Direttore responsabile: Dott.ssa Maria Antonia Iannarelli
Bandiera Europa





Press Regione

(PressRegione - Agenzia Giornalistica,
Direttore responsabile Elena Laterza - Iscritta al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n. 26/2003)
Emiliano insedia Comitato sorveglianza Programma Operativo 2014-20
Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha insediato questa mattina il Comitato di Sorveglianza del Programma Operativo 2014-2020, alla presenza del Capo Unità Italia della DG Occupazione della Commissione Europea, Denis Genton, e del rappresentante della DG Regio Pasquale D’Alessandro, del rappresentante dell’Agenzia della coesione territoriale, del Dipartimento per le politiche della coesione, delle amministrazioni centrali impegnate nei programmi operativi nazionali, del partenariato istituzionale e socioeconomico regionale. “Qui c’è – ha detto Emiliano - un capitale umano straordinario, fatto di persone per bene che lavorano duramente da generazioni: esse hanno imparato dalla generazione precedente quello che serviva fare nelle professioni, nel sindacato, nella pubblica amministrazione, in ogni settore. Sono persone che hanno una rappresentazione del Programma Operativo Puglia che va ben oltre quella di un semplice provvedimento economico di sostegno alle economie sottoutilizzate. Queste persone sanno perfettamente che cosa sia la questione meridionale, sanno quanto essa abbia toccato le nostre vite e abbia cambiato il destino di milioni di cittadini pugliesi nel passato e di quanto sia importante recuperare questo nostro “delta” di sviluppo, per evitare un’emigrazione che oggi ha l’aggravante di avere natura di eccellenza e non solo di forza lavoro comune. La Puglia è indiscutibilmente, la regione che ha meglio utilizzato il sostegno dell’Unione Europea e lo ha fatto senza scandali, senza pasticci, senza recuperi last minute e soprattutto lo ha fatto rappresentando la dignità della Pubblica amministrazione, delle imprese, degli enti locali e dell’insieme del sistema Puglia, e che ha costruito un’immagine che io sono orgoglioso di rappresentare come Presidente della Puglia appena eletto . E’ per questo che noi diamo molta importanza, tradizionalmente e anche oggi, a questo Comitato di Sorveglianza perché è un modo attraverso il quale noi vogliamo mostrare, far controllare, il nostro lavoro,e consentire a ciascuno di voi di raccontare quello che ha visto. Quindi è necessario che quel che di buono stiamo facendo venga evidenziato, raccontato, ulteriormente migliorato grazie ai suggerimenti di tutti, e che soprattutto noi si possa imparare dagli errori. Credo infatti nelle organizzazioni che apprendono. Si apprende, purtroppo, di solito, più agevolmente, più rapidamente dagli errori. Quando questi errori non si manifestano ovviamente siamo più contenti. Siamo consapevoli che se il Mezzogiorno d’Italia dovesse appena raddrizzare i propri trend economici, tutto il Paese sarebbe automaticamente fuori dalla condizione che ha costretto la Banca centrale europea all’introduzione del tasso zero. Noi pensiamo che la grande stagnazione dell’economia europea possa essere superata attraverso le tecniche classiche di economia politica: il sostegno della domanda basata su investimenti pubblici e privati per il recupero di competitività delle imprese e soprattutto anche attraverso un rilancio della Pubblica amministrazione che ritorni ad essere il cervello pensante di una comunità. Se la Pubblica amministrazione è leggera, efficiente, moderna e capace di innovazione, i programmi operativi dell’Unione europea saranno realizzati e potrebbero essere realizzati con maggiore facilità, con maggiore trasparenza e con minore interferenza da parte della cattiva politica”. Apprezzamento è stato formulato dai rappresentanti delle Istituzioni europee e nazionali per il lavoro svolto dalla Regione Puglia, frutto di una proficua collaborazione con i competenti Servizi della Commissione Europea e delle istituzioni centrali, nonché con le Amministrazioni territoriali e le parti economiche e sociali. I lavori del Comitato sono proseguiti con l’approvazione del regolamento interno, dei criteri di selezione da utilizzare per la individuazione dei progetti da ammettere a finanziamento, nonché della strategia di comunicazione.
Condividi via email  Visualizza in formato pdf Condividi su facebook Condividi su Twitter
Data: Ven, 11 Marzo 2016 @ 18:59
Categoria: Comunicati S. Stampa Giunta
Scritto da: