Direttore responsabile: Il Dirigente del Servizio Comunicazione Istituzionale
Bandiera Europa






Bollettino regionale
REGIONE PUGLIA FORMAZIONE PROFESSIONALE BARI

Presentazione progetti per attività formative. (Determinazione del Dirigente Settore Formazione Professionale 23 novembre 2005, n. 794 - Interventi di promozione di Piani formativi aziendali, settoriali e/o territoriali di formazione continua. Avviso FC/2005 e relativo impegno di spesa.

L'ANNO 2005 ADDÌ 23 DEL MESE DI NOVEMBRE IN BARI, PRESSO IL SETTORE FORMAZIONE PROFESSIONALE


IL DIRIGENTE DEL SETTORE

VISTI gli artt. 3 e 16 del D.L.vo n.29/93 e successive modificazioni;

VISTI gli artt. 4 e 5 della Legge Regionale n.7/97;

VISTA la deliberazione della Giunta Regionale n.3261/98;

VISTE le direttive agli uffici impartite dal Presidente della Giunta Regionale con la nota n. 01/007689/1-5 del 31 luglio 1998;

RILEVATO che è stata espletata l'istruttoria amministrativa da parte del competente Ufficio;

RITENUTO di dover provvedere in merito, con l'adozione della presente decisione finale, in quanto trattasi di materia ricadente in quella di cui all'art. 5/comma 1 della già richiamata L.R. n. 7/97.

VISTA la relazione di seguito riportata:

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con i Decreti Direttoriali n.296/V/2003 del 28/10/2003, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.260 del 08/11/2003 e n.243/V/2004 del 22/09/2004, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 243 del 15/10/2004, ha ripartito fra le varie Regioni risorse pari, rispettivamente, ad Euro 50.000.000,00 e Euro 62.865.000,00, di cui alla Regione Puglia le somme assegnate di Euro 2.300.000,00 e di 2.928.043,60 per un ammontare totale di Euro 5.228.043,60.
Le risorse sopradette hanno lo scopo, secondo quanto affermato nel "Provvedimento del 21/07/2003 e del 22/09/04 del Direttore Generale, di sostenere e orientare le iniziative di formazione a favore dei lavoratori, per aggiornare ed accrescere le loro competenze, e a favore delle imprese, per svilupparne la competitività, attraverso lo sviluppo della prassi della formazione continua e la promozione di piani formativi aziendali, settoriali e/o territoriali.
Ciascun piano formativo deve, a pena di esclusione, essere accompagnato dall'accordo, concordato con le parti sociali, riportante le motivazioni delle scelte di cui il progetto è espressione.
Il Piano Formativo può essere presentato da organismi di formazione, consorzi d'imprese e singole aziende ed hanno come destinatari i lavoratori delle imprese assoggettate al contributo di cui all'art.12 della Legge n.160/75, così come modificato dall'art.25 della Legge n.845/78 e successive modificazioni ed integrazioni.
L'avviso pubblico, allegato al presente atto, di cui fa parte integrante e sostanziale, riporta le tipologie di azioni proponibili, indica la documentazione che deve corredare la richiesta di finanziamento, definisce le procedure di selezione e di ammissibilità, nonché gli obblighi del soggetto ammesso a contributo.
L'avviso riporta, infine, lo schema secondo il quale dovrà essere compilato il piano finanziario, il cui parametro è fissato in Euro 15,00 per ora / corso / allievo, ed il modello di domanda per la presentazione del piano.
Le modalità e i termini per la presentazione delle domande sono riportate al punto 7 dell'allegato avviso pubblico.
Il contributo pubblico erogabile per ciascun piano formativo aziendale, settoriale e/o territoriale, non potrà superare l'importo di Euro 100.000,00.
Le imprese, i cui lavoratori partecipano all'azione formativa, devono garantire il cofinanziamento, che può essere costituito - in toto o in parte - dal costo del lavoro, nella misura di almeno il 20% del costo del progetto.
Alla copertura finanziaria dei piani formativi ammessi a contributo si provvederà, con le risorse ripartite con i predetti Decreti Direttoriali n.296/V/2003 del 28/10/2003 e n.243/V/2004 del 22/09/2004.

Adempimenti contabili L.R. n.28/01

• L'U.P.B. 06.03 impegna, al capitolo 962046 del bilancio regionale 2005, la somma di Euro 5.228.043,60, di cui Euro 2.928.043,60 a valere sui residui di stanziamento 2004 ed Euro 2.300.000,00 a valere sulla competenza 2005.
DETERMINA

• di approvare l'avviso pubblico relativo agli interventi di promozione di piani formativi aziendali, settoriali e territoriali di formazione continua, avviso FC/2005, allegato al presente atto sub lettera "A", quale parte integrante e sostanziale, composta complessivamente da n.53 facciate numerate da 1 a 53;

• di fissare in Euro 5.228.043,60, la somma da destinare ai piani formativi aziendali, settoriali e/o territoriali, a valere sulle risorse assegnate con Decreti Direttoriali n.296/V/2003 e n.243/V/2004, secondo quanto in narrativa illustrato;

• di dare atto che le risorse finanziarie per la realizzazione dell'attività oggetto del presente atto sono state assegnate alla Regione Puglia con i Decreti Direttoriali del M.L.P.S. n.296/V/2003 e n. 243/V/2004, iscritti al bilancio di previsione 2004, nella parte entrata al cap. 2050538 e nella parte spesa al cap. 962046.

• di impegnare sul bilancio regionale 2005, la complessiva somma di Euro 5.228.043,60 a valere sui residui di stanziamento 2004, con imputazione al capitolo 962046;

• di disporre la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia del presente provvedimento, con i relativi allegati, a cura del Settore formazione professionale, ai sensi dell' art.6, della L.R. n° 13/94.

Il presente provvedimento, redatto in triplice originale e composto da n.3 pagine numerate da 1 a 3,
- diventa esecutivo con l'apposizione del visto di regolarità contabile della Ragioneria che ne attesta la copertura finanziaria;
- sarà reso pubblico, ai sensi dell'art.6, comma 5 della L.R. n.7/97, mediante pubblicazione nell'Albo del Settore Formazione Professionale, ove resterà affisso per n.5 giorni consecutivi;
- verrà trasmesso ai competenti Uffici del Settore per gli adempimenti di competenza;
- sarà trasmesso in originale al Settore Segreteria della Giunta Regionale, ai sensi dell'art.6, comma 5 della L.R. n.7/97, ed in copia all'Assessore alla Formazione Professionale.-

Il Dirigente del Settore
G. Maselli

_________________________