Direttore responsabile: Dott.ssa Antonella Bisceglia
Bandiera Europa





Press Regione

(PressRegione - Agenzia Giornalistica,
Direttore responsabile Elena Laterza - Iscritta al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n. 26/2003)
Santorsola a convegno Legambiente su situazione rifiuti BAT

 

“Il comune obiettivo di marginalizzare il ruolo delle discariche per riportare al centro del ciclo dei rifiuti una visione sostenibile dei processi è confermato da quello che il governo regionale sta facendo in questi giorni sulla materia: la volontà di metterci la faccia, di assumersi in prima persona l'onere da parte del Presidente Emiliano è la conferma di quanto centrale sia nell'agenda di governo questa tematica”. Così si è espresso l'Assessore alla Qualità dell'Ambiente della Regione Puglia, Domenico Santorsola, partecipando stamattina a Trani alla conferenza stampa convocata da Legambiente sul tema 'Ciclo dei rifiuti nella Bat: dalle discariche alla raccolta differenziata'.

 

“La situazione è complessa – ha spiegato Santorsola – e, per questo, richiede decisioni forti. Le percentuali della differenziata, pur cresciute negli ultimi anno, sono inchiodate a valori troppo lontani dagli obiettivi di legge e questo non può che aggravare il quadro generale degli impianti, già reso asfittico da sequestri, male gestioni e problemi vari. E' intenzione di questo governo dare ascolto ai territori, alle esigenze che essi rappresentano, ma anche chiedere a ciascuno di fare la propria parte. Noi abbiamo cominciato col farci carico dei problemi di gestione ma anche mettendo a disposizione delle risorse necessarie ad arginare i rischi ambientali degli impianti come quello di Trani o per mitigare i maggiori costi per il conferimento fuori bacino, che molti comuni devono sopportare”.

 

“Stiamo pensando a dei correttivi rispetto all'attuale sistema che permettano con maggiore efficienza e immediatezza – ha concluso Santorsola – di gestire le problematiche, di effettuare gli investimenti, di programmare gli impianti e lo smistamento dei flussi, con particolare attenzione alle frazioni da avviare al recupero. E' un percorso chiaramente complicato ma stiamo cercando di concentrare le migliori energie per superare lo stato di affanno e poterci dedicare alla programmazione vera e propria”. 

Condividi via email  Visualizza in formato pdf Condividi su facebook Condividi su Twitter
Data: Gio, 10 Marzo 2016 @ 17:31
Categoria: Comunicati S. Stampa Giunta
Scritto da: