e Teatro Pubblico Pugliese, per promuovere il turismo e la cultura. Vogliamo che il turismo diventi in Puglia sempre più un’industria solida che crea nuova occupazione. Per questa ragione workshop come questi ci aiutano a realizzare quel contatto che serve a generare più fatturato e più lavoratori stabili. Crediamo fortemente nel rapporto con Aeroporti di Puglia. Stiamo lavorando insieme per il co-branding in alcune città importanti – Vienna, Zurigo, Berlino, Amsterdam, Parigi, Manchester e Liverpool, per organizzare incontri btob, roadshow e campagne di comunicazione mirate in modo che la nostra promozione vada laddove ci sono i voli diretti. Abbiamo nuove rotte quest’anno che possono incrementare il turismo straniero e generare una economia e una accoglienza che si potenziano. E quindi, sempre con Pugliapromozione, stiamo organizzando alcuni incontri per formare e informare gli operatori pugliesi sulla domanda turistica potenziale che scaturirà da queste nuove rotte. La Regione supporta Aeroporti di Puglia perché riteniamo che questa sia un’azienda speciale che può soltanto crescere e può aiutare l’economia del nostro territorio sia dal punto di vista del turismo che delle imprese collegate”. com.
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Gio, 16 Marzo 2017 @ 15:33  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Leo domani ven 17 a presentazione progetto scuola-lavoro IISS di S.Pietro V.
L’assessore all’Istruzione, alla Formazione e al Lavoro Sebastiano Leo parteciperà, venerdì 17 marzo alle ore 10:00, presso l’Auditorium “Don Pietro Cocciolo” dell’IISS Nicola Valzani di San Pietro Vernotico, alla presentazione del progetto di alternanza scuola/lavoro per il triennio 2016/201, ideato dallo stesso Istituto e da Legacoop Puglia. L’alternanza scuola/lavoro è una metodologia didattica che si propone di intervenire sulla leva dell’apprendimento diretto: per questa ragione è necessario integrare il sistema dell’istruzione con le istanze e le peculiarità del territorio, ma anche accrescere la partecipazione attiva e lo scambio di conoscenze e informazioni pratiche e tecniche. La scuola diventa, così, un’occasione per i ragazzi di mettersi alla prova sul campo, di sperimentare il mercato del lavoro in una dimensione “garantita” dalle professionalità della scuola e delle imprese. Partendo dal concetto d’impresa simulata, il progetto prevede, per estensione, la creazione di vere e proprie cooperative degli studenti, a partire dal primo atto, vale a dire dalla stesura dello statuto. Il percorso formativo vede, pertanto, il coinvolgimento di tutti gli indirizzi dell’Istituto Valzani. Il progetto sperimentale, primo in Italia, si avvierà con l’attività formativa a cura di Legacoop Puglia, allo scopo di promuovere lo spirito d’iniziativa e di solidarietà tra i ragazzi. Sono già state coinvolte numerose imprese cooperative dislocate in tutto il territorio pugliese, presso le quali i ragazzi acquisiranno sul campo competenze attraverso azioni di orientamento on the job. I lavori saranno introdotti dal Dirigente Scolastico Stefania Metrangolo, cui seguiranno gli interventi del professore Franco Verrienti, del Presidente Carmelo Rollo e di Katia De Luca per Legacoop Puglia. Modererà il dibattito Martina Gentile.
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Gio, 16 Marzo 2017 @ 14:47  » Comunicati S. Stampa Giunta «
(PressRegione - Agenzia Giornalistica,
Direttore responsabile Elena Laterza - Iscritta al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n. 26/2003)