Direttore responsabile: Il Dirigente del Servizio Comunicazione Istituzionale
Bandiera Europa





CONSORZIO BONIFICA TERRE D’APULIA


Avviso pubblico per manifestazione di interesse per l’esecuzione dei tagli intercalari nei boschi in occupazione temporanea.



Il Consorzio di Bonifica intende affidare esclusivamente ad Imprese boschive iscritte agli Albi Regionali di Puglia e Basilicata la realizzazione di diradamenti e spalcature nei complessi forestali ricadenti nei territori dei Comuni di Altamura, Bitonto, Corato, Gravina in Puglia, Minervino Murge, Montemilone (PZ), Spinazzola e Santeramo in Colle, composti prevalentemente da conifere (pino spp. e cipresso spp.) per complessivi 1.200 ha i cui dati catastali ono visionabili sul sito del Consorzio www.terreapulia.it alla sezione bandi di gara.
1. I lavori consistono in interventi intercalari e spalcature;
2. Il taglio non deve superare il 30% della massa in piedi;
3. La spalcatura deve attestarsi ad 1/3 dell’altezza delle piante maggiormente sviluppate e ad 1/4 per le essenze forestali più giovani per un’altezza massima di mt. 2;
L’Impresa aggiudicataria dovrà garantire la riattivazione delle fasce tagliafuoco (complessivi Km 180 circa) per non meno di tre anni nei complessi forestali che saranno sottoposti agli interventi in argomento.

Requisiti di ordine generale richiesti ai soggetti proponenti.
Una o più dichiarazioni attestanti l’assenza delle cause di esclusione di cui all’articolo 38 del Decreto Legislativo n. 163/2006.
Pertanto dovrà dichiararsi:
a. di non essere in stato di fallimento, di liquidazione, di cessazione di attività, di concordato preventivo o di qualsiasi altra situazione equivalente, secondo la legislazione italiana o la legislazione straniera, se trattasi di soggetto di altro Stato;
b. di non avere in corso una procedura di cui alla lettera precedente;
c. di non aver riportato condanna, con sentenza passata in giudicato, oppure di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell’art. 444 del codice di procedura penale, per reati che incidono sull’affidabilità morale e professionale e di essere a diretta conoscenza che nessuno dei soggetti sotto indicati ha riportato condanne: (la dichiarazione deve fare espresso riferimento alla situazione dei seguenti soggetti, specificandone il nominativo e la qualifica);
d. il titolare dell’impresa, se trattasi di impresa individuale;
e. ciascuno dei soci, se trattasi di società in nome collettivo;
f. i soci accomandatari, se trattasi di società in accomandita semplice;
g. gli amministratori muniti del potere di rappresentanza, se trattasi di altri tipi di società;
h. i direttori tecnici, in tutti i casi precedenti;
i. i procuratori che rappresentino l’impresa, in tutti i casi precedenti;
j. i soggetti cessati dalla carica nel triennio antecedente la data di presentazione della dichiarazione di interesse. Nel caso sussistano sentenze di condanna, o di applicazione della pena su richiesta, a carico di quest’ultimi soggetti, la dichiarazione dovrà indicare gli atti o le misure di completa dissociazione dalla condotta sanzionata adottate dall’impresa. Qualora il dichiarante non abbia conoscenza diretta dell’inesistenza a carico dei predetti soggetti delle condanne di cui sopra, la presente dichiarazione dovrà essere resa singolarmente da ciascuno di essi;
k. di non aver commesso errore grave nell’esercizio della propria attività professionale;
l. di essere in regola con i requisiti previsti per il rilascio del documento unico di regolarità contributiva previsto dall’art. 2, comma 2, del decreto legge 25 settembre 2002, n. 210 (Disposizioni urgenti in materia di emersione del lavoro sommerso e di rapporti di lavoro a tempo parziale), ovvero, laddove tale documento non sia acquisibile, di essere in regola con gli obblighi concernenti le dichiarazioni e i conseguenti adempimenti in materia contributiva e assicurativa, ivi compresi i versamenti alla cassa edile, secondo la legislazione italiana e i contratti collettivi vigenti o, se trattasi di soggetto di altro Stato, secondo la legislazione dello Stato di appartenenza;
m. di essere in regola con gli obblighi concernenti le dichiarazioni in materia di imposte e tasse ed i conseguenti adempimenti, secondo la legislazione italiana;
n. di non aver reso, nell’anno antecedente la data di presentazione della Manifestazione d’interesse, false dichiarazioni in merito ai requisiti per concorrere ad appalti o concessioni risultanti dai dati in possesso dell’Osservatorio dei lavori pubblici;
o. dichiarazione attestante l’ottemperanza alle obbligazioni derivanti dall’art. 17 della Legge n. 68 del 1999 in materia di diritto al lavoro dei disabili; qualora l’impresa non sia soggetta alla Legge 68/1999, la dichiarazione deve attestare tale fatto specificandone i motivi;
p. dichiarazione attestante l’assenza del provvedimento interdittivo alla contrattazione con le pubbliche amministrazioni ed alla partecipazione alle gare pubbliche, previsto dall’art. 36 bis della Legge 4 agosto 2006, n. 248 di conversione, con modificazioni, del Decreto legge 4 luglio 2006, n. 223;
q. dichiarazione attestante l’inesistenza dell’ulteriore causa di esclusione prevista dall’art. 1 bis, comma 14, della Legge 18 ottobre 2001 n. 383, introdotto dall’art. 1, comma 2, del D.L. 25 settembre 2002 n. 210, convertito con Legge 22 novembre 2002 n. 266, che prevede l’esclusione per le imprese che si siano avvalse dei piani individuali di emersione dall’economia sommersa previsti dalla suddetta Legge, sino alla conclusione del periodo di emersione;
r. dichiarazione attestante l’inesistenza di sanzioni interdittive di cui all’articolo 9, comma 2, lettera e), del decreto legislativo n. 231/2001 o altra sanzione che comporta il divieto di contrattare con la pubblica amministrazione.

Requisiti di ordine speciale: capacità ed esperienza tecnica
a. dichiarazione attestante l’iscrizione all’Albo delle Imprese boschive della Regione Puglia e/o Basilicata;
b. Elenco delle esperienze lavorative nello specifico settore di cui al presente avviso ed elenco dei lavori similari eseguiti;
La mancanza di uno solo dei requisiti sopra indicati potrà comportare l’esclusione dal presente procedimento del Partner.
Termine di presentazione delle domande di partecipazione
Le Ditte interessate, in possesso dei requisiti sopraindicati e delle referenze per i lavori svolti, sono invitate a manifestare interesse e far pervenire la documentazione richiesta entro le ore 12,00 del 12 settembre 2013 al seguente recapito:
CONSORZIO DI BONIFICA TERRE d’APULIA
Ufficio Contratti
Corso Trieste, 11 - 70126 BARI.
Successivamente alla fase suddetta, le Ditte ritenute idonee sulla base dei requisiti richiesti, verranno invitate dal Consorzio a prendere conoscenza dei luoghi e dei lavori da eseguire ed inoltre a presentare l’offerta economica più vantaggiosa senza ulteriore pubblicazione di bando.

Scelta dell’Affidatario
La scelta dell’Affidatario avverrà sulla base della valutazione discrezionale del Consorzio tenendo conto dell’affidabilità tecnico-professionale, con particolare riferimento a:
a. l’esperienza maturata nello specifico settore di cui al presente avviso;
b. l’offerta economica proposta anche in relazione al numero di anni proposto per la riattivazione delle fasce.
Il rapporto tra le parti verrà regolamentato attraverso la sottoscrizione di una apposito contratto che verrà registrato con spese a carico dell’Affidatario.
Si precisa altresì che il presente procedimento avrà luogo anche in presenza di una sola manifestazione di interesse, sempre che sia ritenuta idonea e conforme ai requisiti richiesti.

Trattamento dati personali
Il trattamento dei dati personali pervenuti si svolgerà in conformità alle disposizioni del D.Lgs, n.196/03 e s.m.i.

Pubblicità
Il presente avviso sarà pubblicato all’Albo Pretorio del Consorzio di Bonifica per 30 giorni consecutivi, presso Bollettino Ufficiale Regionale della Regione Puglia e presso un quotidiano a diffusione regionale.

Il Commissario
Dott. Giuseppantonio Stanco

_________________________
_________________________
Avvisi
_________________________