Direttore responsabile: Il Dirigente del Servizio Comunicazione Istituzionale
Bandiera Europa





DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SERVIZIO ACCREDITAMENTO E PROGRAMMAZIONE SANITARIA 7 gennaio 2013, n. 1


Classificazione delle Case di Cura Private accreditate istituzionalmente ai sensi della L.R. n. 8/2004 e s.m.i. - Nomina Commissione ex art. 12 della Legge Regionale n. 51 del 3/05/1985.



IL DIRIGENTE DI SERVIZIO

Visti gli articoli 4 e 5 della L.R. n. 7/97;

Vista la Deliberazione G.R. n. 3261 del 28/7/98;

Visti gli artt. 4 e 16 del D. Lgs. 165/01;

Visto l’art. 32 della legge 18 giugno 2009, n. 69, che prevede l’obbligo di sostituire la pubblicazione tradizionale all’Albo ufficiale con la pubblicazione di documenti digitali sui siti informatici;

Visto l’arts. 18 del Dlgs 196/03 “Codice in materia di protezione dei dati personali” in merito ai Principi applicabili ai trattamenti effettuati dai soggetti pubblici;

Vista la deliberazione di Giunta Regionale n. 1426 del 4/10/2005;

Visto il Decreto del Presidente della Giunta Regionale 22 febbraio 2008 n. 161;

Vista la Deliberazione di Giunta Regionale n. 1444 del 30 luglio 2008;

Vista la Determinazione del Direttore di Area n. 3 del 09 settembre 2009 - Istituzione degli Uffici afferenti ai Servizi dell’Area di coordinamento Politiche per la Promozione della Salute, delle Persone e delle Pari Opportunità;

Vista la Determinazione n. 292 del 20 ottobre 2009 - Atto di assegnazione del personale agli Uffici del Servizio PGS;

Vista la Deliberazione di Giunta Regionale n. 1828 del 5/8/2011 - Conferimento incarico ad interim della Direzione del Servizio Accreditamento e Programmazione Sanitaria;

Vista la Determinazione del Direttore dell’Area Organizzazione e Riforma dell’Amministrazione n. 47 dei 25/10/2012, come rettificata dalla Determinazione n. 49 del 30/10/2012, di conferimento dell’incarico di Direzione dell’Ufficio Accreditamenti;

In Bari presso la sede del Servizio Accreditamento e Programmazione Sanitaria, sulla base dell’istruttoria espletata dal funzionario e confermata dal Dirigente dell’Ufficio Accreditamenti, riceve la seguente relazione.
Il D.M. 30 giugno 1975 - recante, ai sensi dell’art. 18 della legge 17 agosto 1974, n. 386, gli schemi di convenzione tra le Regioni e gli Enti nello stesso D.M. indicati - prevede che le case di cura private, “ai fini della corresponsione della diaria di degenza e dell’eventuale compenso ai sanitari curanti”, vengano assegnate a quattro “fasce funzionali” (denominate A, B, C e D), individuate in base al possesso dei requisiti (prescrizioni igienico-edilizie, servizi, attrezzature, dotazioni di personale) specificati per ciascuna di esse.
L’art. 12 della Legge Regionale n.51 del 30/05/1985 (Disciplina concernente le case di cura private), prevede che “la Giunta regionale classifica le case di cura private, al fine della stipulazione delle convenzioni, secondo gli indirizzi stabiliti a livello nazionale, le prescrizioni degli schemi - tipo di cui all’art. 44 della legge 23 dicembre 1978, n. 833, fermo quanto stabilito dalle norme di cui al successivo comma, previ accertamenti eseguiti dal servizio di igiene pubblica dell’Unità Sanitaria Locale competente per territorio, sentita una Commissione così composta:
Assessore regionale alla Sanità, o suo delegato, che la presiede; due sanitari di livello apicale del ruolo sanitario regionale; due rappresentanti, di cui un sanitario, dell’ associazione più rappresentativa delle case di cura private”.
L’art. 17 della L.R. n. 26/2006, ha successivamente previsto che “nella stipula degli accordi contrattuali le AUSL tengono conto della riclassificazione delle Case di cura ai sensi della legge regionale 30 maggio 1985, n. 51 (Disciplina concernente le Case di cura private), a cui provvede il Dirigente del competente Settore dell’Assessorato alle politiche della salute, secondo apposita copertura da assicurare con il DIEF”.

Atteso di dover procedere alla nomina della Commissione prevista dal richiamato art.12 della Legge Regionale n.51 del 30/05/1985, questo Servizio con nota del 16/11/2012 prot. n. A00-081/3818/APS1, ha richiesto al Presidente dell’Associazione Italiana Ospedalità Privata della Puglia di trasmettere i nomi dei due rappresentanti designati dalla propria Associazione.
Con nota prot. 229 del 20/11/2012, il Presidente AIOP Puglia ha comunicato a questo Servizio i nomi dei due rappresentanti dell’Associazione, individuati nelle persone del Dott. Max Paganini e della Dott.ssa Rosa Maria Ladiana.
Con nota prot. n. A00-081/4061/APS1 del 07/12/2012, questo Servizio ha chiesto all’Assessore alle Politiche della Salute, Dott. Ettore Attolini, se fosse suo intendimento presiedere la ridetta Commissione o se ritenesse di individuare un suo delegato.
Con nota prot. n. 24/460/SP del 21/12/2012, l’Assessore alle Politiche della Salute, Dott. Ettore Attolini, ha comunicato a questo Servizio “che le funzioni di componente-presidente della ridetta Commissione, riservate dalla normativa citata all’Assessore regionale alla Sanità o suo delegato, vengono delegate con la presente al Dirigente dell’Ufficio Accreditamenti del Servizio Accreditamenti e Programmazione Sanitaria, Dott. Mauro Nicastro”.
Per quanto innanzi esposto, si propone di procedere alla nomina della Commissione per l’attribuzione della fascia di competenza delle case di cura private ai sensi dell’art.12 della Legge Regionale n. 51 del 30/05/1985, secondo la seguente parziale composizione:
- Dott. Mauro Nicastro - Dirigente Ufficio Accreditamenti del Servizio Accreditamento e Programmazione Sanitaria - con funzioni di Presidente;
- Dott. Max Paganini - Rappresentante AIOP - Componente;
- Dott.ssa Rosa Maria Ladiana - Rappresentante AIOP - Componente;

Inoltre, al fine di completare la composizione della Commissione, si propone di procedere alla nomina dei due sanitari di livello apicale del ruolo sanitario regionale.

VERIFICA AI SENSI DEL D.Lgs. 196/03

Garanzie alla riservatezza
La pubblicazione dell’atto all’Albo, salve le garanzie previste dalla legge 241/90 in tema di accesso ai documenti amministrativi, avviene nel rispetto della tutela alla riservatezza dei cittadini, secondo quanto disposto dal Dlgs 196/03 in materia di protezione dei dati personali nonché dal vigente regolamento regionale n. 5/2006 per il trattamento dei dati sensibili e giudiziari.
Ai fini della pubblicità legale, l’atto destinato alla pubblicazione è redatto in modo da evitare la diffusione di dati personali identificativi non necessari ovvero il riferimento a dati sensibili, qualora tali dati fossero indispensabili per l’adozione dell’atto, essi sono trasferiti in documenti separati, esplicitamente richiamati.
ADEMPIMENTI DI CUI ALLA L.R. 28/01 e successive modificazioni ed integrazioni.
Il presente provvedimento non comporta alcun mutamento qualitativo o quantitativo di entrata o di spesa né a carico del Bilancio della Regione né a carico degli Enti per i cui debiti i creditori potrebbero rivalersi sulla Regione e che è escluso ogni ulteriore onere aggiuntivo rispetto a quelli già autorizzati a valere sullo stanziamento previsto dal bilancio regionale.

Il Dirigente Ufficio Accreditamenti
Mauro Nicastro


IL DIRIGENTE RESPONSABILE DEL SERVIZIO
ACCREDITAMENTI E PROGRAMMAZIONE
SANITARIA DELL’ ASSESSORATO
ALLE POLITICHE DELLA SALUTE

Sulla base delle risultanze istruttorie innanzi illustrate, letta la proposta formulata dal funzionario e confermata dal Dirigente dell’Ufficio Accreditamenti;

Viste le sottoscrizioni poste in calce al presente provvedimento dal funzionario e dal Dirigente dell’Ufficio Accreditamenti.


DETERMINA

- Di individuare, sulla base della specifica competenza ed esperienza, i due sanitari di livello apicale del ruolo sanitario regionale nelle persone del Dott. Alessio Nitti - Direttore Sanitario dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Consorziale Policlinico di Bari e del Dott. Gregorio Colacicco - Direttore Sanitario Distretto 2 ASL TA.

- Di nominare, quali componenti della Commissione per l’attribuzione della fascia di competenza delle case di cura private ai sensi dell’art.12 della Legge Regionale n.51 del 30/05/1985, i Sigg.ri:
• Dott. Mauro Nicastro - Dirigente Ufficio Accreditamenti del Servizio Accreditamento e Programmazione Sanitaria - con funzioni di Presidente;
• Dott. Max Paganini - Rappresentante AIOP - Componente;
• Dott.ssa Rosa Maria Ladiana - Rappresentante AIOP - Componente;
• Dott. Alessio Nitti - Direttore Sanitario dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Consorziale Policlinico di Bari - Componente;
• Dott. Gregorio Colacicco - Direttore Sanitario Distretto 2 ASL TA - Componente.

- Di dare atto che le funzioni di Segretario verbalizzante e organizzativo saranno svolte dal Dott. Paolo Scagliola, Funzionario dell’Ufficio Accreditamenti del Servizio APS.

- Di dare atto che la partecipazione ai lavori della Commissione non dà diritto ad alcun compenso né rimborso spese.

- Di notificare il presente provvedimento:
• All’Assessore alle Politiche della Salute;
• Al Direttore Area Politiche per la promozione della Salute, delle Persone e delle Pari opportunità;
• Ai Direttori Generali delle AA.SS.LL.;
• Dott. Max Paganini do AIOP Puglia;
• Dott.ssa Rosa Maria Ladiana c/o AIOP Puglia;
• Al Dott. Alessio Nitti;
• Al Dott. Gregorio Colacicco;

- Di pubblicare il presente provvedimento sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia.

Il presente provvedimento:
- sarà pubblicato all’Albo del Servizio Accreditamento e Programmazione Sanitaria/all’Albo Telematico (ove disponibile)
- sarà trasmesso in copia conforme all’originale alla Segreteria della Giunta Regionale ed in copia al Servizio Bilancio e Ragioneria;
- sarà disponibile nel sito ufficiale della Regione Puglia (ove disponibile l’albo telematico);
- il presente atto, composto da n. 5 facciate, è adottato in originale;
- viene redatto in forma integrale.

Il Dirigente del Servizio APS
Silvia Papini

_________________________