Direttore responsabile: Dott.ssa Antonella Bisceglia
Bandiera Europa





Collegamenti internet

Sono riportati i servizi che si stanno realizzando al Vinitaly sulla Regione Puglia

Il Programma di Sviluppo Rurale (PSR) della Regione Puglia, in linea con il Piano Strategico Nazionale, individua modalità e strumenti, nell'ambito di un approccio progettuale integrato e territoriale, per rispondere alle esigenze delle singole realtà aziendali e dei più vasti interessi economici e sociali delle aree e dei sistemi locali coinvolti.


Struttura tecnica della Regione, con funzioni di indirizzo, programmazione e coordinamento con sede a Bitetto via Generale MichelePalmiotti n.43.
Nella struttura dell’Osservatorio opera il Centro Recupero Regionale fauna selvatica in difficoltà.


Ente strumentale di assistenza tecnica del Ministero della Salute e del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.
Strumento tecnico per l'attuazione dell'accordo di programma sulla sicurezza alimentare e la tracciabilità degli alimenti tra i ministeri delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e della Salute.

Struttura con le seguenti funzioni:
- Gestione e dismissione immobili, strade rurali ed acquedotti di proprietà ex ERSAP, riscatti e affrancazioni. Censimento e verifiche sull’occupazione abusiva di suoli regionali. Adempimenti connessi ai contenziosi.

Struttura, cui fanno riferimento due Uffici, con le seguenti funzioni:
Regolamentazione caccia.
- Istituzione-riparametrazione-autorizzazione revoca concessione aziende privatistiche.
- Osservatorio faunistico.
- Comitato tecnico faunistico venatorio regionale.
- Regolamentazione pesca e acquicoltura.
- Regolamentazione acque interne.
- Osservatorio Regionale della Pesca e Acquicoltura.
- Commissione Consultiva Locale della Pesca e dell’Acquacoltura.
- Promozione dei prodotti ittici pugliesi attraverso la partecipazione a fiere nazionali ed internazionali.

Struttura, cui fanno riferimento due Uffici, con le seguenti funzioni:
Programmazione e pianificazione forestale.
- Applicazione del R.D.L. n. 3267/1923 relativo al vincolo idrogeologico.
- Applicazione del Reg. Regionale n. 10/2009 relativo ai tagli boschivi.
- Assistenza tecnica-forestale ai sensi del Reg. regionale n. 15/2009 relativo all’istituzione dell’Albo delle imprese boschive in Puglia.
- Attività di progettazione e di valorizzazione del Demanio forestale regionale a supporto dell’A.R.I.F. e di Enti locali con < di 15.000 abitanti.
- Rapporti con Protezione Civile, CFS, VV.FF. per attività di A.I.B. e di protezione civile.
- Rapporti con Enti Locali, Parchi, Ordini Professionali su materie d’istituto.
- Pianificazione attività vivaistica nei vivai regionali e controlli su quelli privati con attività di controllo fitosanitaria.
- Applicazione D.L.vo. 386/04 in materia di boschi da seme.
- Divulgazione e comunicazione forestale.

Struttura della Regione Puglia con 6 Uffici afferenti e con le seguenti funzioni:
Riconoscimento organizzazioni di produttori; Riconoscimento qualifica I.A.P. Procedure per riconoscimento delle produzioni DOC, IGT, DOP e IGP e del Marchio Prodotti di Puglia;
- Applicazione normative varie OCM: Approvazione e controllo piani operativi annuali e pluriennali.
- Ammassi, crisi di mercato, ritiri di mercato e aiuti dei minimis.
- Coordinamento attività UMA.
- Adempimenti tecnici e amministrativi relativi all'applicazione della normativa sulle avversità atmosferiche e contenziosi connessi.
- Promozione in Italia e all’Estero, anche attraverso la partecipazione a fiere, mostre ecc.., dei prodotti agroalimentari regionali di qualità.
- Organizzazione e realizzazione di un percorso educativo per una migliore alimentazione attraverso il consumo di prodotti di qualità, rivolto a scuole, istituzioni e famiglie.


“La Maria del Porto”, Associazione culturale senza scopo di lucro, è stata costituita nel 1993 con l'obiettivo di promuovere e diffondere la cultura nelle sue diverse manifestazioni.

Le iniziative abbracciano l'educazione alla lettura e all'ascolto della musica, l'organizzazione di spettacoli teatrali, la realizzazione di mostre. La costante è Progetto Lettura, iniziativa giunta alla IX edizione che consente ai lettori interessati di interloquire direttamente con gli scrittori coinvolti.

Dal 2002 organizza, nel mese di settembre, presso il castello svevo, "I dialoghi di Trani": tre giornate di confronto fra scrittori, filosofi, scienziati, giornalisti, artisti su temi di pressante attualità.