Direttore responsabile: Il Dirigente del Servizio Comunicazione Istituzionale
Bandiera Europa





DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 13 marzo 2012, n. 461


Rimborso al Comune di Bari relativo all’anno 2005. Riconoscimento del debito fuori bilancio.



L’Assessore al Sud e Federalismo, prof.ssa Ida Maria DENTAMARO, sulla base dell’istruttoria espletata dall’AP Decentramento, confermata dal Dirigente del Servizio Enti locali, riferisce:

il 3 e 4 aprile 2005 si sono svolte le elezioni per il rinnovo del Consiglio Regionale della Puglia, ai sensi della legge regionale 28 gennaio 2005 n. 2.
La Giunta Regionale, con deliberazione n. 259 del 07/03/2005, autorizzò il Dirigente del Settore Enti Locali e Polizia Locale ad erogare le somme spettanti ai Comuni per il rimborso delle spese sostenute per l’espletamento di dette elezioni, prelevandole dal cap. 1720 dell’UPB 1.05.01 del Bilancio regionale e disponendo che i rendiconti dei Comuni, le cui spese elettorali restano a completo carico della Regione (art. 21 della legge n. 108/1968 e art. 17 della legge n. 136/1976), venissero controllati dai competenti Uffici dell’Assessorato regionale al Bilancio e Ragioneria.
Conseguentemente per dette consultazioni elettorali, con Determinazione del Settore Enti Locali e Polizia Locale n. 1 del 15/03/2005, la Regione ha erogato a favore dei Comuni un acconto pari al 90% delle spese presuntivamente necessarie, quantificate sulla base dei parametri indicati dalla Circolare del Ministero dell’Interno n. FL-10/2005, in applicazione dell’art. 17, comma 9, della citata legge n. 136/1976.
I Comuni, espletate le operazioni elettorali, avevano l’obbligo di trasmettere alla Regione, entro il termine perentorio di tre mesi dalla data delle consultazioni medesime (art. 21 l. n. 108/1968), il rendiconto documentato delle spese effettivamente sostenute.
I rendiconti pervenuti sono stati sottoposti al riscontro della struttura operativa del Settore Bilancio e Ragioneria individuata dalla Deliberazione di G.R. sopra indicata per il controllo della rendicontazione delle spese elettorali sostenute dai Comuni per le elezioni regionali 2005.
Dalla rendicontazione presentata dal Comune di Bari risultavano spese complessivamente sostenute pari a euro 1.614.272,48 relative a tali elezioni, eccedenti di euro 525.160,72 le somme assegnate dalla Regione al medesimo Comune e già liquidate per il 90% con la Determinazione sopra specificata.
Successivamente, con Determinazione del Settore Enti Locali e Polizia Locale n. 8 del 23/05/2006, la Regione ha provveduto a liquidare al Comune di Bari la rimanente parte del 10% della somma ad esso assegnata, pari a euro 108.911,18, ma non la maggiore somma presentata a rendicontazione, pari a euro 525.160,72, riservandosi eventuali provvedimenti di liquidazione relativi a tale importo, previo approfondimento con la Prefettura di Bari e con l’ANCI.
Detto approfondimento risultava necessario in quanto la struttura operativa sopra indicata, con nota n. 20/530 del 16/05/2006, aveva ritenuto conformi tutte le spese relative alla rendicontazione presentata dal Comune di Bari.
La Prefettura di Bari, all’uopo interessata, evidenziava, con nota n. 512/4.3.4/U.P.E. del 14/06/2006, “la particolare delicatezza della problematica riguardante…il rimborso dei saldi in quanto, sia l’assenso al citato rimborso, sia il diniego dello stesso comporterebbero, entrambi, un aggravio del finanziamento iniziale. Nel primo caso perché verrebbe pagato un importo superiore al limite massimo già fissato dall’Amministrazione; nel secondo per l’eventualità di proposizione di ricorsi, i quali, se accolti, determinerebbero comunque una maggiore spesa dell’Ente Regione riveniente anche dall’ulteriore pagamento delle spese legali”.
Il Sindaco di Bari, con nota n. 220953-II del 11/08/2006 chiedeva alla Regione l’erogazione delle maggiori spese rendicontate e riscontrate per l’importo di euro 525.160,72.
Successivamente il Direttore della ripartizione dei Servizi Demografici, Elettorali e Statistici del Comune di Bari, con nota n. 78309 del 19/03/2007, dichiarava l’iscrizione in bilancio di tale somma, quale debito della Regione nei confronti del Comune medesimo.
In seguito il Comune di Bari, con nota n. 267422 del 08/10/2007, ha trasmesso al Settore Bilancio e Ragioneria della Regione una integrazione al rendiconto delle spese per le Elezioni regionali 2005, per la somma di euro 73.491,21, relativa alla riliquidazione del lavoro straordinario effettuato dal personale comunale, in applicazione del CCNL.
La struttura operativa del Settore Bilancio e Ragioneria già sopra indicata, con nota n. 20/58 del 24/01/2008, ha dichiarato conformi alle disposizioni legislative vigenti tale integrazione, sicché la maggiore spesa sostenuta dal Comune di Bari per le Elezioni regionali 2005, regolarmente rendicontata e riscontrata, è diventata di euro 598.651,93 (525.160,72+73.491,21).
Tale maggiore spesa, così configurata, impone alla Regione il rimborso a favore del Comune di Bari della somma di pari importo, anche per evitare ulteriori aggravi a carico dell’Ente nell’eventualità di un contenzioso in cui è alta la probabilità di soccombenza.
Pertanto, dovendosi provvedere all’impegno e al pagamento della somma di euro 598.651,93 al Comune di Bari, si rende necessario procedere al riconoscimento del debito fuori bilancio per il medesimo importo, fatta così salva la liquidazione a cui si procederà con apposito provvedimento dirigenziale del Servizio Enti Locali.

Tanto premesso, si propone alla Giunta Regionale di procedere al riconoscimento del debito nei confronti del Comune di Bari per l’importo di euro 598.651,93, quale rimborso per le maggiori spese da esso sostenute nell’espletamento delle elezioni regionali 2005.

COPERTURA FINANZIARIA - L.R. 16 NOVEMBRE n. 28 e s.m.i.
- Al finanziamento della spesa di euro 598.651,93 si provvede mediante prelievo da effettuare in termini di competenza e di cassa dal Cap. 1110090 (Fondo di riserva per partite pregresse) del bilancio in corso e contestuale aumento del Cap. 1720-U.P.B. 8.2.1. “Spese per l’espletamento delle elezioni regionali” attesa l’incapienza dello stesso relativamente al pagamento delle partite pregresse;
- all’impegno della spesa entro il medesimo importo, nonché alla liquidazione sempre entro lo stesso importo e al conseguente pagamento, si provvederà con successiva determinazione dirigenziale del Servizio Enti Locali da adottarsi entro il corrente esercizio finanziario.
L’Assessore relatore, sulla base dell’istruttoria illustrata, propone l’adozione del conseguente atto finale, rientrante nelle competenze della Giunta ai sensi della L.R. n. 7/97, art. 4, comma 4, lett. k e della Deliberazione di G.R. n.3261 del 28/7/1998.


LA GIUNTA

Udita la relazione e la conseguente proposta dell’Assessore al Sud e Federalismo;

Viste le sottoscrizioni poste in calce al presente provvedimento dal Responsabile dell’AP Decentramento, dal Dirigente del Servizio Enti Locali e dal Direttore dell’Area Organizzazione e Riforma dell’Amministrazione;

a voti unanimi, espressi nei modi di legge,


DELIBERA

- di condividere e fare propria la relazione che si intende qui integralmente riportata;

- di riconoscere il debito fuori bilancio ammontante a euro 598.651,93, quale rimborso spettante al Comune di Bari per le maggiori spese sostenute nell’espletamento delle Elezioni regionali 2005;

- di provvedere al finanziamento della relativa spesa, secondo quanto indicato nella sezione “Copertura Finanziaria” sopra specificata;

- di demandare al Dirigente del Servizio Enti Locali la trasmissione del presente provvedimento alla competente Procura Regionale della Corte dei Conti ai sensi e per gli effetti dell’art. 23, comma 5, della legge 27 dicembre 2002, n. 289;

- di fare obbligo al Dirigente del Servizio Enti Locali di adottare, entro il corrente esercizio finanziario, l’atto di impegno, liquidazione e pagamento della spesa autorizzata dal presente provvedimento, così come indicato nella sezione “Copertura Finanziaria”;
- di disporre la pubblicazione del presente provvedimento sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia.

Il Segretario della Giunta Il Presidente della Giunta
Teresa Scaringi Dott. Nichi Vendola

_________________________