Direttore responsabile: Dott.ssa Maria Antonia Iannarelli
Bandiera Europa





Press Regione

(PressRegione - Agenzia Giornalistica,
Direttore responsabile Elena Laterza - Iscritta al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n. 26/2003)
Velostazione Bari Centrale. Emiliano e Giannini: "Oggi un primo traguardo"

 
È stata inaugurata questa mattina la prima velostazione della città di Bari, realizzata nei locali di corso Italia 64, 66, 68 delle Ferrovie Appulo-Lucane e finanziata dalla Regione Puglia. Si tratta di un spazio dedicato a chi utilizza la bicicletta, con 116 postazioni, dove cittadini, turisti, pendolari potranno lasciare la propria bici per parcheggiarla, ripararala o noleggiarne una.

“La Puglia inaugura la prima velostazione dell’Italia meridionale - dichiara il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano – e a questa ne seguiranno molte altre. Crediamo nel valore della mobilità sostenibile e desideriamo continuare ad investire per incentivare i cittadini all’utilizzo dei mezzi pubblici e delle due ruote. Connettere la Puglia alle grandi ciclovie nazionali ed europee, peraltro, è un obiettivo della nostra strategia regionale sui Trasporti. Oggi si realizza un primo traguardo. Ma il nostro Piano prevede la realizzazione di altre 29 velostazioni e percorsi ciclabili”.

L’assessore regionale ai Trasporti Giovanni Giannini, presente oggi all’evento inaugurale, dichiara: “La velostazione Bari Centrale - che per cinque anni sarà gestita dalla società Ecotour Srl Veloservice vincitrice di una gara di appalto - rappresenta di fatto un’operazione di condivisione e integrazione finanziaria e istituzionale tra Regione Puglia e Ferrovie Appulo Lucane, nell’ambito di due progetti di cooperazione transfrontaliera sull'intermodalità. A seguito di un protocollo di intesa, le FAL hanno messo a disposizione i locali e la Regione le risorse. Con i fondi del progetto GIFT 2.0 (programma Grecia-Italia 2007-2013) sono stati ristrutturati i locali e forniti in opera i posteggi bici di marca inglese e tedesca. Con quelli del progetto INTERMODAL, finanziato con fondi IPA ADRIATIC CBC 2007-2013, che per primo aveva ipotizzato l’attivazione di una velostazione in Puglia, il lancio dell’attività e la sperimentazione del servizio. Quella di oggi è la prima di 30 velostazioni previste nel Piano attuativo 2015-2019 del Piano Regionale dei Trasporti”.

 

 “Le velostazioni – spiega l’assessore - già previste inizialmente dal protocollo di intesa sottoscritto nel 2007 tra Regione Puglia e Ferrovie regionali per favorire lo sviluppo dell’intermodalità bici e treno, e poi dalla legge regionale n. 1/2013 sulla mobilità ciclistica, sono dei luoghi chiusi, attrezzati e sorvegliati, generalmente nei pressi o all'interno di un qualsiasi luogo di interscambio modale come le stazioni ferroviarie, dedicati al ricovero

delle biciclette dei passeggeri. Lo scopo è dare l'opportunità ai viaggiatori di andare a prendere il treno in bici e non in auto, sapendo di poter contare su un luogo sicuro e al chiuso dove lasciare la propria bicicletta. Questa iniziativa rappresenta quindi un’azione concreta di contrasto al furto delle biciclette, vera piaga sociale”.

Il progetto INTERMODAL (INTERmodality MOdel for the Development of the Adriatic Littoral zone) che ha dato la volata all’attivazione della prima Velostazione e che coinvolge l’Assessorato alla Mobilità della Regione Puglia in qualità di partner di progetto, riguarda l’individuazione di soluzioni e strategie di trasporto intermodale da individuare sull’area costiera, sia per decongestionare il traffico che subisce un sovraccarico specie nella stagione estiva, che per offrire valide alternative che possano essere, tra l’altro, replicate anche in altri contesti, a favore della mobilità urbana e turistica intermodale e che abbiano anche una valenza transfrontaliera.

Condividi via email  Visualizza in formato pdf Condividi su facebook Condividi su Twitter
Data: Gio, 03 Marzo 2016 @ 19:07
Categoria: Comunicati S. Stampa Presidente
Scritto da: