Direttore responsabile: Dott.ssa Antonella Bisceglia
Bandiera Europa




100 Cantieri in 100 giorni

 

Di fronte alle drammatiche conseguenze della crisi iniziata nell’autunno del 2008, la Regione Puglia ha varato oltre ad una consistente manovra anticiclica con oltre circa 850 milioni di euro destinati a dare risposte concrete alla necessità di sostenere la domanda interna, a mettere le imprese in condizione di continuare a lavorare ed a contrastare la tendenza alla riduzione dell’occupazione, anche un Programma di 100 opere pubbliche, avviato a metà settembre 2010, da cantierizzare entro fine 2010 - inizio 2011.

Il Programma 100 cantieri comprende opere di piccola dimensione che mobilitano una massa complessiva di investimenti pari a € 100.000.000 che interessano territori diffusi in tutte le sei province della Puglia e che stanno contribuendo a sostenere l’occupazione diretta di coloro che partecipano all’attività dei cantieri, ma anche del personale impiegato a vario titolo che, dopo la conclusione dei lavori, contribuiranno a gestire servizi ed infrastrutture più moderne e rispondenti ai fabbisogni dei cittadini e delle imprese.

L’individuazione dei 100 Cantieri ha tenuto conto in primo luogo degli specifici stati di avanzamento procedurale delle diverse iniziative, così come comunicato da parte dei soggetti attuatori.

Nel complesso 81 dei Cantieri riguardano attività nell’ambito della sanità e dei servizi socio-assistenziali, coerentemente con gli Obiettivi di Servizio che la Regione Puglia persegue finalizzati ad elevare i livelli essenziali dell’offerta e qualificare i diritti di cittadinanza dell’intera popolazione pugliese.

La parte rimanente dei 100 Cantieri 8 interventi riguardano opere infrastrutturali tradizionali, come quelle della viabilità e di alcune infrastrutture urbane, nonché 12 interventi altrettanto strategici di difesa del suolo da realizzare in quei territori contrassegnati da maggiori livelli di dissesto sismico ed idro-geologico nei quali vengono messi a repentaglio i livelli di sicurezza delle famiglie e degli operatori economici.

Alla luce di quanto su indicato, l’elenco dei 100 Cantieri non può ritenersi esaustivo di tutte le opere che la Regione ha già ammesso a finanziamento a valere sulle risorse dei fondi comunitari, del FAS e del PSR nei settori dell’ambiente, dell’agricoltura, del turismo, degli aiuti agli investimenti delle imprese, delle aree di insediamento produttivo, dei trasporti, delle aree urbane, della Società dell’Informazione, delle attività culturali, della formazione e del lavoro.

Tra i 100 interventi individuati a settembre, n. 5 interventi risultano non avviati; si tratta di 3 infrastrutture sociosanitarie che presentano come beneficiari soggetti privati (che hanno evidenziato difficoltà nell’ottenimento delle fideiussioni) e di n. 2 asili nido di amministrazioni comunali che hanno deciso nel frattempo di non avviare gli interventi per sopravvenute incertezze sul fronte gestionale.

Tale situazione risulta ampiamente compensata da nuovi interventi, non ricompresi nell’elenco iniziale, che nel medesimo periodo risultano avviati sempre in riferimento ai servizi sociosanitari ed agli asili nido.

Nel complesso la situazione risulta la seguente:

  • 101 progetti sono stati avviati entro gennaio 2011, per un valore complessivo di 100 Meuro
  • Altri 9 progetti sono stati avviati nel periodo febbraio - aprile 2011, per un valore di 7,6 Meuro
  • 7 progetti tra i 100 originari sono stati avviati nei mesi successivi ad aprile 2011 (2 da parte di privati, 1 della ASL BA, e 3 da parte di Comuni), per un totale di 6,2 Meuro.


Consulta l'elenco delle iniziative Elenco